Dimissioni improvvise per Ian Rogers, entrato in Apple quando la società ha acquisito Dr. Dre. L’ex CEO di Beats Music ha aiutato Cupertino a lanciare il proprio servizio di streaming, Apple Music, e ha guidato la popolare stazione radio Beats 1.

Come riporta il Financial Times, Rogers si è dimesso inaspettatamente ad appena due mesi dal lancio di Apple Music. Il manager non sta andando a lavorare per un rivale della musica in streaming, ma per una società europea che opera in un settore completamente diverso.

La mossa è sorprendente. Rogers è impegnato nel settore della musica digitale dal 1990; ha supportato il gruppo dei Beastie Boys, poi è passato a Yahoo Music e successivamente ha guidato la startup di musica digitale Topspin.

In un post pubblicato da Rogers poco prima del lancio di Apple Music è andato in diretta, il manager sottolineava il suo ruolo nell’evoluzione della musica in streaming e ricordava con parole affettuose Beats, “un servizio curato e rispettoso della musica”. La sua uscita da un settore in cui ha giocato un ruolo fondamentale sembra una mossa inaspettata e fuori luogo.

Rogers è stato essenziale per il team che ha sviluppato Apple Music. Anche se il servizio sembra attualmente su un terreno solido, con 11 milioni di utenti, l’uscita improvvisa Rogers non è rassicurante per il futuro del servizio musicale di Apple.