IT Security, fusione da 2 miliardi tra FireEye Products e McAfee Enterprise

Il private equity STG ha acquisito le due divisioni e le riunirà in un’unica entità. Intanto la parte restante di FireEye si è ribattezzata Mandiant

acquisizioni

Il private equity californiano Symphony Technology Group (STG) ha annunciato che fonderà FireEye Products, divisione di FireEye che ha appena acquisito per 1,2 miliardi di dollari, con la divisione Enterprise di McAfee, che ha acquisito nel marzo scorso per 4 miliardi, creando così un colosso del software di cybersecurity da oltre 40mila clienti, 5mila dipendenti e quasi 2 miliardi di dollari di fatturato.

La nuova realtà ha un portafoglio che comprende soluzioni di protezione di endpoint, applicazioni, infrastrutture e cloud, e sarà guidata da Bryan Palma, che era l’Executive VP Products di FireEye, ma non ha ancora un nome. Quel che si sa è che STG con l’acquisizione di FireEye Products ha rilevato anche il marchio FireEye, mentre il brand McAfee dovrebbe restare alla divisione consumer di McAfee, che non è coinvolta nella fusione.

Palma ha nel curriculum i ruoli di President e CEO di BlackBerry, Senior VP e General Manager of Americas Customer Experience di Cisco, e VP Cyber and Security Solutions sia in Cisco che in Boeing. Sarà affiancato nel ruolo di CFO da Ian Halifax, che era CFO di Riverbed Technologies.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

La parte rimanente di FireEye, che è quotata in Borsa, è stata ribattezzata Mandiant, che era il nome di una società di cyber security acquisita da FireEye nel 2013. Dopo lo scorporo della divisione Products, le principali aree di offerta che rimangono in Mandiant – che sarà guidata dal CEO di FireEye, Kevin Mandia – sono le soluzioni di threat intelligence e quelle di incident response, che nel 2020 hanno fatturato circa 400 milioni di dollari, crescendo di oltre il 20%.

La divisione Products invece era la parte più grande di FireEye ma nel 2020 è calata di circa il 3%, da 558 a 540 milioni, con profitti operativi per 28 milioni, mentre l’altra protagonista della fusione, la divisione Enterprise di McAfee, nel 2020 ha fatturato 1,35 miliardi di dollari (+1,2% rispetto al 2019) con perdite operative di 180 milioni.

Secondo il sito specializzato CRN c’è una certa sovrapposizione tra le offerte di McAfee Enterprise e FireEye Products nelle aree network, endpoint e cloud security. In particolare Cloudvisory di FireEye si sovrappone al portafoglio di cloud security di McAfee, ed entrambe entrano nell’operazione di fusione con una propria piattaforma SIEM (Security Information and Event Management (SIEM), rispettivamente Helix di FireEye ed Enterprise Security Manager di McAfee.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!