Le videoconferenze devono essere più semplici e innovative

Un nuovo studio indipendente di Polycom mostra che l'84% delle aziende utilizza più di un’applicazione per videoconferenze basate su cloud.

Videoconferenze

Polycom ha presentato oggi i risultati di Streamlined Video Conferencing Strategy Drives Business, ricerca che rilevato come l’utilizzo di sistemi videoconferenza stia crescendo rapidamente e al contempo stiano aumentando anche il numero di soluzioni ma anche la complessità per gli utenti finali e IT manager. Questi risultati confermano la necessità di sviluppare esperienze semplici e innovative per semplificare il lavoro dell’IT nella gestione dell’attività.

Secondo il report il 74% degli intervistati afferma che le chiamate in videoconferenza sono aumentate negli ultimi due anni, mentre l’84% ha segnalato l’utilizzo di due o più soluzioni di videoconferenza basate su cloud e il 78% ha dichiarato di avere due o più endpoint di videoconferenza nelle proprie sale riunioni.

“Il mercato della tecnologia di collaborazione video, audio e di contenuti sta proliferando e questo sta guidando una richiesta di semplificazione della tecnologia poiché spesso gli utenti sono sopraffatti da troppe scelte di piattaforma. Quali sono le possibilità che tutti scelgano lo stesso fornitore o la stessa tecnologia? Abbiamo messo il cliente al centro di questo e Polycom Trio semplifica le loro esperienze ed esigenze. Sia che i partecipanti si uniscano utilizzando una soluzione cloud o un endpoint in un’altra sala riunione, ognuno è in grado di rimanere concentrato sulle proprie attività piuttosto che sulla tecnologia e sulla connettività video/audio”, ha commentato Paul Clark, VP & EMEA Managing Director di Plantronics.

Lo studio rileva che la maggior parte delle aziende intervistate utilizza più fornitori per entrambi gli endpoint e diverse applicazioni di video cloud, aumentandone la complessità, dal momento che nuove soluzioni continuano a entrare nel mercato. In effetti, lo studio ha evidenziato che il 96% affronta già delle sfide nella gestione delle proprie soluzioni di videoconferenza. Il risultato: una rete di servizi per professionisti IT da gestire, esperienze utente scadenti e crescente frustrazione sia per l’IT che per i dipendenti. Secondo uno studio di Forrester sulla qualità delle chiamate, le videochiamate in differita possono costare a un’azienda oltre un milione di dollari di produttività persa ogni anno.

“I clienti si affidano alla videoconferenza per rendere i dipendenti più interattivi, collaborativi ed efficienti: la tecnologia e i servizi che utilizzano devono semplificare, non complicare, l’esperienza, ma ciò può avvenire solo se la videoconferenza è user friendly” ha commentato Tarun Loomba, Executive Vice President, Product and Solutions Management di Plantronics.

Sempre secondo lo studio i professionisti IT stanno affrontando maggiori costi e sfide nella gestione di più sistemi di videoconferenza basati su cloud. Tali sfide includono la difficoltà a connettersi dalle sale conferenza alle chiamate, videochiamate in ritardo, scarsa qualità ed esperienze non soddisfacenti. In particolare, per combattere le sfide di produttività, il 77% dei professionisti IT desidera un’interfaccia utente innovativa e semplicità nei sistemi di videoconferenza.

La flessibilità per i professionisti IT è un altro elemento chiave. Il 68% delle aziende vede un aumento del numero di applicazioni di videoconferenza utilizzate nella propria infrastruttura e il 67% desidera una maggiore flessibilità da tutte le soluzioni per dipendenti e partner. La flessibilità è fondamentale per la produttività, poiché il ritmo dell’innovazione nello spazio di collaborazione è al massimo storico con nuovi concorrenti, soluzioni e tecnologie che affollano il mercato.