La carenza globale di chip continuerà fino alla metà del 2022

Secondo le nuove stime di Gartner, la carenza globale di chip persisterà fino al 2021 e si prevede che riprenderà a livelli normali entro il secondo trimestre del 2022.

carenza globale di chip

Secondo le ultime stime di Gartner, la carenza globale di chip persisterà fino al 2021 e si prevede che riprenderà a livelli normali solo entro il secondo trimestre del 2022. La carenza di semiconduttori impatterà gravemente sulle supply chain e limiterà la produzione di molti tipi di dispositivi elettronici nel 2021. Le fonderie stanno aumentando i prezzi dei wafer e, a loro volta, i produttori di chip stanno aumentando i prezzi dei dispositivi”, ha affermato Kanishka Chauhan, principale analista di ricerca di Gartner.

La carenza di chip è iniziata principalmente con dispositivi fabbricati su nodi legacy presso fonderie da 8 pollici, che hanno una fornitura limitata. La carenza si è ora estesa ad altri dispositivi e ci sono limiti di capacità e carenze per substrati, materiali e test, che fanno tutti parte della catena di fornitura al di là delle fabbriche di chip. Si tratta di settori altamente commoditizzati con una flessibilità/capacità minima di investire in modo aggressivo con un breve preavviso.

Nella maggior parte delle categorie, si prevede che la carenza di dispositivi resterà fino al secondo trimestre del 2022, mentre i vincoli di capacità dei substrati potrebbero potenzialmente estendersi al quarto trimestre del 2022. Gli analisti di Gartner raccomandano agli OEM che dipendono direttamente o indirettamente dai semiconduttori di intraprendere quattro azioni chiave per mitigare il rischio e la perdita di entrate durante la carenza globale di chip:

Webinar Cloud Ibrido Azure Stack HCI

Webinar 23/06: accendi il potere dell'ibrido

Scopri come con Fujitsu PRIMEFLEX per Microsoft Azure HCI puoi creare facilmente un cloud ibrido su infrastruttura iperconvergente, gestibile con gli strumenti di amministrazione di Windows REGISTRATI ORA >>

  • Estendere la visibilità della supply chain: la carenza di chip rende essenziale per i leader della supply chain estendere la visibilità della catena di approvvigionamento oltre il fornitore fino al livello del silicio, che sarà fondamentale per superare i vincoli di fornitura e i colli di bottiglia.
  • Garanzia di fornitura con modello complementare e/o preinvestimenti: gli OEM che necessitano di componenti più piccoli e critici devono cercare di collaborare con entità simili e avvicinarsi alle fonderie di chip e/o agli operatori OSAT (Outsourced Semiconductor Assembly and Test) come entità combinate per ottenere un po’ più di influenza. Inoltre, se la scala lo consente, preinvestire in una parte della catena di fornitura di chip e/o nelle fonderie potrebbe garantire all’azienda una fornitura a lungo termine.
  • Monitorare gli indicatori principali: sebbene nessun parametro rilevante di per sé mostri come si evolverà questa situazione, una combinazione di parametri rilevanti può aiutare le organizzazioni nella giusta direzione. “Poiché l’attuale carenza di chip è una situazione dinamica, è essenziale capire come cambierà su base continua. Il monitoraggio degli indicatori principali, come gli investimenti di capitale, l’indice di inventario e le proiezioni di crescita dei ricavi del settore dei semiconduttori come indicatore precoce delle situazioni di inventario, può aiutare le organizzazioni a rimanere aggiornate sulla questione e capire come sta crescendo il settore in generale” ha affermato Gaurav Gupta, vicepresidente della ricerca a Gartner.
  • Diversificare la base dei fornitori: identificare una diversa fonte di chip e/o un partner OSAT richiederà lavoro e investimenti aggiuntivi, ma farebbe molto per ridurre il rischio. Inoltre, la creazione di strette relazioni strategiche con distributori, rivenditori e commercianti può aiutare a trovare piccoli volumi per componenti urgenti.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!