6 motivi per investire in strumenti di Enterprise Architecture

Ecco come gli strumenti di Enterprise Architecture possono mettere ordine nel funzionamento interno delle operazioni tecniche della vostra azienda.

Enterprise Architecture

L’Enterprise Architecture (EA) è progettata per portare ordine nel vasto regno dell’IT aziendale e nella sua fiorente collezione di hardware e software, una cornucopia inimmaginabile solo pochi decenni fa. Desktop, tablet, smartphone: schermi a perdita d’occhio. E questo senza contare i gadget come sensori, dispositivi audio che rispondono ad Alexa e tutto il resto dell’enorme ecosistema IoT.

Purtroppo, l’abbondanza digitale non è sempre un dono. Le macchine, gli algoritmi e gli aggiornamenti software sembrano moltiplicarsi e qualcuno deve vegliare su di essi e prendersene cura. Essenzialmente, gli strumenti di Enterprise Architecture mantengono un elenco principale di risorse sotto forma di una tabella di database che cataloga i dispositivi. Quindi aggiunge una raccolta di funzioni per visualizzare queste informazioni in un modo facile da usare. Tale processo è opera di un team che distribuisce il software, lo riempie di dati e quindi lo utilizza per prendere decisioni più intelligenti.

Vale la pena tutto questo tabulare, curare e tracciare? Ecco sei motivi per cui investire in una soluzione di Enterprise Architecture può essere utile per la vostra organizzazione e alcuni trucchi da tenere a mente quando vi affidate a strumenti di EA.

Ordine assicurato

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Qualsiasi cosa è meglio di una vasta rete di innumerevoli computer che eseguono software sconosciuto scritto da lavoratori non monitorati che potrebbero o meno lavorare per l’azienda. Un elenco scritto su carta sarebbe un inizio. Un foglio di calcolo sarebbe meglio. Gli strumenti Enterprise Architecture sono anni luce avanti rispetto a un semplice elenco. Aggiungono ordine al tutto, fornendo in più una vasta gamma di informazioni sul vasto mare di bit che scorre attraverso l’infinita raccolta di hardware della vostra azienda.

È importante ricordare, tuttavia, che questi strumenti non forniscono ordine: le persone lo fanno. Gli strumenti di Enterprise Architecture forniscono solo i mezzi per stabilire l’ordine. Gli sviluppatori di software scoprono spesso che la documentazione può causare problemi quando diverge dal codice. All’improvviso le persone presumono una cosa mentre il codice ne fa un’altra. Anche in questo caso gli strumenti di Enterprise Architecture sono la soluzione, ma non sono perfetti o magici. Esigono l’impegno a mantenere i dati e sono solo un percorso per il vostro team per portare ordine. Da soli servono a ben poco.

Abbattere i silos

Le organizzazioni possono soffrire di isolamento a causa del moltiplicarsi delle differenze. Un team sceglie la tecnologia A mentre l’altro sceglie quella B. L’installazione di software di Enterprise Architecture non risolverà queste differenze profonde, ma renderà più facile individuarle. Il processo di catalogazione delle risorse aziendali in uno strumento di Enterprise Architecture rivela molte delle distinzioni e questo è il primo passo per costruire una certa unità. Il database centrale è un catalizzatore del cambiamento.

data lake

Ovviamente, solo perché gli strumenti EA possono far emergere incongruenze, non significa che tutte queste debbano essere risolte. Potremmo strapparci i capelli condannando chi ha messo insieme una raccolta di pacchetti software che comunicano a malapena, ma tali differenze spesso offrono un po’ di sicurezza e resilienza. Le monoculture sono più facili da attaccare e sono più vulnerabili. Ciò non vuol dire che la cacofonia mentale di una raccolta di software disarmonica sia piacevole o desiderabile. È solo che può avere alcuni vantaggi.

Le metriche identificano i problemi

La lezione delle business school è chiara: non potete gestire ciò che non potete misurare. Il software EA offre una raccolta di strumenti per misurare il funzionamento del regno digitale. Ora c’è un modo per confrontare tra loro team, reparti e divisioni. EA rende possibile individuare i server più laggati, i database sovraccarichi e le reti “appesantite”.

Ricordate, tuttavia, che le metriche possono portare “rumore”. I dati possono essere aggregati, ripuliti e visualizzati su una dashboard elegante. Ma solo perché i bit sono disponibili non significa che portino una visione reale. Gli strumenti EA offrono una vasta gamma di informazioni sulle risorse della vostra azienda, ma ci vuole esperienza per sapere esattamente cosa significano i numeri.

L’automazione fa risparmiare tempo

Molti degli strumenti di EA sono giustamente orgogliosi della loro capacità di connettersi alle reti di computer e di raccogliere automaticamente informazioni. Abbiamo raggiunto un livello di sviluppo in cui è già disponibile un bel po’ di telemetria tramite API e strumenti di debug. Tutto questo può essere raccolto in un’interfaccia utile in modo che possiamo vedere cosa sta succedendo.

Naturalmente l’automazione non è perfetta. Un esempio? La trama di Jurassic Park parte dal fallimento di un programma per computer nel fare un censimento accurato dei dinosauri sull’isola. È programmato solo per rintracciare i dinosauri di cui è a conoscenza e quindi non tiene conto del fatto che i dinosauri si stanno riproducendo. Questa cecità rappresenta un pericolo anche per i sistemi EA.

Una singola fonte di verità è essenziale

Si impiega troppo tempo a cercare le informazioni corrette. Gli strumenti di EA agiscono come un’unica fonte di informazioni che consente di risparmiare tempo. Può essere costoso costruire l’infrastruttura, ma una volta che è in funzione, la verità è facile da trovare. Allo stesso tempo, è importante sapere che, nonostante la promessa del software EA di fornire un’unica fonte di verità, raramente esistono singole fonti di verità. Anche quando lo fanno, possono sbagliarsi e non ci sarebbe modo di saperlo. Quando c’è una sola opinione, non c’è consenso e nessuna opportunità di analisi.

Tuttavia, una torcia, non importa quanto debole, è meglio che muoversi nell’oscurità. Piuttosto che ossessionarsi su come il software probabilmente non mapperà perfettamente la vostra azienda, è meglio mettere da parte queste esitazioni e andare avanti con il difficile compito di catalogare e monitorare la cornucopia dell’elaborazione dei dati che la vostra azienda ha prodotto.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!