Trimestre positivo per AMD grazie ai processori Ryzen 4000

Le vendite di PC portatili alimentati dai chip Ryzen 4000 hanno portato AMD a raddoppiare le entrate nel secondo trimestre 2020

amd su epyc 2

Nel secondo trimestre 2020 le entrate nel segmento notebook di AMD più che raddoppiate rispetto a un anno fa, grazie alle serie di processori Ryzen ed Epyc. Complessivamente AMD ha registrato profitti per 157 milioni di dollari, in forte aumento rispetto ai 35 milioni dello scorso anno, con ricavi che sono saliti del 26 percento a 1,93 miliardi di dollari. Il segmento AMD Computing & Graphics, che include le CPU Ryzen e le GPU Radeon, è cresciuto del 45% rispetto all’anno precedente, raggiungendo 1,37 miliardi di dollari.

Lisa Su, CEO di AMD, ha dipinto un quadro roseo per le prospettive dell’azienda. Nel terzo trimestre AMD prevede entrate per circa 2,55 miliardi di dollari. La maggior parte delle vendite proverrà dagli attuali prodotti Ryzen e server Epyc, ma ci sono grandi attese per i nuovi processori basati sulle architetture CPU Zen 3 e GPU RDNA 2 (nome in codice “Big Navi”), che dovrebbero debuttare entro la fine dell’anno. AMD ha iniziato a distribuire anche le sue CPU integrate per le console di gioco prossima generazione, come PlayStation 5 e Xbox Series X.

La cosa più importante per noi è rispettare i nostri impegni con i clienti. E’ l’obiettivo che abbiamo seguito negli ultimi anni e che continueremo a seguire”, ha dichiarato Su. “Chiediamo alle persone di fidarsi di noi per la coerenza tra roadmap, prestazioni e aspettative”.

Un grande trimestre e rosee prospettive

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Nella seconda metà dell’anno AMD ritiene di poter guadagnare quote nel segmento dei processori per PC. A causa della pandemia Covid-19 c’è stato un forte passaggio da PC desktop a portatili, e questo ha permesso alla società di registrare ottime prestazioni per il processore mobile Ryzen 4000.

Nel segmento dei processori client AMD ha realizzato i ricavi più alti degli ultimi 12 anni”, ha spiegato Su, “e abbiamo registrato un record di spedizioni e ricavi trimestrali nei processori per notebook”. Le vendite di CPU mobili da PC portatili sono cresciute a doppia cifra – la società non ha divulgato ulteriori dettagli – più che raddoppiando rispetto a un anno fa. Attualmente sul mercato ci sono 54 notebook alimentati da Ryzen 4000 e la società prevede una seconda ondata di oltre 30 notebook ultrasottili, consumer e da gaming, oltre a notebook commerciali di HP e Lenovo che utilizzano il processore Ryzen Pro 4000.

In passato AMD aveva affermato di essere sottorappresentata nei notebook commerciali, e Su lo ha ribadito. “I notebook commerciali sono un grande obiettivo per noi”, ha dichiarato il numero uno di AMD. “Continueremo a investire in questa direzione e speriamo di fare progressi”.

Il fattore limitante è la capacità di AMD di produrre processori, non di spedirli.

La crescita dell’intero anno è dovuta a una domanda superiore alle nostre aspettative iniziali, dovuta sia all’andamento del mercato che alle prestazioni dei nostri prodotti”, ha affermato Su. “Stiamo aumentando la capacità di soddisfare tali esigenze, e questa è una sfida e una opportunità”.

Il prossimo balzo con le console da gaming

AMD ha registrato ricavi per 565 milioni di dollari nel suo segmento Enterprise, Embedded e Semi-Custom, che comprende sia le CPU per server Epyc che il business delle console da gaming. Le vendite sono diminuite del 4 percento a causa delle minori vendite Semi-custom, ma la società prevede una ripida ripresa quando le nuove console inizieranno a vendere: AMD ha già iniziato a produrre e consegnare chip ai produttori di console.

AMD ha raggiunto anche un importante traguardo per l’azienda: la doppia cifra nel mercato server. Microsoft, per esempio, utilizza i chip Epyc per i propri server Office Online. L’architettura “Rome” di AMD continuerà a essere un forte motore di crescita per tutto l’anno, mentre la spedizione dei chip “Milan” di nuova generazione sarà avviata entro la fine dell’anno.

Su non ha fatto alcun riferimento a una transizione futura nella tecnologia dei processi di produzione dell’azienda, il punto chiave dei recenti annunci di Intel. La roadmap di AMD prevede il passaggio alla tecnologia 5nm durante la fase di sviluppo dell’architettura Zen 4, che dovrebbe debuttare nel 2022.

Mark Hachman
Senior Editor di PC World.com In qualità di Senior Editor dell'edizione americana di PCWorld, Mark scrive principalmente notizie e approfondimenti su Microsoft e le tecnologie dei microprocessori, oltre ad altri argomenti. In passato ha lavorato per PCMag, ExtremeTech, BYTE, Slashdot, eWEEK e ReadWrite. Pubblichiamo le traduzioni dei suoi articoli in virtù dell'accordo di licenza con le testate di IDG Communications. Lo trovate su Twitter come @markhachman