Vendite PC, tablet e telefoni cellulari: il 2020 sarà un anno da dimenticare

Le spedizioni globali di dispositivi (PC, tablet e telefoni cellulari) sono destinate a diminuire del 13,6% nel 2020, con un calo di circa 300 milioni di pezzi rispetto al 2019.

telefoni cellulari

Secondo le ultime previsioni di Gartner, le spedizioni globali di dispositivi (PC, tablet e telefoni cellulari) sono destinate a diminuire del 13,6% nel 2020, raggiungendo 1,9 miliardi di unità. “In realtà il calo previsto nel mercato dei PC in particolare avrebbe potuto essere molto peggiore” ha affermato Ranjit Atwal, direttore senior della ricerca presso Gartner. “Tuttavia, i lockdown decisi dai governi di mezzo mondo a causa del COVID-19 hanno costretto aziende e scuole a consentire a milioni di persone di lavorare da casa, facendo così aumentare la spesa per nuovi notebook, Chromebook e tablet per i lavoratori remoti. Anche gli istituti scolastici e governativi hanno aumentato la spesa per questi dispositivi per facilitare l’e-learning.”

Nel 2020, le spedizioni di PC dovrebbero diminuire del 10,5% rispetto al 2019. Si prevede che le spedizioni di notebook, tablet e Chromebook diminuiranno più lentamente rispetto al mercato dei PC desktop nel 2020. Gartner ha inoltre affermato che il 48% dei dipendenti probabilmente lavorerà in remoto almeno in parte dopo la pandemia di COVID-19, rispetto al 30% di pre-pandemia.

Nel complesso, il trend del lavoro da casa porterà i dipartimenti IT a spostare l’attenzione su più notebook, tablet e dispositivi Chrome per lavoro. “Questa tendenza farà sì che i notebook aziendali sostituiranno in gran parte i PC desktop fino al 2021 e al 2022”, ha affermato Atwal.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Si prevede poi che le spedizioni di telefoni cellulari totali (compresi quindi anche i più economici feature phone) diminuiranno del 14,6% nel 2020, mentre le spedizioni di smartphone avranno un calo leggermente più basso (-13,7%) su base annua, raggiungendo 1,3 miliardi di unità nel 2020.

“Mentre gli utenti hanno aumentato l’uso dei loro telefoni per comunicare con colleghi, partner di lavoro, amici e famiglie durante il lockdown, la riduzione del reddito disponibile comporterà un minor numero di consumatori che aggiornano i loro smartphone. Di conseguenza, la durata media della vita di uno smartphone si estenderà da 2,5 anni nel 2018 a 2,7 anni nel 2020”, continua Atwal.

Gli smartphone 5G rappresenteranno l’11% delle spedizioni totali di telefoni cellulari nel 2020, anno in cui ci si aspettava che questi modelli a prezzi accessibili avrebbero fatto da catalizzatore per aumentare le sostituzioni degli smartphone; non sarà però così secondo Gartner. “La consegna ritardata di alcuni modelli di punta 5G è un problema tuttora in corso” ha affermato Annette Zimmermann, vice presidente della ricerca presso Gartner. “Inoltre, la mancanza di copertura geografica del 5G insieme al crescente costo dei contratti telefonici 5G avrà un impatto sulla scelta di uno smartphone 5G.”

Nel complesso, la spesa per telefoni 5G sarà piuttosto lenta nella maggior parte delle regioni tranne che nella Cina, dove sono previsti continui investimenti nelle infrastrutture 5G che consentiranno ai fornitori cinesi di commercializzare in modo efficace gli smartphone 5G.