Microsoft aggiunge ad Azure un servizio di machine learning

Il nuovo servizio di Microsoft per Azure punta a semplificare la gestione di grandi sistemi di machine learning.

Microsoft ha espanso l’offerta di analisi dati sulla sua piattaforma cloud Azure, introducendo un servizio di machine learning per aiutare le aziende sia a ottenere una maggior comprensione da montagne di dati non strutturati, sia a ridurre la quantità di lavoro richiesta per implementare il machine learning.

“Il nostro focus è sempre stato rivolto alla semplicità, semplicità e ancora semplicità” spiega T.K. “Ranga” Rengarajan, vicepresidente della progettazione cloud e piattaforma dati di Microsoft. I sistemi di machine learning possono essere costosi e richiedono molto tempo per essere impostati a dovere e per funzionare bene, a causa delle complessità del software e della grande quantità di hardware necessaria. “Il cloud offre alle aziende un modo semplice ed efficace per velocizzare il lavoro del machine learning su grande scala”, continua Rengarajan.

Microsoft ha lanciato per la prima volta Machine Learning nel giugno dello scorso anno in versione preview, pur non specificando quando il servizio sarebbe entrato in funzione in modo definitivo. I primi utenti del servizio includono la catena di grande distribuzione Pier 1, la Carnegie Mellon University e il fornitore di servizi energetici per l’industria eSmart Systems.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Un altro utente della prima ora è stato Ziosk, che rifornisce ristoranti (come ad esempio quelli della catena Chili’s) di tablet che i clienti possono utilizzare come menu per ordinare i piatti. Ziosk ha utilizzato Machine Learning in abbinamento con il servizio Power BI di Microsoft per fornire ai ristoranti un maggior numero di informazioni sulle abitudini dei clienti e i trend degli ordini.

L’offerta di Microsoft rappresenta il primo servizio di machine learning da parte di uno dei principali fornitori di servizi cloud

Il machine learning è un tipo di analisi dati che permette ai computer di trarre conclusioni basandosi su enormi quantità di dati. Mentre IBM ha incorporato il machine learning in alcuni dei suoi servizi di cognitive computing, l’offerta di Microsoft rappresenta il primo servizio di machine learning da parte di uno dei principali fornitori di servizi cloud.

Grazie ad Azure i programmatori possono utilizzare il linguaggio di programmazione R o Python. Gli algoritmi di machine learning possono essere acquistati sul Marketplace di Azure o ottenuti a costo zero in un nuovo spazio per la community che Microsoft ha creato affinché gli utenti condividano le loro formule.

Machine Learning, che sarà disponibile dal primo aprile in versione complete e definitiva, costerà 9,99 dollari al mese per ogni postazione, 2 dollari per un’ora di elaborazione e mezzo dollaro per ogni 1000 operazioni. Microsoft ha anche elencato alcune delle funzionalità più interessanti di Machine Learning.

Grazie a questo nuovo servizio Azure ora offre la possibilità di utilizzare Hadoop in ambiente Ubuntu Linux, integra una versione hosted di Storm (software open source per l’analisi di flussi di dati) e permette agli sviluppatori di connettere facilmente le librerie Java e .Net a Storm.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

AUTOREJoab Jackson
FONTEComputerworld.com
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.