E’ sempre più solida la partnership tra SAP e Google, che collaboreranno a nuovi progetti focalizzati su business analytics e applicazioni aziendali. La nuova collaborazione tra le due aziende si tradurrà, per esempio, in una più stretta integrazione tra Google Apps e Lumira, la piattaforma di analytics di SAP, secondo quanto annunciato dal CEO di SAP Bill McDermott nel corso di Sapphire, l’annuale user conference che si svolge in questi giorni a Orlando.

Leggi anche: SAP porta i Predictive Analytics all’interno dell’organizzazione

Gli utenti possono già unire Fogli Google con i dati aziendali attraverso il framework di estensioni SAP Lumira per visualizzazioni, dashboards e insights. Ora le due società stanno lavorando consentire il salvataggio di visualizzazioni e infografiche Lumira in Google Drive, dove i file Lumira potrebbero essere accessibili e condivisi. Le aziende avranno anche la possibilità di memorizzare i file come nativi di Google Docs.

La collaborazione su altre applicazioni aziendali si concentrerà inizialmente sul software SuccessFactors di SAP per la gestione delle risorse umane e la sua interfaccia utente Fiori. Tra gli obiettivi ci sarà quello di integrare la suite SuccessFactors con Google Drive e permettere ai dipendenti di utilizzare Google Apps all’interno di Fiori.

“Questo renderà più facile l’utilizzo contemporaneo degli strumenti di Google e dei dati SAP, migliorando la vita lavorativa”, ha dichiarato McDermott, che ha definito la partnership con Google “un ottimo esempio di cambiamento nell’agenda di SAP”.

Leggi anche: Google acquisisce Timeful e punta a migliorare la gestione delle attività

L’azienda ha già lavorato con il Gigante delle ricerche per supportare Android for Work, e di recente ha rilasciato SAP Mobile Secure 2.7 con il supporto di Android for Work.

Durante una sessione Q&A sui piani della società, McDermott si è espresso in merito alle voci di una possibile acquisizione di Salesforce.

Abbiamo sempre cercato di acquistare asset che rappresentino il meglio nella loro categoria o abbiano un valore in ascesa; non abbiamo mai comprato nulla che ritenevamo fosse in declino“, ha detto McDermott. “Non abbiamo nessun interesse in Salesforce.com”.