Teradata ha annunciato oggi un impegno pluriennale per contribuire allo sviluppo del motore SQL open source Presto. Il piano d’azione è caratterizzato da tre fasi dove gli interventi di Teradata saranno al 100% open source coperti da licenza Apache e miglioreranno la moderna base di codice di Presto, la comprovata scalabilità, la query iterativa e la capacità di eseguire query su multipli archivi di dati. Il contributo di Teradata per Presto consentirà a un maggior numero di aziende di estrarre con più facilità informazioni strategiche dai data lake e di sfruttare queste informazioni attraverso l’intero ecosistema analitico.

Sviluppato e utilizzato da Facebook ma adottato anche in aziende leader come Airbnb, DropBox, Gree, Groupon e Netflix, Presto è un motore SQL open source per query potente e di nuova generazione che supporta i big data analytics, si integra con il software Teradata QueryGrid e si inserisce perfettamente nella logica della Teradata Unified Data Architecture.

Presto conferisce agli utenti la capacità di originare query direttamente dalla loro piattaforma Hadoop mentre Teradata QueryGrid consente di eseguire query dal Teradata Database e dal Teradata Aster Database attraverso un protocollo SQL comune. Inoltre Presto gira su distribuzioni Hadoop multiple e può comunicare da una piattaforma Hadoop per interrogare Cassandra, database relazionali o archivi di dati proprietari. Questa capacità analitica cross-platform consente agli utenti di Presto di estrarre il massimo valore di business da data lake di ogni dimensione, dai gigabyte sino ai petabyte.

Il contributo di Teradata al codice 100% open source migliorerà le capacità enterprise di Presto seguendo tre fasi ben distinte. La prima punta al miglioramento delle caratteristiche essenziali che semplificano l’adozione di Presto comprese l’installazione, la documentazione a supporto e il monitoraggio di base. Le funzionalità della fase 1 sono già disponibili per il download all’indirizzo Teradata.com/Presto o su Github.

Teradata-Presto

La seconda fase, le cui funzioni saranno disponibili a fine anno, riguarda l’integrazione di Presto con altre componenti fondamentali dell’ecosistema big data come gli strumenti standard di Hadoop per la gestione della distribuzione, l’interoperabilità con YARN e i connettori che estendono le funzionalità di Presto oltre il file system distribuito di Hadoop (HDFS).

Infine la fase 3 permetterà dal prossimo anno di abilitare l’ODBC (Open Database Connectivity) e il JDBC (Java Database Connectivity API) per estendere l’adozione all’interno delle organizzazioni e migliorare sia l’integrazione con gli strumenti per la business intelligence, sia la sicurezza fornendo un accesso basato su ruoli aziendali.

In aggiunta a tutti questi contributi open source, il supporto commerciale di Teradata è ora disponibile a cura dei consulenti Think Big che offriranno la loro solida esperienza in tre aree, garantendo agli utenti l’assistenza necessaria per iniziare a lavorare con Presto. L’assistenza riguarda la gestione di nuove funzionalità (Presto Jumpstart), la progettazione, costruzione e implementazione di una soluzione Presto (Presto Development) e la comprensione dei migliori utilizzi e dei criteri per decisioni architetturali (Think Big Academy).

“Il supporto di Teradata per Presto è una mossa geniale che sdogana Presto e promuove l’ecosistema Hadoop. Migliorerà la capacità delle aziende di ottenere informazioni di business da Hadoop. Prevedo che Presto diventerà rapidamente una componente indispensabile dell’ecosistema analitico e l’impegno di Teradata nello sviluppo open source e nei servizi commerciali gli farà da traino” ha affermato Robin Bloor, chief analyst e fondatore di The Bloor Group.

WHITEPAPER GRATUITI