DataCore Software, the authority on software-defined storage, continua il suo percorso di crescita sul mercato italiano. Pochi giorni fa in una conferenza stampa (Computerworld ne ha parlato qui) l’azienda ha annunciato otto nuovi Managed Service Provider (MSP) e due nuovi Gold Partner, che aumentano così la consistenza della sua rete italiana di partner portandola a due distributori (Ready Informatica ed Esprinet), 23 MSP, 20 Gold Partner e 150 rivenditori.

Questa mossa conferma il grande lavoro che DataCore Software sta portando avanti con successo nel nostro Paese, che rappresenta per il vendor il terzo mercato nel mondo, con 815 clienti diretti attivi e circa un migliaio raggiunti attraverso i service provider, senza contare l’altra rete di clienti indiretti collegata a una partnership OEM con Lenovo. Da gennaio ad agosto 2021 in Italia DataCore Software ha aumentato il fatturato organico di circa il 90% rispetto al 2020, anno che, nonostante la pandemia, si era già rivelato superiore al 2019.

Con sedi a Milano e Roma e con partner in tutte le regioni italiane, DataCore Software riesce a coprire capillarmente tutto il territorio nazionale. Grazie al lavoro del nuovo responsabile tecnico della sede romana, Massimo Palazzetti, la presenza dell’azienda si sta allargando in particolare nelle regioni del centro-sud. In generale, il numero dei partner aumenta del 20% all’anno circa.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Ecco le testimonianze dirette degli otto nuovi MSP italiani di DataCore Software:

Alleatech

Mario Goretti (Alleatech)

“Il vantaggio di essere un MSP è quello di rendere molto più flessibile la gestione del cliente, poiché siamo direttamente noi a occuparci di erogare e gestire la sottoscrizione nella quantità e durata adeguate alle caratteristiche del progetto, compresa la possibilità di proporre un servizio di tipo enterprise anche a quelle aziende che per dimensioni e budget IT limitati, difficilmente avrebbero avuto la possibilità di adottare le soluzioni DataCore. Abbiamo scelto DataCore in quanto le loro soluzioni consentono l’indipendenza dall’hardware”. Mario Goretti, CEO

Go2Tec

Gabriele Pallassini (Go2Tec)

“Abbiamo scelto di diventare MSP per offrire ai nostri clienti una soluzione completa, flessibile e costruita sulle reali necessità. All’interno del canone mensile sono compresi sia il prodotto che i relativi servizi di gestione e manutenzione: il cliente non deve più preoccuparsi di nulla! DataCore ci ha consentito di portare tutti i benefici di una tecnologia di fascia enterprise alle PMI italiane, beneficiando di replica sincrona del dato, grandi performance e consentendoci di costruire ambienti in Business Continuity sulla maggior parte dei nostri clienti”. Gabriele Pallassini, CTO-Technical Director

LAN Service

Franco Begnigna (LAN Service)

“In un mercato che va sempre di più nella direzione ‘as-a-service’ la proposizione commerciale Managed Service Provider di DataCore risponde perfettamente al cambiamento in atto, e ci permette di essere totalmente al passo con i tempi nella nostra offerta al cliente. DataCore è per noi da sempre un punto di riferimento nelle soluzioni di software-defined storage. Siamo da tanti anni partner e questa nuova opportunità non fa che rafforzare il legame tra DataCore e LAN Service”. Franco Begnigna, responsabile vendite sede di Casale Monferrato

Marte

Marco Dresseno (Marte)

“Marte è un’azienda che ha fatto dell’innovazione, dell’affidabilità e della sicurezza le proprie armi vincenti. DataCore ci permette di offrire ai nostri clienti le soluzioni migliori per ciò che riguarda l’iperconvergenza, aumentando le performance. In particolare, ci permette di fornire l’elevata disponibilità rivedendo infrastrutture esistenti sia in modo sincrono che asincrono solamente con l’aggiunta di un nodo, sfruttando la tecnologia HCI di DataCore. Come partner MSP riusciamo a offrire un servizio di Disaster Recovery a costi ridotti”. Marco Dresseno, titolare

Motta Sistemi

Stefano Motta (Motta Sistemi)

“Siamo un’azienda piuttosto giovane e abbastanza snella per affrontare i cambiamenti proposti/imposti dal nostro settore. Nel 2017 abbiamo aperto il nostro data center dal quale distribuiamo principalmente servizi VDI o DaaS che dir si voglia. La necessità di avere un ambiente ‘altamente affidabile’ è, ovviamente, IL tema principale. Eccoci quindi atterrati nel mondo DataCore. Puntiamo, da ora e per il futuro, sulla tecnologia SDS, strumento capace di rendere sempre più accessibili i dati di coloro che si affidano ai nostri servizi IT”. Stefano Motta, Consulenza IT – Help desk

