Oracle rinnova la sua offerta di prodotti per i Big Data

Nuovi strumenti puntano a rendere più semplice per le aziende ottenere più valore dall’analisi dei dati.

Una delle sfide principali di qualsiasi applicazione per i Big Data è combinare dati provenienti da fonti diverse e trasformarli in qualcosa di utile. Il sistema transazionale della vostra azienda sarà pure in grado di mostrarvi ad esempio cosa comprano i vostri clienti, ma altri aspetti chiave dei loro comportamenti come i pattern di scelta e la fedeltà al vostro brand vanno cercati in altri sistemi. È solo quando potete mettere insieme tutti questi pezzetti di informazioni e scoprire qualcosa di nuovo che potete davvero raccogliere il frutto dell’analisi di questa enorme quantità di dati.

Proprio su questo punto stanno convergendo quattro nuovi prodotti di Oracle annunciati pochi giorni fa. Puntando il suo focus sull’intersezione tra Hadoop, NoSQL e SQL, le nuove offerte di Oracle mirano a fornire a una fascia ancora più ampia di utenti aziendali una comprensione dei Big Data più efficace.

Big Data Discovery ad esempio è progettato per fungere da “volto visivo di Hadoop” per gli utenti aziendali, grazie a un’interfaccia studiata per offrire un’esperienza simile a quella dello shopping online che permette agli utenti non solo di esplorare dati provenienti da diverse fonti, ma anche di analizzarli, organizzarli e condividerne i risultati, il tutto utilizzando un solo strumento.

“Tra i potenziali benefici di Big Data Discovery spiccano sia il maggiore accesso ai big data da parte di una più ampia fascia di utenti aziendali, sia un modo più rapido per ottenere un’utile comprensione dei risultati” afferma Hari Sankar, vicepresidente dell’analisi Big Data di Oracle. “Con la vastità di dati e la complessità degli strumenti per analizzarli, i progetti Big Data possono durare mesi o persino anni. Noi puntiamo a cambiare questa tendenza e parliamo al massimo di giorni o settimane”, continua Sankar.

Un altro dei nuovi prodotti annunciati da Oracle è GoldenGate for Big Data, uno strumento basato su Hadoop che permette il flusso in tempo reale di dati non strutturati provenienti da vari sistemi transazionali in sistemi di big-data tra cui Apache Hadoop, Apache Hive, Apache HBase e Apache Flume. In poche parole questo prodotto “replica dati in tempo reale da un sistema A a un sistema B rendendoli disponibili in qualsiasi forma vogliate”, afferma Neil Mendelson di Oracle.

Oracle ha anche annunciato Big Data SQL 1.1, che promette prestazioni delle query più veloci del 40% rispetto alle precedenti versioni, e NoSQL Database 3.2.5, che tra le altre cose è stato aggiornato con nuove API.

VIAKatherine Noyes
FONTEComputerworld.com
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.