Certificazioni Microsoft, una guida al nuovo programma role-based

Panoramica sui ruoli, sulle certificazioni Fundamentals, Associate ed Expert, e sui rinnovi, che ora sono annuali ma prevedono veloci verifiche gratuite

certificazioni Microsoft

Negli ultimi anni il principio ispiratore delle certificazioni Microsoft è profondamente cambiato, con il passaggio dalle certificazioni legate a specifici prodotti alle certificazioni “role-based”, cioè connesse ai ruoli in azienda. L’obiettivo è facilitare l’apprendimento e l’aggiornamento basandoli su corsi brevi ed esperienze pratiche, invece che su vasti e complessi esami teorici.

“Abbiamo risintonizzato le certificazioni sui ruoli quotidiani delle persone in azienda, come sviluppatori, data scientist o DevOps Engineer”, ha spiegato Jeff Sandquist, corporate VP of developer relations di Microsoft, a CIO.com. “Abbiamo lavorato insieme a partner di settore e aziende utenti per capire quali sono i ruoli di cui hanno bisogno, i task che devono fare e le competenze che devono avere”.

I cambiamenti alle certificazioni Microsoft fanno parte di un più ampio lavoro di revisione della formazione, della documentazione, e della verifica delle conoscenze negli esami e nelle prove per i rinnovi annuali.

ADV
HP Wolf Security

Il perimetro aziendale oggi passa dalla casa dei dipendenti

Metà dei dipendenti usa il PC anche per scopi personali e il 30% lascia che venga utilizzato da altri famigliari. La tua cybersecurity è pronta per le sfide del lavoro remoto? LEGGI TUTTO >>

Questo “system of learning”, come lo definisce Sandquist, è disponibile anche per i partner che si occupano di formazione – quelli indicati ufficialmente da Microsoft per l’Italia sono Fast Lane (qui una nostra intervista a Fast Lane Italia), PCSNET, Tech Data, Pipeline, e R&S Management – con diverse modalità per le persone di apprendere ciò che serve per certificarsi. “Si può studiare sui libri, rivolgersi a uno dei nostri partner specializzati per corsi in presenza o corsi online, ai partner che fanno solo corsi online, come Coursera o Pluralsight, o ricorrere a Microsoft Learn”.

Anche le aziende che fanno formazione interna per i loro specialisti IT possono allinearsi al nuovo approccio di Microsoft: per questo il modulo di Learning in Microsoft Viva comprende contenuti di Pluralsight, edX, Skillsoft, e Coursera, oltre che di Microsoft Learn. Nella Enterprise Skills Initiative, i clienti possono definire un piano personalizzato per creare le skill di cui hanno bisogno – con formazione online e in presenza, ed esami di certificazione finale gratuiti – con l’aiuto di un training program manager di Microsoft.

I ruoli nelle nuove certificazioni Microsoft

Microsoft ha incentrato il nuovo schema di certificazione su Azure, piattaforma che prevede certificazioni in nove ruoli: administrator, developer, solutions architect, devops engineer, security engineer, data engineer, data scientist, AI engineer, e functional consultant (specializzato quest’ultimo soprattutto su Dynamics 365 e la piattaforma Power).

Fonte: CIO.com

I livelli di certificazione sono tre: Fundamentals, Associate, ed Expert. Ci sono anche delle specializzazioni, per esempio Azure IoT Developer, Azure for SAP Workloads, e Azure Virtual Desktop. Alcuni ruoli prevedono diversi percorsi formativi, come evidenzia lo schema a fianco.

Diverse certificazioni sono state aggiunte solo di recente: Microsoft infatti sta approfondendo man mano l’analisi dei task di ogni ruolo e il loro legame con le sue tecnologie. Per esempio la nuova certificazione Microsoft Teams Support Engineer Associate è ancora in beta, mentre per la Azure Network Engineer Associate è ancora in corso di definizione l’esame di certificazione.

Al di là dei nove ruoli connessi ad Azure, Microsoft ha poi definito certificazioni per un’altra decina di ruoli, tra cui app maker, business analyst, business owner, business user, data analyst, database administrator, network engineer, risk practitioner, student, technology manager. A questo link si può avere un’idea della vastità del programma e delle possibili certificazioni Microsoft oggi conseguibili.

Le certificazioni che sostituiscono le MCSA e MCSE

Proprio nell’ottica della revisione completa della propria gamma di certificazioni in chiiave role-based, Microsoft ha ritirato lo scorso gennaio le popolari certificazioni Microsoft Certified Solutions Associate (MCSA), Microsoft Certified Solutions Developer (MCSD), Microsoft Certified Solutions Expert (MCSE).

Le certificazioni Azure Administrator Associate, Database Administrator Associate, e Data Analyst Associate sono quelle che Microsoft indica come le sostitute più attinenti delle MSCE e MCSA (e Azure Developer Associate per le certificazioni MCSA di sviluppo), con l’ovvia differenza che le nuove riguardano servizi cloud, e quelle dismesse prodotti server.

Per quanto riguarda invece gli esami per certificazioni Microsoft Technology Associate (MTA) su Windows e Windows Server (così come gli ambiti network, security, database administration, e vari temi di programmazione) saranno disponibili fino al 30 giugno 2022, nel senso che avendo già un voucher si può fare l’esame, ma non si possono più acquistare voucher.

