Raddoppia il mercato pc in Italia, trainato dallo smart working

Secondo Context nelle prime tre settimane di marzo le vendite di notebook e desktop in Europa sono aumentate del 38%, e nel nostro paese del 110%

pc notebook laptop

Non è una sorpresa il trend in sé, vista la situazione, ma i numeri sono notevoli: secondo la società di ricerca Context, il volume di pc venduti in Europa occidentale attraverso i maggiori distributori ICT è aumentato del 38% nelle prime tre settimane di marzo, rispetto allo stesso periodo del 2019. Un chiaro effetto della corsa allo smart working che si è verificata in tutti i Paesi dell’Europa occidentale man mano che la diffusione del coronavirus ha costretto i governi a segregare milioni di persone in casa.

Più precisamente secondo Context l’aumento è stato del 51% per i notebook, e del 9% per i desktop, e ovviamente gli incrementi maggiori si hanno nel comparto business rispetto a quello consumer, sia per i notebook (+56% contro +44%), sia per i desktop (+16% contro crescita zero).

Il mercato trainante è stato proprio l’Italia, dove la crescita del mercato pc addirittura è andata oltre il raddoppio (+110%) rispetto all’anno scorso, e anche questo non sorprende, visto che il nostro è stato il primo dei grandi paesi europei ad aver subito il “lockdown”. Il secondo è stato la Spagna e infatti è proprio la Spagna a registrare il secondo maggior incremento nelle vendite di pc (+87%), seguito da Germania (+52%) e Regno Unito (+50%), mentre è molto più contenuta la crescita in Francia: +5%.

Webinar Cloud Ibrido Azure Stack HCI

Webinar 23/06: accendi il potere dell'ibrido

Scopri come con Fujitsu PRIMEFLEX per Microsoft Azure HCI puoi creare facilmente un cloud ibrido su infrastruttura iperconvergente, gestibile con gli strumenti di amministrazione di Windows REGISTRATI ORA >>

La forte domanda, sottolinea Context, ha azzerato le scorte in molti di questi paesi, anche perché il riassortimento dei magazzini non è affatto facile per problemi sia nella fase di assemblaggio (perché non arrivano i componenti), sia in quella logistica, per cui comprare e soprattutto farsi consegnare nei tempi consueti un pc business nelle ultime settimane non è stato facile, e continuerà a non esserlo anche nelle prossime.

“Questa forte crescita della domanda è legata alla necessità di abilitare l’home working in moltissime aziende, e ci aspettiamo che sia passeggera”, commenta in una nota Marie-Christine Pygott, senior analyst di Context. “Nonostante questo è probabile che questa crisi abbia creato la consapevolezza della necessità di soluzioni digitali, e ci aspettiamo quindi un trend di lungo periodo di aumento degli investimenti in quest’area”.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.