POS Data System

Salvatore Lucania (POS Data Systems)

“Negli ultimi anni è cambiata profondamente la percezione che i clienti hanno del loro sistema informativo. L’approccio ‘cloud oriented’, che si è ormai affermato in Italia, ha focalizzato l’attenzione dei CIO sull’erogazione dei servizi. Oggi i clienti non si rivolgono a POS Data System solo per acquistare un server o uno storage, ma per assicurarsi che i servizi necessari al funzionamento della loro organizzazione non subiscano interruzioni. In questo nuovo scenario, il modello MSP è una scelta obbligata che ci consente di essere veloci e dinamici”. Salvatore Lucania, IT systems architect, technical sales engineer

Ricca IT

Stefano Ricca (Ricca IT)

“La scelta di caratterizzarci come MSP è stata una tappa fondamentale del nostro percorso aziendale. Oggi affidarsi a un partner che fornisca diversi tipi di servizi IT, e che possa assicurare un supporto costante con una gestione attiva dei servizi stessi in modalità as-a-service, rappresenta per molte imprese l’unica soluzione per restare competitive, ma al contempo anche la più valida da diversi punti di vista. DataCore ci permette di offrire ai nostri clienti soluzioni infrastrutturali in High Availability e Business Continuity con un rapporto costo/prestazione veramente elevato. A oggi abbiamo installazioni per oltre 2 petabyte di licenze con clienti estremamente soddisfatti”. Stefano Ricca, Presidente

Wildcard Service

Riccardo Ottonello (Wildcard Service)

“Wildcard Service è un system integrator attivo da più di 20 anni focalizzato sulle PMI che da anni ha affiancato la propria attività presso i clienti con un’ampia gamma di servizi cloud, realizzati completamente presso il proprio data center. Diventare MSP è stato quindi un processo naturale di evoluzione del modello che tende a spostare sempre di più i dati dal cliente verso il cloud. Grazie alle soluzioni DataCore siamo in grado di ingegnerizzare soluzioni iperconvergenti di livello enterprise anche su progetti di dimensioni più contenute”. Riccardo Ottonello, titolare

Ed ecco il parere dei due nuovi Gold Partner di DataCore Software:

Alleatech

Mario Goretti (Alleatech)

“Nel rispetto degli obiettivi di Alleatech, ovvero dar vita a una nuova realtà imprenditoriale proiettata allo sviluppo di nuovi mercati e soluzioni ICT in grado di allargare gli orizzonti operativi in modo sostenibile, la partnership con DataCore è strategica in virtù del fatto che ci consente di convertire le innovazioni tecnologiche dello storage aziendale in soluzioni su misura per i nostri clienti, nell’ottica dei sistemi gestiti in modalità as-a-service”. Mario Goretti, Chief Executive Officer

MSDSystems

Stiwans Dichera (MSDSystems)

“MSDSystems lavora da anni sulle infrastrutture fisiche, virtualizzate, convergenti e iperconvergenti dei clienti. DataCore si è dimostrata la miglior soluzione, garantendo un alto livello di compatibilità in tutti i casi oggetto della nostra attività. Annoveriamo tra i casi di successo grosse aziende dove l’obsolescenza dello storage era economicamente ingestibile e DataCore ci ha permesso di sfruttare tutto l’hardware che andava fuori produzione, producendo un ritorno sull’investimento estremamente rilevante”. Stiwans Dichiera, titolare.

Licenze in abbonamento, +220% in Italia nell’ultimo anno

Rèmi Bargoing (DataCore Software)

Il lavoro dei partner di canale è fondamentale per la crescita aziendale, ma altrettanto importante è la strategia seguita per migliorare le quote di fatturato ricorrente e la redditività. In questo contesto, DataCore Software è riuscita a spostare buona parte del suo fatturato sulle licenze a termine, ovvero in abbonamento. Nell’ultimo anno la crescita di questa componente è stata del 220%, portandola così al 75% del totale venduto. Da sottolineare che l’aumento di fatturato delle soluzioni a termine si ripartisce per il 60% su clienti nuovi e per il 40% su clienti esistenti, il che in un mercato ormai consolidato si traduce in un aumento delle quote.

“DataCore ha visto in Italia un aumento esponenziale del suo fatturato e del suo market share,” dice Rémi Bargoing, Country Manager di DataCore per l’Italia. “Questa crescita è legata senza dubbio all’introduzione di nuove risorse specialistiche a Roma e Milano, a tendenze di mercato come quella verso l’HCI e l’object storage, ma anche a un posizionamento adeguato alle esigenze dei service provider di ogni tipo. La nostra strategia di verticalizzazione su questo mercato ci pone in vantaggio rispetto ai competitor e ci permette di continuare la nostra espansione in Italia”.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!