6 modi in cui Alibaba Cloud sfida AWS, Azure e GCP

Dalle innovazioni in storage e rete alle soluzioni AI, Alibaba Cloud offre una serie di vantaggi rispetto ai principali competitor nel cloud

alibaba cloud

Alibaba Cloud è il terzo fornitore cloud a livello globale, dietro Amazon Web Services e Microsoft Azure. E’ la spina dorsale tecnologica che supporta le attività di Alibaba, il gigantesco conglomerato cinese le cui attività commerciali spaziano dal retail ai servizi finanziari, dalla logistica al digital branding e marketing. Le offerte di Alibaba Cloud sono sostanzialmente simili a quelle di AWS, Microsoft Azure e Google Cloud, ma il colosso cinese ha alcune caratteristiche peculiari.

Entrato più tardi rispetto ai competitor sul mercato cloud internazionale, Alibaba Cloud ha tasche profonde e un forte desiderio di superare Amazon a livello globale. Nell’aprile di quest’anno ha annunciato che nei prossimi 36 mesi investirà 28 miliardi di dollari in infrastrutture. L’investimento comprende lo sviluppo di data center, sistemi operativi personalizzati e semiconduttori per soluzioni con accelerazione hardware.

Per mettere in prospettiva Amazon e Alibaba, va sottolineato che Amazon è un rivenditore. Possiede i magazzini e la supply chain e vende direttamente al cliente. Alibaba è un marketplace e mette semplicemente in contatto acquirenti e venditori. Questo ha un paio di conseguenze. In primo luogo, i sistemi di gestione della supply chain e dell’inventario di Amazon sono considerati vantaggi competitivi, quindi l’azienda non ha interesse a vendere soluzioni per la supply chain che sfruttano la sua esperienza. In secondo luogo, i margini di profitto sono molto più elevati per Alibaba (23,3 per cento rispetto al 4,1 per cento di Amazon nel 2019), che li può reinvestire nelle sue offerte.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Ecco sei modi in cui Alibaba Cloud può competere, e superare, gli altri principali fornitori cloud.

1. Un numero più alto di servizi

Amazon Web Services ha 175 servizi. Nell’ultima metà del 2019 Alibaba ha annunciato 597 nuovi prodotti e 300 soluzioni nel suo portafoglio, dove chiunque può trovare qualcosa che gli serve. Alibaba Cloud si rivolge sia alle imprese che alle PMI e offre una soluzione per ogni esigenza, dall’allevamento di suini (letteralmente) ai finanziamenti. Basta riuscire a orientarsi nella sua ampia offerta.

2. Storage computazionale

Lo storage computazionale è una vecchia idea che sta finalmente trovando applicazione. Date le enormi quantità di dati che vengono elaborati oggi, non c’è altra scelta che ottimizzare i percorsi hardware dei dati dal disco all’applicazione e spingere il calcolo il più vicino possibile all’archiviazione. A dicembre 2019 è stata rilasciata una bozza di standard per lo storage computazionale, ma esiste anche hardware proprietario, per lo più limitato ai computer personalizzati di fascia alta come la serie Nvidia DGX.

Poiché Alibaba Cloud supporta il gruppo e-commerce di Alibaba, viene utilizzato per elaborare volumi di dati davvero eccezionali, con un accesso a bassa latenza altrettanto impressionante. Per esempio, durante l’ultimo “singles day” (la “giornata dei single”, che si celebra ogni anno l’11 novembre) il database PolarDB di Alibaba Cloud ha elaborato un valore lordo delle merci (GMV) pari a 30 miliardi di dollari in 24 ore, con un picco di 12 miliardi di dollari nella prima ora, mentre gli acquirenti si affrettavano ad acquistare prima che i commercianti esaurissero le scorte. Con così tante entrate in gioco, si capisce perché Alibaba Cloud presta così tanta attenzione ai database che supportano l’evento – e una delle tecniche che usa è lo storage computazionale.

Si tratta di un concetto in rapida evoluzione. Al livello più elementare, PolarDB utilizza dispositivi FPGA per eseguire una compressione trasparente dei dati, che vengono decompressi all’interno del loro percorso e il driver del kernel non riconosce alcuna differenza. Ciò può comportare una riduzione fino al 50% dei tempi di risposta per le query più comuni, e la media è del 30% circa. Questo è solo uno dei vantaggi della compressione, e le prestazioni migliorano man mano che viene sviluppato firmware aggiuntivo.

3. Compatibilità e prestazioni del database

PolarDB è l’offerta di database principale per i clienti di Alibaba che richiedono una elevata velocità di trasmissione dati. Il database utilizza InnoDB come motore di archiviazione, lo stesso di MySQL, ma fortemente modificato per l’uso nativo in cloud. PolarDB è stato progettato pensando all’accelerazione hardware, così come lo storage computazionale menzionato in precedenza, e utilizza l’accesso diretto alla memoria remota (RDMA) per connettere lo storage e i nodi di calcolo, rimuovendo i colli di bottiglia di I/O.

Alibaba ha un approccio un po’ diverso alla migrazione del database. Anziché offrire un database proprietario insieme agli strumenti di migrazione, ha reso PolarDB compatibile con la maggior parte dei database utilizzati in ambienti business. Esistono versioni che possono eseguire query da MySQL, PostgreSQL e un ampio sottoinsieme di Oracle Database. In linea teorica, è possibile eseguire qualsiasi applicazione su PolarDB lasciandola invariata, un percorso significativamente più semplice verso il cloud rispetto al porting della logica dell’applicazione.

