Zoho, la suite di Smart Working gratuita fino all’1 luglio

A disposizione delle PMi fino a 25 dipendenti anche ESAP, programma di emergenza con 3 mesi di accesso gratuito alle applicazioni Zoho

Zoho remotely

Zoho Corporation ha lanciato due iniziative per aiutare le aziende ad affrontare l’emergenza Coronavirus. Zoho Remotely è una piattaforma di collaborazione virtuale con 11 applicazioni progettate per lo smart working complete e funzionali (non freemium), che l’azienda mette a disposizione gratuitamente fino all’1 luglio.

Si tratta di strumenti integrati di collaborazione e produttività che assicurano la continuità aziendale, consentendo ai team di lavorare a stretto contatto da remoto, spiega una nota di Zoho, che si impegna a rivalutare la situazione all’1 luglio per estendere eventualmente il periodo gratuito se la situazione Coronavirus non sarà ancora sotto controllo.

L’altra iniziativa riguarda lo Small Business Emergency Subscription Assistance Program (ESAP) per le PMI, con cui Zoho si impegna ad aiutare fino a 20.000 piccole imprese clienti con meno di 25 dipendenti, esonerandole dal pagamento dell’abbonamento alle applicazioni in uso per un massimo di tre mesi. Il programma ESAP ha la finalità di alleggerire l’onere finanziario che grava sulle piccole imprese clienti in questo momento difficile.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication.     SCOPRI DI PIÙ >>

“Le aziende sono in difficoltà, stanno sperimentando una situazione economica pressante a livello di fatturato e flussi di cassa”, afferma nella nota Sridhar Vembu, co-fondatore e CEO di Zoho. “Ogni tipo di supporto che noi e altre aziende possiamo offrire, per mantenere a galla queste piccole imprese è di fondamentale importanza. Ci sentiamo coinvolti in prima linea e il contributo di ogni azienda sarà di supporto alla nostra comunità per superare questa pandemia”.

CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.