A parte le certificazioni per i ruoli administrator e developer, ci sono ancora poi delle certificazioni che riguardano specifici prodotti, per esempio 7 certificazioni Microsoft Office Specialist (MOS) riguardano Access, Excel, Word, e Office in generale.

Ci sono anche corsi Microsoft Learn incentrati su specifici prodotti, come Windows Server 2019 e Azure Stack HCI, o tecnologie come T-SQL, e trainng partner come Coursera e Pluralsight metteranno a disposizione contenuti ancora più specifici in alcune aree, spiega Sandquist. Ma non ci saranno esami o certificazioni collegati con questi corsi di prodotto, e questo secondo diversi professionisti IT e addetti ai lavori nella formazione Microsoft può creare problemi.

Certificazioni Microsoft Fundamentals

Gli esami per le certificazioni di livello Fundamentals tipicamente costano 99 dollari, e sono pensati per fornire un solido background di base indispensabile per accedere alle certificazioni Associate, o per chi vuole dimostrare le proprie competenze al datore di lavoro o a un colloquio di selezione, o per un manager che vuole avere le competenze necessarie per prendere decisioni su quali servizi adottare.

Ci sono otto certificazioni disponibili a livello Fundamentals:

Azure Fundamentals

– Azure AI Fundamentals

– Azure Data Fundamentals

– Dynamics 365 Fundamentals (CRM)

– Dynamics 365 Fundamentals (ERP)

– Microsoft 365 Fundamentals

– Power Platform Fundamentals

– Security, Compliance, and Identity Fundamentals

Le certificazioni Fundamentals non sono associate ai ruoli. Di conseguenza un devops engineer, o un AI engineer, o un data scientist già esperto nel suo campo che vuole certificarsi su Azure deve comunque cominciare dalla certificazione Azure Fundamentals. Mentre chi è interessato per esempio alle certificazioni Azure Database Administrator Associate o Azure Data Engineer Associate deve ottenere prima la Azure Data Fundamentals.

Certificazioni Microsoft Associate

Passando al livello Associate, attualmente sono disponibili 39 certificazioni, da Azure Administrator a Data Analyst, a Word o Excel. Le certificazioni Associate richiedono uno o più esami, ciascuno dei quali costa di solito 165 euro. Non tutte le certificazioni a questo livello sono equivalenti in termini di approfondimento dei temi. Alcune, come la Azure Administrator Associate e la Azure Developer Associate, sono pensate come preparazioni propedeutiche per i professionisti IT interessati ad acquisire certificazioni più specifiche come Azure Stack Hub Operator, Azure Security Engineer, or Azure AI Engineer Associate.

Certificazioni Microsoft Expert

Le certificazioni Microsoft di livello Expert sono le più specialistiche. Tutte presuppongono di aver conseguito prima una certificazione Associate. Per ora ce ne sono 15, di cui cinque role-based: Azure Solutions Architect Expert, DevOps Engineer Expert, Microsoft 365 Enterprise Administrator Expert, Power Platform Solution Architect Expert, e Dynamics 365: Finance and Operations Apps Solution Architect Expert. Tutte queste sono ottenibili sostenendo uno o più esami, ciascuno del costo di circa 165 dollari.

Tutte le nuove certificazioni role-based riguardano servizi cloud, o soluzioni ibride che integrano servizi cloud e prodotti on-premise, per esempio Microsoft 365 for Office and Windows, Azure, e Azure Stack Hub. C’è un solo esame che riguarda Windows 10 (MD-100), e non si può sostenere come esame a sè, ma solo nel percorso di formazione per la certificazione Modern Desktop Administrator Associate.

Rinnovi delle certificazioni Microsoft

Le nuove certificazioni Microsoft sono valide per un anno dalla data dell’esame, e non più per due, per assicurare la copertura delle nuove funzioni e aggiornamenti dei servizi cloud man mano che questi vengono introdotti. Ma alla scadenza la certificazione si può rinnovare per un altro anno senza dover ripetere l’esame (o gli esami): basta affrontare un “online assessment” gratuito su Microsoft Learn nei sei mesi precedenti la scadenza.

Siccome i servizi cloud sono aggiornati in modo incrementale, i professionisti certificati dovrebbero mantenersi allineati con piccole verifiche molto frequenti, spiega Sandquist, e per questo Microsoft Learn è basato sul “micro-based learning” e su prove interattive. “Abbiamo moduli di 5 e 10 minuti all’interno di percorsi di formazione scanditi da piccoli “check” che non sono solo domande a cui rispondere, ma anche prove pratiche come il deployment di una macchina virtuale su Azure o in una sandbox di Microsoft Learn, dove se si fanno cose addizionali come trasferire la VM in un altro data center o rispettare determinati requisiti di security, si ottiene un punteggio più alto”.

Molte di queste prove si trovano in diversi percorsi di formazione, perché basate su concetti applicabili in molti servizi Azure. “La piattaforma tiene traccia dei moduli e dei percorsi che il professionista ha completato, e gli suggerisce quelli che deve ancora completare per rinnovare la certificazione”.

Microsoft Learn come abbiamo visto non è l’unica via per ottenere una certificazione Microsoft, ma è fondamentale per i rinnovi, ed è stato progettato per riflettere i concetti di base del nuovo approccio di certificazione role-based. “È gratuito, è interattivo, ed è sempre aggiornato”, conclude Sandquist. Ed è uno strumento utile non solo per i singoli professionisti, ma anche per le organizzazioni che hanno adottato i servizi Microsoft e vogliono mantenersi aggiornate su di essi.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!