Quanto vale Salesforce in Italia: 28,6 miliardi e 93mila posti in 5 anni

Benefici anche per i partner: secondo lo studio “The Salesforce Economic Impact” di IDC incassano 5 euro per ogni euro incassato dal fornitore

Salesforce economy

Salesforce ha annunciato oggi i risultati del nuovo studio “The Salesforce Economic Impact” condotto da IDC, secondo cui la stessa Salesforce e il suo ecosistema di partner creeranno globalmente 9,3 milioni di nuovi posti di lavoro e 1600 miliardi di dollari in nuovi ricavi entro il 2026, di cui in Italia 93.300 posti di lavoro e 33,9 miliardi di dollari (28,6 miliardi di euro) di nuovo fatturato.

Lo studio rivela inoltre che lavorare su Salesforce è un’opportunità di crescita anche per l’ecosistema di partner, che attualmente in Italia incassano 5 euro per ogni euro incassato da Salesforce, e che entro il 2026 vedranno aumentare questo moltiplicatore a 6,26.

IDC definisce la “Salesforce Economy” come l’impatto che Salesforce e il suo ecosistema di partner hanno sull’economia e sul mondo del lavoro sia a livello globale che di singolo Paese. Ciò include il calcolo dei ricavi e dei posti di lavoro generati direttamente nella customer base di Salesforce tramite l’impiego dei servizi cloud di Salesforce e quello dei suoi partner, nonché i posti di lavoro creati indirettamente nell’intero sistema economico del paese tramite il contributo di Salesforce e dei suoi dipendenti e partner.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

“Dal momento in cui un’azienda avvia un progetto, a cascata si vengono a generare benefici non solo per sé stessa ma per i suoi partner, fornitori, clienti e a loro volta questi benefici si estendono ai clienti dei clienti e così via. Nascono nuove filiere, nuovi ecosistemi: questa è la forza del digitale. Questa è la forza della Salesforce Economy”, ha dichiarato in un comunicato Mauro Solimene, Country Leader di Salesforce per l’Italia.

IDC ha inoltre condotto un’indagine globale coinvolgendo 525 aziende per analizzare l’adozione e i vantaggi del cloud computing. Ne emerge che il 74% delle organizzazioni ha già una strategia di trasformazione digitale e il 97% considera il cloud computing un leva importante per la messa a terra di tale strategia. Inoltre per effetto delle soluzioni Salesforce il 38% delle aziende ha intenzione di espandere la propria forza lavoro a nuove fasce della popolazione (ad esempio genitori con necessità di stare a casa e persone con disabilità), e il 36% vuole creare un ambiente di lavoro più flessibile.

Altra priorità di moltissime aziende oggi è la sostenibilità, e a questo proposito IDC prevede che dal 2021 al 2024, la migrazione globale dal software on-premise al cloud potrebbe ridurre fino a 1 miliardo di tonnellate di CO2, e il 39% dei clienti considera Salesforce come un supporto per raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità.

L’impegno di Salesforce per formare competenze digitali

“Per Salesforce non è sufficiente creare nuove tecnologie e opportunità di carriera. Sentiamo la necessità di aprire nuove strade per ottenere questi nuovi posti di lavoro”, aggiunge nel comunicato Solimene. “La nostra missione è sempre stata fornire alle persone gli strumenti di cui hanno bisogno per consolidare le proprie carriere e piani di business per competere nel mondo digitale”.

Solimene si riferisce al fatto che il 22% dei nuovi posti di lavoro creati in Italia tra clienti di Salesforce quest’anno richiede competenze digitali significative, come l’uso di strumenti di automazione, Internet of Things (IoT) e altre applicazioni complesse. Salesforce punta a facilitare l’acquisizione di tali competenze grazie a una serie di strumenti, tra cui Trailhead, la Trailblazer Community, e la Digital Talent Factory.

Trailhead è la piattaforma di apprendimento online gratuita dell’azienda, che ha consentito a più di 3,6 milioni di persone di ottenere le competenze richieste per il lavoro. Permette di guadagnare crediti riconosciuti a livello internazionale per una carriera nell’ecosistema Salesforce, e offre percorsi guidati per ruoli legati a Salesforce. Al momento sta introducendo tre nuovi profili aziendali per creare punti di ingresso in alcuni dei settori in più rapida crescita oggi: Marketer, Sales e Designer.

La Trailblazer Community è una rete globale di milioni di persone che si aiutano a vicenda per apprendere nuove competenze e accrescere il proprio potenziale con Salesforce. Offre una piattaforma online per connettersi da qualsiasi luogo, oltre a più di 1.300 gruppi regionali attivi e basati in tutto il mondo. A oggi, 3 su 5 Trailblazer concordano che la Community Trailblazer li abbia aiutati a ottenere un nuovo lavoro o una promozione.

Infine la Digital Talent Factory è il concept creato da Salesforce Italia (ne abbiamo parlato in questo articolo) per contribuire alla creazione delle competenze digitali sempre più richieste. Ruota intorno alla piattaforma gratuita di e-learning Trailhead, e ha l’obiettivo di formare talenti e colmare il gap delle competenze digitali presente oggi nel mondo del lavoro in Italia. Si rivolge a persone che non necessariamente devono avere una formazione tecnico-scientifica di base, ma che sono curiose e hanno una gran voglia di imparare e di costruirsi una carriera o di reinventarsi a livello professionale.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!