AIaaS: ecco l’intelligenza artificiale come servizio

Come già successo con le soluzioni SaaS, l’AIaaS (intelligenza artificiale come servizio) è un vantaggio per le aziende che vogliono attingere al potere dell'AI senza il tempo e le spese per lo sviluppo di sistemi propri.

AIaaS

Ricordate quando il software come servizio (SaaS) era considerato il futuro dell’informatica? Sebbene fosse in circolazione dagli anni ’60 (un periodo in cui i computer erano enormi e poche aziende potevano persino permetterseli), il SaaS non ottenne un vero e proprio slancio fino alla fine degli anni ’90, quando Internet divenne una risorsa diffusa e accessibile. Internet significava che le aziende potevano spostare le applicazioni software nei data center fuori sede, senza intasare mainframe, LAN e/o dischi rigidi locali con programmi e dati.

Gli innovatori di software nel periodo del boom delle dot-com hanno visto i vantaggi del modello di entrate ricorrenti del SaaS (pagando un abbonamento mensile o annuale per l’accesso alle applicazioni) e sono nati pionieri del settore come Salesforce ed Evernote. SaaS era anche un modo per le piccole e medie imprese di superare i limiti del loro “peso”. Potevano infatti abbonarsi alle principali applicazioni software che alimentavano l’efficienza e l’innovazione senza dover sostenere grandi investimenti in hardware e infrastrutture.

Il modo in cui il SaaS veniva utilizzato quasi 20 anni fa è un modo eccellente per capire dove si trova oggi il mercato con l’IA, poiché sempre più aziende sfruttano l’intelligenza artificiale per innovare e avanzare senza il tempo e le spese per lo sviluppo dei propri sistemi basati sull’IA.

Ora è il turno dell’intelligenza artificiale

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Come il SaaS, l’IA è in circolazione dagli anni ’60. Tuttavia, fino ad ora, le limitazioni computazionali hanno impedito all’IA di prosperare, ma il recente ed esponenziale aumento della potenza di elaborazione dei computer è il motivo per cui le possibilità derivate dall’intelligenza artificiale sono esplose.

machine learning

Oggi i computer possono accedere a enormi set di dati e completare sofisticate attività in millisecondi. Hanno il potere computazionale di svolgere un lavoro che richiede comportamenti umani come l’apprendimento e il pensiero. Ora le aziende stanno iniziando a identificare sempre più luoghi in cui trasferiscono all’IA un lavoro semplice e processi di base. Proprio come il SaaS 20 anni fa, l’IA è un nuovo modo per le aziende di sovraperformare sfruttando la tecnologia che rafforza l’efficienza e le capacità di innovazione.

Le grandi aziende tecnologiche globali hanno vaste capacità di scienza e raccolta di dati e il talento interno per progettare e programmare sofisticate soluzioni basate sull’intelligenza artificiale. Tuttavia, la maggior parte delle piccole e medie imprese ha bisogno del supporto di risorse esterne per sfruttare il potere dell’IA senza impegnarsi in grandi investimenti nello sviluppo e assunzioni di talenti tecnologici.

Fornitori di AIaaS

Leader tecnologici globali come Google, IBM, Amazon, Microsoft e Salesforce che dispongono di grandi piattaforme basate su cloud pubblico, si stanno evolvendo in fornitori SaaS di servizi di intelligenza artificiale (o AIaaS). Questi giganti della tecnologia stanno infondendo le loro piattaforme e servizi cloud con funzionalità AI come riconoscimento vocale, identificazione di immagini/volti e analisi predittiva.

Ad esempio, Google, sulla sua enorme piattaforma cloud, offre strumenti come AI Hub, AI Building Blocks e AI Platform per aiutare le organizzazioni a integrare le capacità di intelligenza artificiale nei loro progetti e nelle loro applicazioni. Offrendo anche l’intelligenza artificiale in formato SaaS, Amazon ha SageMaker, un servizio Web che Amazon descrive come uno strumento per consentire a “sviluppatori e data scientist di costruire, formare e distribuire rapidamente e facilmente modelli di machine learning su qualsiasi scala”.

Le offerte AI dei grandi leader tecnologici continueranno ad espandersi man mano che le start-up tecnologiche pionieristiche si lanciano nel mercato AIaaS in rapida crescita per fornire soluzioni concorrenti e interruzioni inventive. La buona notizia per le aziende senza le risorse per creare il proprio team di scienziati e sviluppatori di dati esperti di intelligenza artificiale è che non devono sedersi a margine di questo rapido progresso tecnologico. Proprio come il SaaS ha ridotto la complessità e gli investimenti nella proprietà e nella gestione del software, l’AIaaS sta riducendo i costi e la complessità dell’ottimizzazione della business intelligence con l’IA.