Ecco perché e come Apple è già parte dell’Industria 4.0

I prodotti di Apple (iPhone in primis) vedono una sempre più vasta diffusione mentre la tecnologia industriale si sposta verso quella che viene chiamata Industria 4.0.

Industria 4.0

Apple è entrata nell’infrastruttura manifatturiera con i suoi prodotti, che vedono una sempre più vasta diffusione mentre la tecnologia industriale si sposta verso quella che viene chiamata Industria 4.0, ovvero sistemi connessi potenziati da soluzioni AR e mobili.

Macchine intelligenti e connesse

L’introduzione dell’iPhone e il successivo debutto di altri dispositivi mobili avanzati ha funzionato come una dichiarazione d’intenti. La capacità di lavorare in remoto non si applica solo agli umani, ma anche alle macchine. L’infrastruttura industriale intelligente e connessa è il risultato inevitabile. Che tipo di implicazioni nel mondo reale hanno queste tecnologie? Ecco alcune:

  • Distributori automatici che controllano i propri livelli di scorte e ordinano ricariche quando necessario
  • Apparecchiature industriali con sensori in grado di identificare in modo proattivo i guasti e richiedere assistenza prima che questi si verifichino
  • Magazzino intelligente in cui i livelli di scorte, l’ubicazione e il dosaggio degli ordini sono altamente automatizzati e controllati centralmente
  • Smart farm, in cui le condizioni del suolo e dell’acqua sono monitorate a distanza, o droni e localizzatori GPS utilizzati per monitorare e proteggere il bestiame
  • Ampia distribuzione attraverso la vendita al dettaglio

Naturalmente, quando un’azienda viene digitalizzata, la sicurezza diventa un grosso problema ed è per questo che così tante implementazioni industriali scelgono di utilizzare piattaforme mobile sicure per supportare il loro lavoro. Nessuno dopotutto vuole essere il nuovo Target e vedere i dati preziosi dei propri clienti rubati attraverso un difetto di sicurezza nel sistema di climatizzazione.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication.     SCOPRI DI PIÙ >>

Ignorare il cambiamento non è dopotutto un’opzione. Gartner afferma che entro il 2022, circa il 70% di tutte le interazioni software nell’azienda sarà gestito da dispositivi mobili. Ed è per questo che Apple fa già parte dell’Industria 4.0.

iOS è nell’infrastruttura

Al giorno d’oggi, in quasi ogni distribuzione, scoprirete che le applicazioni utilizzate per interfacciarsi con questa capacità industriale sempre più intelligente sono disponibili anche per iOS. Vedrete anche che il machine learning applicato ai dati raccolti da queste macchine intelligenti sbloccherà la nuova produttività e aiuterà le aziende a identificare nuove opportunità commerciali di cui fino a quel momento non erano a conoscenza.

Questa è la teoria, almeno, anche se sembra inevitabile che man mano che l’industria diventerà più automatizzata, i lavoratori umani si ridurranno. Ci sono argomenti secondo cui il progresso tecnologico alla fine creerà nuovi modelli di occupazione, che però non si riferiscono sempre a quelli cancellati per sempre da tale cambiamento.

apple

Partnership per l’industria 4.0

La tecnologia di Apple è in uso negli ambienti dell’Industria 4.0 in tutto il mondo. Ad esempio, Apple e GE hanno concordato una partnership in questo senso nel 2017, lavorando insieme per creare applicazioni industriali progettate per portare dati predittivi e analisi da Predix (la piattaforma IoT industriale di GE), su iPhone e iPad.

E non è una cosa da poco. A livello globale, i clienti GE comprendono infatti aziende manifatturiere, aziende automobilistiche, aziende chimiche, energetiche, alimentari, petrolio, gas e carta. La partnership di Apple con IBM significa inoltre che le app iOS create utilizzando Mobile First per iOS sono già in uso attivo in numerosi settori.

Questi includono istruzione, assicurazioni, servizi online, industria, vendita al dettaglio, energia, chimica e molti altri settori. La partnership con Cisco porta poi Apple nei settori retail e sanitario e l’accordo con SAP significa che le soluzioni Apple sono in uso in tutta l’azienda. Senza dimenticare la partnership di lunga data con Microsoft, il che significa che troverete soluzioni di entrambi i vendor utilizzate insieme in aziende come Sonic Industries.

Ci sono anche collaborazioni con Accenture, Deloitte e Salesforce. Insieme, tutte queste partnership significano che le soluzioni di Apple sono sul tavolo in ogni conversazione sulla trasformazione digitale in qualsiasi tipo di azienda e ciò si estende anche alle implementazioni industriali.

Già in uso

Ecco perché troverete iPhone che eseguono app aziendali proprietarie in uso in una serie vertiginosa di aziende: SKF, John Lewis, BDC, AXA, Rogers-O’Brien Contruction, Capital One, British Airways, LIDL, Ochsner Health Systems, Network Rail, P&G, Novartis e molti altri ancora. Naturalmente, una volta ottenuta l’adozione industriale di queste piattaforme, vedrete anche una gamma di app iOS per uso industriale, tra cui:

  • Siemens Manufacturing 360
  • Internal Quality Audit.
  • Oddo Manufacturing MRP
  • La piattaforma di sviluppo di AppSheet.
  • MRP Easy di Intuit
  • ManageTeamz per il monitoraggio delle consegne
  • Warehouse Inventory and Shipment di Snappii

E ciò che rende ancora più sorprendente questo fatto è che gran parte dell’evoluzione dell’Industria 4.0 può essere fatta risalire a un prodotto di Apple introdotto nel gennaio 2007 da Steve Jobs. L’iPhone ha infatti affinato l’espressione della tecnologia avanzata in un form-factor mobile e ha aperto le porte a una serie di concept che hanno inevitabilmente innescato la nuova evoluzione industriale e messo Apple nell’infrastruttura, non solo nell’azienda.