Accenture vende Bit2win, il SaaS italiano per le vendite basato su Salesforce

La soluzione di Configure, Price e Quote era stata acquisita nel 2016 e sarà ceduta al management e a Gellify. Coinvolte nel passaggio circa 25 persone di Accenture

bit2win accenture

Accenture ha annunciato l’intenzione di vendere la quota di maggioranza di Bit2win, società italiana con sede a Roma che ha sviluppato l’omonima soluzione Software as a Service di CPQ (Configure, Price & Quote) basata su piattaforma Salesforce.

Bit2win, precisa un comunicato di Accenture, verrà acquisita dal suo attuale management e da Gellify Digital Investment Srl, il braccio finanziario di Gellify, la società di investimenti bolognese specializzata in start-up digitali B2B.

L’accordo prevede che il senior management team di Bit2win e circa 25 persone di Accenture si trasferiscano nella nuova società, in cui Accenture manterrà una quota di minoranza.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Bit2win era entrata in Accenture nel settembre 2016 nell’ambito dell’acquisizione di New Energy Group, system integrator specializzato su Salesforce con sede a Milano e attivo in Italia e Spagna.

Sull’AppExchange, il marketplace online di Salesforce, Bit2win viene descritta come una soluzione di CPQ, vendite ed eCommerce per i settori Utilities, Media, Manufacturing e Automotive, “che permette ai team di vendita di configurare nuovi prodotti, bundle o promozioni attraverso intuitive funzioni di Catalog navigation, Order & Product configuration, e Quote proposition”.

Sulla pagina Linkedin di Bit2win si legge che la soluzione è composta dai moduli Sales, Shop (Retail Store), Publish (Document Publishing), eSignature (Digital Signature), eCatalog (Enterprise Product Catalog), eCommerce, Loyalty, Sales Performance e Flow, e che il suo sviluppo è partito nel 2011 coinvolgendo una task force di risorse particolarmente esperte su tematiche di Catalogo Prodotti/Servizi e Offerta Commerciale.

“Nel contesto attuale, rispondere alle esigenze dei clienti richiede la capacità di anticipare, reagire e adattarsi a condizioni in rapido cambiamento”, commenta nel comunicato Alessandro Marin, senior managing director e Accenture Technology Lead per Italia, Europa Centrale e Grecia. “Il nuovo percorso di Bit2win è stato pensato per soddisfare queste esigenze – fornendo alle aziende le soluzioni necessarie per implementare rapidamente le loro strategie di mercato – e per proseguire in continuità con il percorso di crescita intrapreso fino a ora”.

Mentre Andrea Galbiati, CEO e fondatore di Bit2win, dichiara: “Dopo quasi quattro anni di crescita all’interno di Accenture, l’exit di Bit2win rappresenta un nuovo percorso strategico per realizzare le nostre ambizioni come azienda indipendente. La continuità della nostra relazione con Accenture e Gellify ci offrirà la possibilità di avere accesso a un supporto strategico e operativo utile a far crescere ulteriormente il business”.

Fabio Nalucci, CEO e fondatore di Gellify, aggiunge: “Siamo molto felici di diventare i partner strategici dei fondatori di Bit2win. Questa operazione rappresenta un passo importante nel consolidamento della posizione di Gellify come punto di riferimento globale per le piattaforme di innovazione B2B nel definire i nuovi confini dell’open innovation”.

L’operazione, specifica il comunicato, è soggetta alle consuete condizioni di chiusura, e le condizioni finanziarie non vengono rese pubbliche.