Viviamo al tempo delle app. Utilizziamo app per qualsiasi cosa e le app sono tantissime. Quando però un utente interagisce con una classica app aziendale, utilizza di solito meno del 10% delle sue funzionalità. Ciò accade, generalmente, perché quel 10% è tutto quello che di quell’app gli serve: eseguito il compito è pronto a passare ad altro. Passare continuamente da un’app all’altra, però, non favorisce la produttività e ugualmente frustrante è il fatto che molte di queste interazioni (spese, HR, richieste di assistenza ecc) non abbiano che fare con le reali responsabilità della posizione.

adv
Investimenti Oracle NetSuite

Prendere decisioni strategiche informate grazie a Business Intelligence e Analytics

Una piattaforma di BI e Analytics deve offrire ai decision maker tutti gli strumenti necessari per migliorare l'efficienza e individuare nuove opportunità prima della concorrenza. Presentiamo una serie di preziose risorse e ricerche in Pdf per approfondire questo argomento da un punto di vista tecnico e strategico. SCARICA LE GUIDE >>

Con Citrix Workspace, è già possibile offrire un’esperienza fluida e unificata. Le app “Follow-me”, per esempio, permettono di continuare la medesima sessione di lavoro su dispositivi diversi. I tool di collaborazione permettono ai team di condividere dati e lavorare sugli stessi progetti anche se dislocati in sedi remote, mentre la performance contestuale entra in gioco nel momento in cui Citrix Workspace adatta la distribuzione delle app a seconda delle funzionalità del dispositivo utilizzato.

Tutto ciò è naturalmente teso a un unico obiettivo: migliorare la produttività offrendo una miglior esperienza di lavoro, soprattutto se, come ci confermano le aziende nostre clienti, il 67% dei lavoratori pensa che tutto sarebbe più facile se tutte le informazioni importanti fossero disponibili in una singola finestra. Coerentemente con questo, da una serie di test condotti risulta che l’utente medio è in grado di essere il 67% più veloce interagendo con le microapp piuttosto che l’app full version e il risultato è un risparmio di 51 minuti al giorno, considerando che un utente medio passa 10 minuti ogni ora per fare lavori che coinvolgono le app.

Serve quindi che il workspace digitale sicuro faccia un passo in più e ciò accade nel momento in cui a tutte le funzionalità si aggiunge l’intelligenza, ovvero la capacità di guidare e automatizzare il lavoro. Per fare questo, è necessario estrarre le azioni rilevanti da quelle app, utilizzando gli insight per prioritizzarle e presentarle in modo semplice, tale da poter fare il lavoro nel minor tempo possibile.

Come si vede nella figura, se nella colonna sinistra è possibile avere accesso ancora a tutte le app, i desktop e i file, al centro c’è il feed delle notifiche che presenta un’interfaccia familiare, simile a quella di un social media. In realtà esso è costituito da integrazioni di microapp con tutte le app SaaS più comunemente utilizzate come Salesfroce, Microsoft, SAP, G Suite eccetera.

Ma che cosa è una microapp? Grazie alle API pubbliche presenti all’interno di app SaaS, web o legacy e applicazioni sviluppate in casa possiamo permettere agli utenti di visualizzare le informazioni e – cosa più importante – eseguire azioni senza dover lanciare l’applicazione completa o cambiare schermata. Ciò permette di razionalizzare le operazioni di routine e offre agli utenti la capacità di eseguire quelle azioni all’interno di Citrix Workspace, senza dover uscire da esso concentrandosi di più e meglio sul proprio lavoro.

Ulteriori informazioni su Citrix Workspace