4 progetti pilota aziendali nel segno della realtà aumentata e virtuale

L’Head-Up Computing a mani libere si sta facendo strada in una vasta gamma di settori, grazie all’emergere della realtà estesa (XR), la categoria tecnologica universale che comprende realtà aumentata (AR), realtà virtuale (VR) e realtà mista (MR). Le aziende stanno adottando XR per una varietà di scopi commerciali, dalla riparazione di aerei di linea e dalla ottimizzazione della produzione fino alla formazione dei dipendenti e alla fornitura di assistenza remota al personale di assistenza sul campo.

Con l’AR i dipendenti accedono alle informazioni tramite smartphone, tablet e visori, con software apposito che sovrappone immagini digitali e testo su oggetti fisici nel mondo reale. Con la realtà virtuale, le applicazioni in esecuzione sui visori immergono gli utenti in un ambiente digitale. MR (Mixed Reality) unisce elementi di AR e VR.

L’adozione da parte delle aziende della tecnologia AR/VR era in aumento nel 2020, ma quando il coronavirus ha colpito il mondo intero IDC ha ridotto le sue stime per la spesa mondiale per la categoria a 10,7 miliardi dai 18,8 miliardi previsti inizialmente, poiché le aziende hanno dato la priorità ad altri investimenti per garantire la continuità aziendale. Andando avanti, tuttavia, i requisiti di lavoro a distanza, i processi aziendali contactless e i luoghi di incontro virtuali e “aumentati” suggeriscono un aumento della domanda prevista per la tecnologia AR/VR secondo l’analista di IDC Marcus Torchia.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Già ora comunque diverse aziende stanno portando avanti progetti pilota in ambito AR/VR e noi vi riportiamo quattro dei più interessanti e promettenti.

AR per collaborare alla progettazione degli pneumatici

Alla fine del 2019 The Goodyear Tire & Rubber Co. ha iniziato a testare un visore AR di RealWear per aiutare a virtualizzare determinate operazioni negli impianti di produzione industriale da Akron, Ohio, al Lussemburgo, afferma John Wright, direttore senior IT della tecnologia globale del produttore di pneumatici, il cui team supporta più di 1.500 ingegneri Goodyear.

Il display RealWear, che si ripone ordinatamente sotto un elmetto e può essere controllato tramite comandi vocali, aiuta Goodyear a collaborare con fornitori e clienti nella progettazione, costruzione e test dei suoi pneumatici su varie automobili.

Grazie all’integrazione di RealWear in Microsoft Teams, gli ingegneri di produzione di Goodyear hanno collaborato con i progettisti in Germania per testare come funzionerebbero pneumatici di grandi dimensioni sulle macchine minerarie. Inoltre, gli ingegneri che in precedenza potevano essere chiamati negli stabilimenti nelle prime ore del mattino per lavorare sui problemi della linea di produzione, possono ora fornire assistenza remota al personale che indossa RealWear in loco tramite sessioni di Teams.

AR nella fonderia di chip

GlobalFoundries sta utilizzando la realtà aumentata a scopo di formazione come parte dell’approccio dell’azienda verso la ricerca di nuove “leve dell’innovazione”, come afferma DP Prakash, responsabile globale dell’innovazione del produttore di chip.

GlobalFoundries utilizza visori RealWear e software AR di PTC per aiutare il lavoro in fabbrica e per memorizzare le informazioni, modificarle e riprodurle con sovrapposizioni contestuali per formare stagisti o altri dipendenti alle prime armi. L’approccio in chiave AR consente a GlobalFoundries di mantenere operative procedure standard 10 volte più velocemente rispetto agli sforzi precedenti utilizzando una videocamera. Complessivamente, GlobalFoundries ha ridotto il tempo di formazione fino al 50% utilizzando la realtà aumentata, alleviando così un punto dolente per l’azienda. “Il fattore di efficienza rende l’AR un punto di svolta”, afferma Prakash.

realtà aumentata

La soluzione AR di GlobalFoundries consente inoltre agli ingegneri che lavorano da uno qualsiasi dei 10 stabilimenti dell’azienda di trasmettere il proprio lavoro tramite feed video in diretta a un ingegnere remoto, che può fornire indicazioni per aiutare il lavoratore a completare le riparazioni e altre attività.

AR in volo

La compagnia aerea Airbus sta sperimentando gli occhiali AR ThinkReality X6 di Lenovo per ridurre gli errori e i tempi di riparazione per la manutenzione degli aerei. Un tecnico Airbus può così indossare gli occhiali e ricevere istruzioni da un esperto che guida il lavoro dell’ingegnere da remoto tramite trasmissione in live streaming. L’ingegnere potrebbe anche accedere e condividere i disegni CAD con l’esperto remoto.

Altri casi d’uso consentono ai piloti di visualizzare le liste di controllo e altri documenti prima e durante i voli. Tali casi di assistenza remota diventeranno comuni anche nella sanità e nella produzione. Lenovo prevede anche che i knowledge worker remoti accedano ai servizi aziendali nel cloud dagli occhiali X6 senza doversi portare dietro i laptop.

XR per la formazione sui servizi sociali

Mentre la capacità di lavorare a mani libere da luoghi remoti è un fattore chiave per l’XR nei settori industriali, i servizi sanitari e sociali utilizzano la realtà estesa per formare i dipendenti, come afferma Rori DuBoff, amministratore delegato di Accenture Interactive. Ad esempio, Accenture consente agli operatori inesperti di ricevere simulazioni di formazione tramite visori VR.

Il contenuto utilizza uno storytelling coinvolgente e scenari vocali interattivi per aiutare gli operatori ad affinare le proprie capacità decisionali. L’obiettivo, afferma DuBoff, è quello di mettere il nuovo personale al passo con gli scenari del mondo reale il più rapidamente possibile. “Questi casi d’uso continueranno a crescere perché i risparmi sui costi sono enormi”, afferma DuBoff, secondo cui i casi d’uso XR prolifereranno man mano che il 5G emergerà per eliminare i problemi di latenza che ostacolano l’XR oggi.

Raccomandazioni strategiche

Il consenso tra gli esperti è che l’XR maturerà man mano che le tecnologie miglioreranno e diventeranno disponibili a un costo inferiore e man mano che le aziende troveranno modi per scalare soluzioni per aumentare il valore aziendale. Mentre l’AR, in particolare, guadagnerà terreno tra i lavoratori in prima linea negli ambienti industriali fino al 2021, la saturazione del mercato è ancora lontana anni secondo Gartner.

Secondo l’analista di Gartner Tuong Huy, le organizzazioni dovrebbero dare la priorità allo sviluppo di funzionalità del prodotto, in particolare sugli smartphone, che affrontano opportunità di alto valore identificando aree in cui le esperienze AR possono migliorare l’efficienza per attività complesse o per attività che hanno costi elevati associati a sprechi e tempi di inattività. Infine, le aziende dovrebbero anche creare casi di studio per mostrare come le loro soluzioni influenzano l’efficienza, l’efficacia e la riduzione dei costi.