Blockchain as-a-service: un mercato da 7 miliardi di dollari

Le tecnologie blockchain sono ancora in fase iniziale, ma i fornitori di servizi cloud si stanno già muovendo per offrirle come servizio per le aziende, che possono testare i registri distribuiti senza sostenere i costi di una nuova architettura

ibm blockchain walmart

Le offerte blockchain as-a-service (BaaS) sono un mercato che sta crescendo rapidamente, grazie alle molte aziende che vogliono testare la tecnologia dei registri distribuiti senza investire capitali importanti. Secondo Kash Rangan, analista della Bank of America, se il 2% dei server fungesse da nodo per reti blockchain il mercato BaaS raggiungerebbe i 7 miliardi di dollari. In una nota agli investitori rilasciata questa settimana, Rangan ha nominato le nove società meglio posizionate per trarre vantaggio dai servizi BaaS. Insieme ad Amazon, Microsoft e Oracle, Rangan ha citato IBM, Salesforce.com e VMware come leader del settore.

I principali provider IT del settore hanno lanciato progetti BaaS come un modo per testare la tecnologia senza i costi o i rischi di implementarla internamente e senza necessità di avere personale specializzato.

Siamo ancora agli albori della tecnologia blockchain”, ha commentato Bill Fearnley Jr., direttore di ricerca di IDC per il segmento Worldwide Blockchain Strategies. “Ci sono pochissime persone che possono vantare anni di esperienza pratica”.

Un mercato in rapida crescita

Nel 2015 Microsoft è diventata uno dei primi provider  a offrire BaaS sulla sua piattaforma cloud Azure. Il servizio Azure è aperto a una varietà di protocolli blockchain, che supportano semplici protocolli basati su Unspent Transaction Output (UTXO), come Hyperledger, e protocolli più sofisticati basati su Smart Contract, come Ethereum.

Azure supporta registri distribuiti come Ethereum, Hyperledger Fabric, R3 Corda, Quorum, Chain Core e BlockApps.

Nel 2016 IBM ha lanciato il suo servizio blockchain, e da allora ha realizzato alcune delle più grandi implementazioni della tecnologia per la gestione della supply chain, collaborando con aziende del calibro di Maersk e Walmart. Alla fine di settembre, Walmart ha chiesto ai suoi fornitori di inserire i loro dati di produzione nella blockchain IBM Food Trust, che il rivenditore sta già utilizzando per tracciare 25 prodotti alimentari da 10 fornitori.

I progetti pilota di Walmart hanno dimostrato che la quantità di tempo che impiega la società per tracciare un alimento da un negozio all’altro è stata ridotta da sette giorni a soli 2,2 secondi.

Nell’ultimo anno, inoltre, Hyperledger Project ha rilasciato Fabric 1.0, uno strumento di collaborazione per la creazione di reti aziendali basate su blockchain. SAP ha lanciato la sua offerta BaaS sulla piattaforma digitale Leonardo. Hewlett-Packard Enterprise (HPE) si è unita alla lista di provider che offrono BaaS. L’offerta di HPE è basata su Corda, una piattaforma blockchain sviluppata dal consorzio bancario R3 di New York.

Corda è diventato un registro distribuito open source quando R3 ha reso disponibile il codice al progetto di sviluppo Hyperledger della Linux Foundation.

A luglio di quest’anno Oracle ha annunciato la sua implementazione BaaS, così come Amazon (come parte della sua offerta AWS). Il BaaS di Oracle si basa sul progetto Hyperledger, così come quello di IBM, che ha lanciato la sua offerta BaaS per consentire scambi di denaro transfrontalieri.

Per quanto riguarda l’utilizzo della blockchain da parte di Amazon, secondo Rangan “trarrà vantaggio dalla domanda incrementale di servizi cloud, mentre un miglior monitoraggio della supply chain dovrebbe rendere più efficienti le operazioni al dettaglio di Amazon”.

“Sebbene l’offerta BaaS di Amazon possa sembrare solo uno strumento in più in AWS, il servizio sarà completamente diverso da altri servizi cloud”, ha dichiarato Michael Fauscette, chief research officer di G2 Crowd, un sito B2B di recensioni del software aziendale. “Le idee sui casi d’uso della blockchain stanno davvero esplodendo, e questo guiderà un’ondata di adozione che avverrà più velocemente rispetto ad altre tecnologie”.

Per saperne di più: Blockchain-as-a-service: le migliori opzioni sul mercato

La tecnologia blockchain ha guadagnato fama dalla criptovaluta bitcoin, ma offre un paradigma potenzialmente nuovo grazie al modo in cui vengono condivise le informazioni. Può inoltre aiutare le aziende a risparmiare tempo e costi amministrativi.

Le offerte BaaS sono particolarmente interessanti perché molte aziende possono utilizzare i loro attuali fornitori cloud per provare la tecnologia.

Come per ogni nuova tecnologia, c’è una curva di apprendimento quando i clienti aziendali la mettono in produzione”, ha affermato Fearnley. “Uno dei vantaggi della partnership con un fornitore BaaS è che gli utenti possono sfruttare le lezioni apprese dal fornitore per rendere i loro sistemi più sicuri”.

I problemi legati alla blockchain

Secondo i suoi sostenitori, la tecnologia blockchain è sinonimo di sicurezza, non ovviamente i problemi non mancano. Una rete blockchain è costruita su un software che serve a scopi specifici, il che significa che dipende da software applicativo esterno e crittografia.

E ci sono centinaia di start-up che sviluppano tecnologie blockchain senza necessariamente utilizzare algoritmi collaudati.

Lo scorso novembre, per esempio, si sono volatilizzati centinaia di milioni di dollari nella criptovaluta di Ethereum, denominata Ether, a causa di una vulnerabilità di codifica che ha consentito a un utente di bloccare fino a 300 milioni di dollari in denaro di altre persone.

Come suggeriscono i fatti più recenti, sono particolarmente importanti i test per cercare di vedere cosa succede quando si mettono insieme dati reali e connessioni reali”, ha affermato Fearnley. “Per la maggior parte delle aziende, la blockchain non sarà probabilmente un progetto ‘fai-da-te’. I registri distribuiti introduco interessanti innovazioni, ma la sfida sarà poter contare su team che sviluppano e mantengono la rete blockchain”.

WHITEPAPER GRATUITI

  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper

    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0

    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale GDPR

    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale Data Center

    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro