Gli accordi di distribuzione degli e-book di Amazon.com sono sottoposti a stretto controllo da parte della Commissione europea, che ha avviato una formale indagine antitrust.

La Commissione ha spiegato in un comunicato stampa che l’inchiesta si concentrerà sulle clausole dei contratti di Amazon che richiedono agli editori di dichiarare alla società se offrono ai concorrenti condizioni più favorevoli, o di assicurare che ad Amazon vengono offerte condizioni almeno analoghe a quelle della concorrenza.

Tali clausole possono rendere più difficile per gli altri venditori di e-book competere con Amazon per lo sviluppo di prodotti nuovi e innovativi. Inoltre, la Commissione ha aggiunto che verificherà se le clausole limitano la concorrenza e riducono la scelta per i consumatori. Se così fosse, Amazon potrebbe violare le regole antitrust dell’Unione europea che vietano l’abuso di posizione dominante sul mercato.

La società ha negato le accuse, sostenendo che i suoi accordi con gli editori sono legali e nel migliore interesse dei lettori. La società ha dichiarato che collaborerà con le autorità antitrust.

Amazon è attualmente il più grande distributore di e-book in Europa, dove gli e-book sono diventati sempre più diffusi negli ultimi anni. La Commissione ha specificato che l’indagine si concentrerà su e-book in tedesco e inglese, il più grande mercato e-book nella UE, e che ha avviato le verifiche di sua iniziativa, e non a seguito di una denuncia.