Come previsto (ne avevamo già parlato qui alcuni giorni fa), Google ha davvero acquisito la divisione smartphone di HTC e lo ha fatto per una cifra di 1,1 miliardi di dollari. Ad annunciarlo è stato Rich Osterloh di Google (ex CEO di Motorola), che ha sottolineato come, con questa acquisizione, alla grande G si unirà un team di talenti HTC come parte dell’organizzazione hardware di Mountain View.

Per quanto riguarda la cifra, che però non è stata ancora confermata da Google, ricordiamo che lo scorso anno la sezione smartphone di HTC era stata valutata circa 1,9 miliardi di dollari, ma l’andamento sempre più difficile di HTC sul mercato mobile (nonostante il buon successo del recente top di gamma HTC U11) ha evidentemente fatto abbassare il valore del brand taiwanese.

htc

 

In ogni caso, contando come nel passato Google abbia fatto acquisizioni molto più esose e non proprio vincenti (si pensi solo ai 12,5 miliardi di dollari sborsati per Motorola), questo nuovo “acquisto” appare molto più sensato e non solo per Google.

Il marchio HTC infatti potrebbe comunque tornare su prossimi smartphone e il produttore taiwanese, dopo essersi tolto finalmente di dosso un business che ormai era più un peso che altro, potrebbe dedicarsi completamente al settore della realtà virtuale e trovare nuove soluzioni per il suo visore Vive.

I benefici per Google sono ancora più evidenti, visto che la grande G, da sempre costretta ad affidarsi a produttori esterni per i suoi smartphone, avrà finalmente una propria divisione in grado di garantirle il controllo diretto sulla progettazione e la realizzazione degli smartphone. Per vedere i primi frutti di questa nuova organizzazione interna, bisognerà attendere però ancora diversi mesi e forse addirittura un anno con l’uscita dei prossimi Pixel di terza generazione.