Mercato PC: terzo trimestre in crescita grazie anche all’effetto Windows 7

Secondo IDC tra luglio e settembre il mercato PC è cresciuto del 3% a 70,4 milioni di unità, mentre Gartner parla di una crescita dell'1,1% a 68,1 milioni di unità.

Mercato PC

Il mercato PC è cresciuto nel terzo trimestre del 2019 anno su anno, in gran parte a causa delle tariffe incombenti e del vicino pensionamento di Windows 7. Secondo IDC tra luglio e settembre il mercato è cresciuto del 3% a 70,4 milioni di unità. Gartner, che misura la crescita in modo leggermente diverso, ha sostiene invece che il mercato dei PC sia cresciuto dell’1,1% a 68,1 milioni di unità. Gartner esclude però tablet come gli iPad e dispositivi con sistemi operativi alternativi come i Chromebook. IDC no.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Entrambe le aziende vedono comunque Lenovo, HP e Dell come i primi tre produttori di PC in tutto il mondo. Secondo IDC le vendite di PC negli USA sono cresciute con percentuali molto basse, ma non sono stati comunicati numeri precisi. Secondo Gartner invece le vendite di PC statunitensi sono diminuite dello 0,3%, raggiungendo i 14,8 milioni di PC.

L’analista di Gartner Mikako Kitagawa ha affermato che il ciclo di aggiornamento di Windows 10 ha contribuito maggiormente all’aumento delle vendite di PC, anche se questo variava in base alla regione. IDC ha attribuito la crescita anche alla domanda nel segmento commerciale, motivata dalle incombenti tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina. Gartner tuttavia non è d’accordo sul fatto che la guerra commerciale avesse avuto qualche influenza e sostiene anche che la carenza di CPU Intel, che era una preoccupazione all’inizio dell’anno, non ha avuto alcun effetto significativo sulle vendite nel Q3 2019.

“Il ciclo di aggiornamento di Windows 10 ha continuato a essere il principale motore di crescita in tutte le regioni, anche se l’entità dell’impatto variava in base alle condizioni del mercato locale e allo stadio del ciclo di aggiornamento”, ha affermato Kitagawa.

Sia IDC, sia Gartner hanno messo in luce l’avvicinamento della fine del supporto da parte di Microsoft per Windows 7, che terminerà ufficialmente a gennaio 2020. IDC ha previsto che la domanda dovrebbe accelerare. “Con l’avvicinarsi del 14 gennaio 2020 molte organizzazioni compiranno finalmente la migrazione a Windows 10 e ciò spingerà inevitabilmente verso l’alto le vendite di nuovi PC”, continua Kitagawa.

Secondo Gartner a livello globale i primi tre produttori di PC (Lenovo al 24,7%, HP al 22,4% e Dell al 16,6%) hanno tutti registrato una forte crescita, allargando il proprio vantaggio rispetto ai fornitori più piccoli. Secondo IDC Lenovo, HP e Dell hanno quote di mercato rispettivamente del 24,6%, 23,8% e 17,1%. Apple ha invece fatto registrare un trimestre in calo del 3,7% in tutto il mondo secondo Gartner e del 6,1% secondo IDC. Negli Stati Uniti Apple è comunque quarta nel mercato PC con una quota del 4,1%, seguita a poca distanza da Microsoft con il 3,2%.