Quando l’ottimizzazione dell’analisi dei dati fa la differenza

Secondo un recente studio globale commissionato da Qlik e realizzato da IDC, le aziende che investono nelle competenze di analisi dei dati beneficiano di decisioni e di risultati di business migliori.

analisi dei dati

Un recente studio globale commissionato da Qlik e realizzato da IDC dimostra che le organizzazioni che investono strategicamente nel favorire competenze di data-to-insights attraverso le moderne soluzioni di analisi dei dati, riscontrano un impatto significativo sui profitti. L’indagine, condotta su 1.200 leader di mercato, mostra che le aziende con una maggiore capacità di identificare, raccogliere, trasformare e analizzare i dati per ottenere intuizioni hanno beneficiato di un processo decisionale di qualità superiore e di migliori risultati di business, tra cui maggiore efficienza operativa, aumento dei ricavi e dei profitti.

Le organizzazioni sono inondate di dati e molte fanno fatica a massimizzarne il valore, poiché questi scorrono attraverso pipeline dati non integrate e dispersive. La ricerca rivela una relazione diretta tra competenze più forti di analisi ottenute attraverso investimenti in pipeline dati (che implementano con successo soluzioni di gestione dei dati e di analytics per colmare le lacune delle pipeline) e il processo decisionale che guida i risultati di business.

  • L’86% delle aziende che si trovano nella parte alta della classifica con le migliori pipeline dati ha anche il più alto punteggio in ambito decision making
  • Il 67% delle aziende che si trovano nella parte alta della classifica con il più alto punteggio in ambito decision making ha ottenuto i risultati di business più alti

“Anche in questi tempi di difficoltà economiche, i CEO delle principali aziende continuano a investire nelle loro pipeline dati per colmare le lacune e consentire alle loro organizzazioni di disporre di dati di qualità e di valore per le decisioni” ha dichiarato Dan Vesset, Group Vice President, Analytics and Information Management di IDC. “Questi leader stanno aumentando il loro quoziente di intelligenza aziendale automatizzando il ciclo di preparazione dei dati attraverso la tecnologia, dando ai dipendenti gli strumenti cruciali e il tempo necessario per l’analisi dei dati con lo scopo di ottenere intuizioni di impatto che creano un reale valore di business”.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

IBM Spectrum Protect Plus

Le aziende con le più alte competenze nell’analisi dei dati e che vantano una forte pipeline dati per arrivare a decisioni migliori, vedono un impatto significativo sui profitti:

  • Per il 76% l’efficienza operativa è migliorata in media del 21%
  • Il 75% di tali ricavi è aumentato in media del 21%
  • Il 74% di tale utile è aumentato in media del 22%

Le sfide per l’implementazione delle pipeline dati che portano a decisioni e risultati di business migliori sono significative. Le organizzazioni hanno a che fare con tipi e fonti di dati complessi e variegati, che possono trapelare attraverso le lacune dei dati e delle pipeline di analisi. Oltre il 60% degli intervistati ha incontrato notevoli difficoltà nel valutare il valore dei dati e nell’identificare fonti di dati utili, spesso a causa della mancanza di un catalogo di dati. Infine, oltre il 42% ha identificato la garanzia della correttezza dei dati come una delle sfide principali nell’elaborazione o nella trasformazione dei dati per l’analisi.

Quindi, anche se le organizzazioni investono in tecniche come l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per migliorare la generazione di insight e analisi, è chiaro che il successo di questi investimenti dipende in larga misura dall’avere una pipeline dati agile, automatizzata e agnostica che colmi le lacune lavorando su qualsiasi cloud, sistema e fonte di dati in tempo reale. Solo riempiendo questi gap per eliminare le fughe di dati, le organizzazioni possono trasformare le loro pipeline per fornire dati affidabili e pronti in grado di guidare l’azione e i risultati.

Le piattaforme di integrazione dati e di analytics dei dati di Qlik, unitamente all’offerta di Data Literacy As a Service, offrono un approccio end-to-end all’Active Intelligence. A differenza della BI tradizionale, l’Active Intelligence realizza il potenziale nelle pipeline dati mettendo insieme i dati a riposo con quelli in movimento per un’intelligenza continua derivata da informazioni aggiornate e in tempo reale, ed è specificamente progettata per intraprendere o innescare azioni immediate. Ciò elimina le fughe di dati colmando le lacune da dati rilevanti a dati azionabili (Qlik Data Integration), da dati azionabili a intuizioni azionabili (Qlik Analytics) e da investimenti a valore (Data Literacy as a Service).