10 cose che i CIO possono fare per aumentare la brand awareness

Collaborando con i team marketing i CIO possono contribuire attivamente allo sviluppo e al miglioramento del profilo aziendale. Ecco come

trasformazione digitale

Secondo una ricerca di Harvey Nash, oltre la metà dei CIO ritiene che nei prossimi cinque anni la propria carriera seguirà percorsi al di fuori dell’IT. In particolare stanno acquisendo sempre maggiore importanza le operazioni di marketing che delineano una visione digitale per le aziende che forniscono prodotti e servizi IT.

Collaborare con i Chief Marketing Officer e il reparto marketing è importante, ma i CIO devono anche svolgere un ruolo attivo nel promuovere l’azienda.

Qui vediamo come i CIO possono contribuire alla definizione e alla crescita del profilo aziendale attraverso i social media, il coinvolgimento dei clienti e la scelta di “brand ambassador”.

1. Essere aperti e abbracciare nuove idee

Le aziende stanno cercando di sviluppare nuovi modi per promuovere l’innovazione al loro interno e ottenere un vantaggio competitivo. Correre dei rischi e sperimentare diverse tecniche di marketing può aiutare l’azienda a innovarsi. Nuove tecnologie, servizi e strategie, abbinati a idee creative, possono contribuire alla crescita del profilo aziendale.

I CIO devono essere aperti e flessibili e abbracciare nuove idee, sia per promuovere il cambiamento sia per mantenere coinvolti i clienti. L’uso di riunioni di gruppo, hackathon e presentazioni di progetti sono ottimi modi per ricevere feedback dai colleghi, aggiungere valore all’azienda e migliorare complessivamente la percezione del brand.

2. Coinvolgere i clienti

Le aziende stanno diventando più orientate al cliente, con i CIO che aumentano le loro capacità di coinvolgimento dei clienti come un modo per sviluppare la strategia aziendale.

L’utilizzo di strumenti social e l’incontro faccia a faccia con i clienti possono contribuire a creare una presenza sui media e garantire la fedeltà dei clienti. Il coinvolgimento con i clienti può aiutare i CIO a ottenere informazioni dettagliate sulle loro esigenze e tenere il passo con le loro esigenze tecnologiche.

Un migliore coinvolgimento dei clienti può aiutare le aziende a investire in nuovi prodotti e servizi. Per questo i CIO e i team di assistenza clienti dovrebbero collaborare per individuare e promuovere nuovi processi aziendali, con l’obiettivo di migliorare l’esperienza del cliente e risolvere eventuali problemi aziendali.

I CIO dovrebbero sviluppare un profilo del cliente attraverso strumenti quali Twitter Analytics, per esempio, che permettono di monitorare l’attività online, forniscono report dettagliati basati su Mi piace, prossimità e condivisioni, e possono aiutare a identificare nuovi possibili. Questo è ottimo modo per creare una consapevolezza del marchio e allo conoscere meglio il comportamento di acquisto dell’utente.

3. Avere una strategia

I CIO che desiderano aumentare il profilo dell’azienda devono elaborare una strategia chiara e definita con un calendario gestibile. Un piano dettagliato dovrebbe includere costi, tecniche di marketing e ruoli specifici all’interno del team.

La strategia dovrebbe combinare competenze, esperienze e aree di miglioramento garantendo nel contempo che la soddisfazione delle aspettative. Un modo efficace per farlo è attraverso l’assegnazione di compiti e un calendario di comunicazioni regolari con i team attraverso strumenti di collaborazione come Trello e Slack. Utilizzare uno strumento di analisi e fissare obiettivi rigorosi e misurabili permette di mantenere il budget, raggiungere migliori risultati di marketing e rispondere alle aspettative degli azionisti.

4. Conquistare nuovi clienti

I CIO dovrebbero allinearsi con i team di marketing e svolgere un ruolo attivo nell’attrarre clienti verso il brand.

Un’azienda può incoraggiare i clienti a visitare il suo sito offrendo prove gratuite, sconti su acquisti futuri e premi per iscriversi a una newsletter.

Un programma referral funge da ricompensa per i clienti attuali e può generare passaparola preziosi per promuovere un prodotto o un servizio. Questi programmi possono indirizzare nuovi clienti al proprio prodotto o marchio, aumentando al contempo la riconoscibilità del profilo aziendale.

Per una campagna efficace, CIO e CMO dovrebbero collaborare e promuovere il programma attraverso pubblicità, comunicazioni dirette o social media.

5. Usare i social media

I progressi digitali hanno visto le aziende diventare più attive sui social media. Twitter, Facebook e LinkedIn hanno permesso alle aziende di creare una rete di utenti, creando maggior coinvolgimento e brand awareness. L’uso di SEO, hashtag e strumenti di gestione dei social media come Buffer e Hootsuite sono modi economici che le aziende possono utilizzare per far crescere la propria base di utenti.

