Cisco EA unifica il modello di licensing per 5 famiglie di prodotto

Il nuovo Cisco Enterprise Agreement offre lo stesso set di condizioni per Applications Infrastructure, Networking Infrastructure, Collaboration, Security e Services

Cisco EA Enterprise Agreement

Al suo Partner Summit, Cisco ha annunciato una nuova versione – la terza – del suo modello di licensing Cisco EA (Enterprise Agreement), che ha l’obiettivo di rendere più semplice ai partner e ai clienti acquistare, vendere e gestire i software e i servizi Cisco. Con un singolo contratto, spiega un comunicato, si amplia l’accesso al portafoglio e alle soluzioni di Cisco, offrendo costi prevedibili, oltre a una maggiore scelta e flessibilità.

Il nuovo Cisco Enterprise Agreement è definito nel comunicato una pietra miliare della trasformazione in corso e dell’impegno di Cisco nel sostenere la redditività dei partner, oltre a semplificare l’esperienza del cliente, e porterà in particolare tre benefici chiave a clienti e partner.

Il primo è l’accesso semplificato al portfolio, cioè la semplificazione della gestione di diversi accordi di licenza di soluzioni Cisco grazie a un unico insieme di termini e condizioni per cinque portafogli (Applications Infrastructure, Networking Infrastructure, Collaboration, Security e Services), una soglia di spesa minima più bassa, la possibilità che diversi partner siano in grado di accedere a tutte le licenze del cliente attraverso un unico contratto.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Il secondo beneficio del nuovo Cisco EA è la maggiore flessibilità finanziaria, attraverso vari strumenti:

Value Shift: funzionalità che permette di spostare la spesa allocata tra il software Cisco DNA e il software Meraki,

True Forward: per attivare rapidamente le licenze e implementare ciò che è necessario, quando è necessario, in modo da allineare i futuri cicli di fatturazione ai nuovi livelli di utilizzo.

Cisco Enterprise Agreement Pay: una nuova offerta di Cisco Capital, fornisce pagamenti estesi senza costi per i clienti per una selezione di EA e software a-la-carte. Per i partner Cisco, l’opzione di finanziamento complementare mitiga il rischio di credito e di valuta, comprende la fatturazione e la raccolta attraverso Cisco Capital e i partner ricevono il pagamento all’inizio del contratto di un cliente.

Il terzo beneficio è la maggiore agilità del business: solitamente, spiega il comunicato, la gestione e l’aggiornamento dei software sono complessi e dispendiosi in termini di tempo per le grandi organizzazioni, ma il nuovo Cisco Enterprise Agreement aumenta l’accesso alla tecnologia innovativa senza interventi a livello aziendale, e semplifica l’approvvigionamento delle licenze, offrendo un’amministrazione semplice grazie al fatto di poter visualizzare, gestire e rinnovare le licenze in un unico spazio.

La nuova versione di EA semplificherà radicalmente l’offerta delle varie categorie di soluzioni Cisco in un solo accordo, ha dichiarato a CRN Todd Nightingale, senior VP e GM di Cisco Enterprise Networking and Cloud Business: “Sarà molto più semplice per i partner gestire il ciclo di vendita con un solo Enterprise Agreement per tre aree tecnologiche, invece che con tre: è ora di abbattere i silos”.

“Il nuovo Enterprise Agreement di Cisco consente a clienti e partner di rivedere in modo più efficiente i loro contratti, e di dedicare meno tempo alle attività amministrative e più tempo alla gestione delle loro attività”, dichiara nel comunicato Leslie Rosenberg, VP, Network Life Cycle and Infrastructure di IDC. “Prima i clienti e i partner dovevano gestire diversi EA, ora avranno un unico accordo di acquisto che abbraccia più portafogli di Cisco”.

Il nuovo Cisco EA è attualmente disponibile per partner selezionati, ma ci sono piani per espandere la disponibilità ad altri partner all’inizio del 2022. Gli attuali programmi di Enterprise Agreement rimarranno a disposizione dei clienti e dei partner, mentre la transizione al nuovo Cisco EA avverrà nella prima metà del 2022.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.