4. Cloud Enterprise Network (CEN)

Alibaba Cloud gestisce la propria rete interregionale, con la possibilità di controllare la latenza e la larghezza di banda tra le parti delle applicazioni che operano in diverse regioni. Altri provider utilizzano Internet pubblico per connettere le regioni, lasciando l’utente in balia della congestione regionale.

Alibaba Cloud raggiunge questo obiettivo attraverso la sua offerta software-defined network, Cloud Enterprise Network, una rete globale per la creazione di un sistema aziendale distribuito e cloud ibrido. Il CEN è una rete che collega VPC (Virtual Private Clouds) e VBR (Virtual Bridging Router). È fondamentalmente una soluzione di rete virtuale da regione a regione. Ciò è particolarmente utile per le operazioni in Cina, dove il Great Firewall introduce spesso molta latenza. Il CEN offre garanzie di latenza e larghezza di banda ed è la stessa infrastruttura di rete utilizzata da Alibaba per le sue offerte di e-commerce.

5. Intelligence Brains

Alibaba non vincerà alcun premio per l’originalità dei nomi dei suoi servizi, ma i suoi “Intelligence Brains” risolvono davvero problemi di vasta portata. E’ una delle offerte più entusiasmanti e innovative di Alibaba, resa possibile, in parte, dall’ambiente politico e commerciale in cui opera. Mostra dove possono arrivare le tecnologie di intelligenza artificiale implementate su larga scala.

Mentre i componenti tecnologici sono disponibili su Google, Microsoft e Amazon, è necessario un system integrator per progettare, costruire, testare e supportare la soluzione finale. Le offerte di Alibaba sono soluzioni chiavi in mano, supportate direttamente dal fornitore.

Alibaba Cloud ET Brains sono progettati per fungere da piattaforme intelligenti per risolvere complessi problemi aziendali e sociali. Esistono Brains per settori quali smart city, sanità, manifattura, aviazione, ambiente e finanza. Ogni Brain è una soluzione complessa che meriterebbe un approfondimento a parte, ma per aver un’idea delle offerte qui ne presentiamo due: City Brain e Financial Brain.

  • City Brain, attualmente utilizzato a Hangzhou, una città della Cina orientale con 21 milioni di abitanti, gestisce il flusso del traffico, i trasporti pubblici e la sicurezza pubblica integrando eventi e allarmi provenienti da sensori situati in tutta la città. Se un allarme rileva un incendio, vengono inviate ambulanze e squadre di vigili del fuoco, viene calcolato il percorso più veloce attraverso il traffico e vengono sequenziati i semafori, riducendo il tempo di arrivo fino al 49%.

Nella versione 2.0 City Brain migliora i servizi antincendio fornendo informazioni sulla pressione dell’acqua, il numero e le posizioni degli idranti antincendio nell’area, le posizioni dei gasdotti e di altre infrastrutture critiche.

City Brain viene utilizzato anche per migliorare il trasporto pubblico esaminando i segnali video, Wi-Fi e dei gestori telefonici e calcolando il rendimento ottimale per i passeggeri. In base alle informazioni rilevate può reindirizzare navette e autobus, ottimizzare la distribuzione di taxi e regolare le frequenze degli autobus per ridurre al minimo i ritardi.

Sembra una visione futuristica, ma è un’offerta commerciale di Alibaba Cloud.

  • Finance Brain offre applicazioni finanziarie pronte all’uso. Gestire una società nel settore altamente regolamentato dei servizi finanziari richiede molte risorse, non solo per superare le sfide normative, ma anche per impostare e gestire gli strumenti IT necessari.

Nei paesi in via di sviluppo, dove ci sono molte persone che non hanno un conto in banca, il credito è un settore in crescita, a condizione che si sappia modellare correttamente il rischio. Ma, visti i bassi margini, come è possibile offrire credito e realizzare un profitto? Finance Brain offre una soluzione.

La modellazione del rischio di credito viene offerta come una soluzione più o meno pronta all’uso, con modelli predefiniti, basati su un set di variabili comunemente utilizzate, che possono essere facilmente gestiti. Basta aggiungere i dati e modificare i modelli, con gli strumenti a disposizione, per ottenere un’offerta di credito istantanea. Non è la soluzione adatta per i grandi investimenti, ma è perfetta per i microcrediti. I modelli possono essere implementati come API RESTful nel servizio EAS PAI (Platform for AI), in modo che terze parti (per esempio un grande magazzino o un commerciante locale) possano integrarsi con la propria piattaforma di credito, abilitando un ecosistema di partner.

6. Sicurezza su misura

Alibaba Cloud ha recentemente annunciato la possibilità di “portare la propria chiave” per fornire una protezione end-to-end dei dati a riposo. Gli altri principali cloud provider offrono questa opzione da tempo, ma con le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti ai massimi storici, questa mossa offre una garanzia di sicurezza in più alle aziende che considerano Alibaba. A parte la crittografia post-quantistica (dove la Cina sembra avere un vantaggio), i dati dovrebbero essere al sicuro ovunque si trovino nell’ecosistema di Alibaba.

La crescita su scala globale

Alibaba Cloud ha una serie impressionante di offerte, sviluppate inizialmente per i mercati asiatici, che oggi possono competere con i provider più consolidati. Per le aziende che hanno attività commerciali in Asia, Alibaba Cloud è una scelta ovvia.

Ma anche le aziende che non operano sui mercati asiatici lo stanno prendendo in considerazione, sia per la sua efficienza in termini di costi, sia per il costante sviluppo di tecnologia all’avanguardia (come lo storage computazionale).

Tra le mosse più recenti nella strategia di espansione di Alibaba Cloud in area EMEA c’è l’accordo di distribuzione con Arrow Electronics, fornitore di componenti elettronici e IT.