Microsoft Teams sbarca su Linux nel segno dell’open source

Microsoft Teams è ora disponibile su Linux come anteprima pubblica ed è la prima volta che un'applicazione di Office 365 è stata portata sul sistema operativo open source.

microsoft teams

Microsoft Teams è ora disponibile su Linux come anteprima pubblica ed è la prima volta che un’applicazione di Office 365 è stata portata sul sistema operativo open source. Un client Linux nativo è stata una delle funzionalità Teams più richieste nel forum di User Voice di Microsoft; i piani di presentazione sono stati annunciati alla conferenza Ignite il mese scorso. L’app presenterà tutte le funzionalità principali di Teams disponibili nelle versioni Windows e MacOS. I pacchetti nativi di Linux possono essere scaricati nei formati .deb e.rpm.

“Siamo impegnati a supportare ambienti misti attraverso il nostro cloud e le nostre offerte di produttività e, con questo annuncio, siamo lieti di estendere l’esperienza di Teams agli utenti Linux”, ha dichiarato Microsoft nei giorni scorsi in un post. “È anche un’opportunità entusiasmante per gli sviluppatori che hanno creato app per Teams di aumentare la loro visibilità a questo nuovo set di utenti.”

La nuova app Teams aiuterà ad esempio a connettere i dipendenti della casa automobilistica svedese Volvo, dove Linux è utilizzato da diversi dipartimenti. “Fino ad ora, i nostri utenti Linux sono stati in gran parte bloccati con diversi client non ufficiali e non supportati per Skype for Business e più recentemente Microsoft Teams”, ha dichiarato Jimmy Beckman di Volvo Cars. “Con Teams per Linux siamo stati in grado di lasciarci alle spalle questi “blocchi” e collaborare attraverso le nostre diverse piattaforme con la piena funzionalità di un client nativo. Essere in grado di partecipare alla condivisione dello schermo è un enorme miglioramento per gli utenti Linux di Volvo Cars”.

Microsoft ha affermato recentemente che Teams è cresciuto fino a raggiungere oltre 20 milioni di utenti attivi ogni giorno dal suo lancio come rivale di Slack nel 2017. Con l’introduzione di un client Linux, Microsoft spera di aumentare l’interesse degli sviluppatori verso Teams, un’area in cui Slack ha in genere mantenuto una posizione più forte.

“Microsoft sa che deve migliorare su questo versante e penso che questo sia il primo segno che la società sta investendo fortemente in questa opportunità” ha affermato Angela Ashenden, analista principale di CCS Insight. “Un client Linux per Teams è stata una delle maggiori richieste della community UserVoice”, ha affermato la Ashenden. “Microsoft senza dubbio riconosce questo come un primo passo tangibile e relativamente semplice per coinvolgere meglio questo pubblico”.

Microsoft ha recentemente annunciato un’altra funzionalità molto richiesta, portando canali privati all’interno di Teams. Ciò consente agli utenti di creare canali visualizzabili e accessibili solo da collaboratori specifici, che possono essere utili per i team che si occupano di contenuti riservati. Anche un’altra funzionalità richiesta come la chat multi-finestra è in arrivo, sebbene non ci siano dettagli precisi sulla finestra di uscita.