Intel: riorganizzazione e cambi ai vertici per il ritardo dei chip a 7nm

Dopo l’annuncio del ritardo la società smembra il Technology, Systems Architecture and Client Group e licenzia il suo responsabile

intel

Le conseguenze del disastroso ritardo dei chip a 7 nm di Intel sono state immediate. Alla fine della scorsa settimana la società ha dichiarato che il rilascio dei suoi chip realizzati con tecnologia a 7 nanometri è posticipato di un anno. Questa settimana Intel ha annunciato lo smembramento del Technology, Systems Architecture and Client Group (TSCG) e il licenziamento del suo responsabile Venkata Murthy Renduchintala. Il manager era entrato in Intel nel 2015 come responsabile delle attività Client and Internet of Things  e del Systems Architecture Group.

Il gruppo TSCG sarà diviso in cinque unità, ognuna delle quali riferirà direttamente al CEO di Intel Bob Swan:

  • Technology Development, guidata da Ann Kelleher
  • Manufacturing and Operations, guidata da Keyvan Esfarjani
  • Design Engineering, guidata ad interim da Josh Walden
  • Architecture, Software and Graphics, che continuerà a essere guidata da Raja Koduri
  • Supply Chain, che continuerà a essere guidata da Randhir Thakur

Sono entusiasta di lavorare direttamente con questi leader tecnologici di talento ed esperienza, ognuno dei quali è impegnato a portare avanti Intel durante questo periodo critico”, ha dichiarato Swan. “Voglio anche ringraziare Murthy per il suo contributo nella trasformazione della piattaforma tecnologica di Intel. Oggi abbiamo il portafoglio di prodotti di punta più diversificato della nostra storia e, come risultato dei nostri sei pilastri della strategia di innovazione e riorganizzazione, molta più flessibilità nel modo in cui sviluppiamo, realizziamo e consegniamo tali prodotti ai nostri clienti”.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Durante l’ultima call trimestrale, il CEO Bob Swan ha cercato di presentare i risultati finanziari di Intel nella miglior luce possibile, ma è stato molto pragmatico sulla roadmap futura.

Non molto tempo fa Renduchintala era stato raggiunto in Intel da altri professionisti di spicco, tra cui Jim Keller, che si è costruito la sua fama nella progettazione di chip in AMD. Keller stesso si è dimesso bruscamente da Intel dopo due anni.

Abbiamo un boccone amaro da mandare giù”, aveva detto Renduchintala alla fine del 2018 riguardo al ritardato processo a 10 nm. “E lo stiamo mandando giù. Ma questo non diminuisce in alcun modo la mia fiducia nell’offerta di prestazioni competitive e reali su cui potremo far leva nei prossimi anni”.

Quasi due anni dopo, la situazione non sembra essere migliorata. La scorsa settimana Intel ha scioccato molti dicendo che il suo processo a 7 nm sarebbe stato ritardato di 12 mesi e la società avrebbe preso in considerazione outsourcing o partnership per la produzione.

A seguito dell’annuncio, per la prima volta, il prezzo delle azioni AMD ha superato quello di Intel. Anche se il prezzo delle azioni non è tutto – la capitalizzazione di mercato di Intel è ancora superiore a quella di AMD – sono giorni critici per Intel.

Intel-Renduchintala
Il manager Murthy Renduchintala in una presentazione del 2017 in cui spiegava la tecnologia EMIB di Intel

AUTOREGordon Mah Ung
FONTEPCWorld
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.