Questo spostamento verso i social media ha portato le aziende a importanti investimenti, in termini di tempo e di denaro, in strumenti social per diffondere notizie, prodotti e servizi. Utilizzando vari strumenti, le aziende possono soddisfare le richieste degli utenti e migliorare l’esperienza complessiva del cliente.

6. Affinare il proprio “unique selling point” (USP)

I progressi della tecnologia hanno portato a crescenti aspettative da parte dei consumatori, quindi alcune aziende stanno riconsiderando il loro unique selling point (USP), ovvero la caratteristica che distingue quell’azienda dai competitor.

Mentre ogni azienda ha una propria strategia, i CIO stanno trovando nuovi modi per distinguere la propria attività dai concorrenti e aumentare il profilo aziendale.

I CIO dovrebbero inviare un messaggio chiaro di ciò che l’azienda vuole raggiungere, che può essere comunicato attraverso un logo, uno slogan o una campagna di marketing che definiscono il brand in modo concreto e unico.

Ciò può aiutare ad attirare l’attenzione di nuovi follower e clienti, spingendo al contempo l’azienda verso una maggiore performance e crescita complessiva.

7. Scegliere i “brand ambassador”

Il supporto di brand ambassador può aiutare a sostenere i prodotti aziendali e aumentare la brand awareness.

Un brand ambassador, che può essere interno o esterno all’azienda, deve contattare la stampa locale, incontrare i clienti e offrire presentazioni ai potenziali clienti, promuovendo il marchio in modo positivo.

Oggi alcune aziende scelgono come brand ambassador, magari per un periodo di tempo limitato, i propri clienti storici, che possono promuovere sia i prodotti sia i valori fondamentali del brand. Un ambasciatore dovrebbe avere una grande conoscenza e una comprensione approfondita dell’azienda che rappresenta, in modo da poter trasmettere un’immagine credibile e degna di fiducia ai propri clienti.

Quando assumono un ambasciatore, i CIO devono offrire moduli di feedback a utenti e clienti aziendali allo scopo di capire come è possibile migliorare l’immagine dell’azienda, identificare il mercato di riferimento e le aspettative dei clienti.

8. Conoscere e sviluppare la strategia di marketing

Può essere difficile per un CIO migliorare l’immagine aziendale se non ha esperienza e competenze nel marketing.

Oltre a conoscere i concorrenti e i trend di mercato, i CIO dovrebbero rivedere la strategia di marketing esistente per valutare gli obiettivi raggiunti.

Una strategia efficace dovrebbe contenere fatti, cifre e informazioni, che dovrebbero fornire la base di partenza quando si lancia una nuova campagna. Le indagini di mercato dovrebbero aiutare a identificare le aree di interesse, mentre si sviluppa anche l’USP.

Se si sta verificando un grande cambiamento di immagine, e se il budget lo permette, è utile rivolgersi a società di analisi esterne per valutare la brand awareness della propria azienda.

9. Fare networking

Il networking è un’opportunità per costruire il brand di un’azienda e le sue relazioni, oltre a essere una ricca fonte per l’apprendimento.

I CIO dovrebbero comunicare, sia online che di persona, con utenti, clienti e venditori per creare un coinvolgimento migliore e promuovere l’azienda. I social media, i gruppi di rete e gli eventi del settore possono contribuire ad aggiungere credibilità al marchio e comunicare le competenze al pubblico più ampio.

Poiché la costruzione della relazione richiede tempo, i CIO devono assicurarsi di mantenere la propria base di contatto attraverso follow-up, riunioni periodiche e videoconferenze.

10. Pubblicare contenuti originali

Le aziende dovrebbero pubblicare regolarmente notizie, post o aggiornamenti sul proprio sito web per mantenere vivo l’interesse degli utenti.

La generazione di contenuti, che possono essere condivisi su più canali social, può fornire risposte alle domande dei clienti e dare all’azienda un feedback sulla propria offerta.

Ho presentato il nostro primo blog Yotel con un nuovo focus sul content marketing per SEO e per aumentare il profilo del brand con futuri e attuali ospiti”, ha spiegato Fergus Boyd, responsabile IT di Yotel. “Questo ci ha permesso di posizionarsi meglio sui motori di ricerca di Bing e Google, facendoci anche risparmiare sulle ricerche a pagamento”.

Multimedia come infografiche e animazioni possono anche aiutare a far sì che i contenuti prendano vita senza l’uso di gergo tecnico. Le piattaforme dei social media sono perfette per far conoscere i contenuti e l’attività dell’azienda, aumentando anche il traffico verso il sito web.

AUTOREChloe Dobinson
FONTECIO UK
CIO
Con informazioni, approfondimenti ed eventi ad hoc, CIO Italia è una risorsa preziosa per tutti i leader delle strutture IT e i decisori delle strategie tecnologiche aziendali.