L’innovativo servizio web per la gestione delle fatture myfoglio, sviluppato da un team italo-svizzero di professionisti del settore ICT e della consulenza alle imprese, ha annunciato la partnership per il mercato italiano con iCRIBIS (www.icribis.com), società del Gruppo CRIF creata per ridurre il rischio di insolvenza delle piccole imprese e specializzata in informazioni riguardanti la struttura societaria, il controllo su protesti, pregiudizievoli e dati economico-finanziari delle aziende italiane.

Grazie a questo accordo gli utenti di myfoglio potranno accedere dal proprio account ai dati di fatturazione delle aziende del database iCRIBIS e potranno inoltre consultare il portale iCRIBIS per avere informazioni supplementari sui clienti attuali o potenziali. Dopo il lancio della versione Free nel dicembre scorso, myfoglio (www.myfoglio.com) rende così disponibile ai propri utenti un ulteriore e utile servizio.

Il grande punto di forza di myfoglio è la sua velocità di utilizzo. Sfruttando infatti un’interfaccia semplice e intuitiva, in pochi minuti si possono creare fatture, note di credito, bolle e ricevute. I promemoria automatici consentono inoltre l’emissione di fatture ricorrenti mentre con i richiami automatici delle fatture scadute si possono tenere sotto controllo i pagamenti e velocizzare la gestione degli incassi.

La soluzione dispone anche di una funzione di ricerca rapida in stile Google che consente di individuare i documenti a partire da qualunque dato disponibile (nome, ragione sociale, importo) e di un “wall” strutturato come un punto di raccolta delle informazioni che ruotano attorno all’utente sotto forma di notifiche delle azioni fatte, messaggistica, avvisi di scadenze e anagrafiche.

Myfoglio, che come target di riferimento ha soprattutto consulenti, professionisti, freelancer e PMI, non richiede inoltre installazioni software e consente la fruizione dei dati in assoluta sicurezza grazie all’accesso con connessione SSL a 256 bit, alla compatibilità con i diversi dispositivi (pc e tablet) e alla costante disponibilità dei documenti della propria attività sempre on-line nel cloud privato.

AUTOREFrancesco Destri
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.
WHITEPAPER GRATUITI