Hangouts Chat di Google sfida Slack e Microsoft Teams

Hangouts Chat di Google funziona in modo simile a strumenti di chat di gruppo come Slack e Microsoft Teams e punta molto sull’integrazione con G Suite.

Google questa settimana ha lanciato ufficialmente la sua app Hangouts Chat, la risposta della grande G al proliferare di app e soluzioni per la collaborazione basata su chat. Hangouts Chat infatti funziona in modo simile a strumenti di chat di gruppo come Slack, che mirano a ridurre la dipendenza dall’e-mail e a facilitare la comunicazione e la condivisione di informazioni tra colleghi.

Quasi un anno fa Google ha offerto un primo assaggio di Hangouts Chat quando ha annunciato l’intenzione di separare l’applicazione Hangouts originale in due prodotti per gli abbonati G Suite. Accanto a uno strumento di videoconferenza, Hangouts Meet, che è stato reso disponibile agli utenti subito dopo l’annuncio, l‘app di chat basata su testo è stata accessibile solo tramite un programma early adopter.

Con il lancio completo di Hangouts Chat, Google ora aggiunge una serie di opzioni di messaggistica per gruppi aziendali che sono apparse negli ultimi due anni in Microsoft Teams, Facebook Workplace e Cisco Spark. Nessuno di questi strumenti però sta davvero dominando il mercato e quindi, anche se Google può apparire come ritardataria, questo non la mette necessariamente in una posizione di svantaggio, anche perché questi servizi sono molto simili tra loro e nessuno di fatto offre feature davvero esclusive o rivoluzionarie.

Ogni stanza di Hangout Chat può supportare fino a 8.000 utenti ed è disponibile tramite browser e dispositivi mobili con supporto per iOS e Android. Grazie a Google Vault ci sono anche funzionalità di conformità integrate per la conservazione dei dati, l’eDiscovery e le richieste normative per le grandi aziende. Scott Johnston, direttore della gestione prodotti di Google, ha dichiarato che l’intelligenza artificiale aiuterà ad automatizzare le attività all’interno della chat di Hangouts come ricerche di file e altro.

Hangouts Chat

Come fa Microsoft Teams con Office 365, Hangouts Chat è strettamente integrato nella piattaforma G Suite, che include tra i vari servizi anche Drive, Calendar, Sheets e Slides. È anche possibile passare rapidamente dalla chat testuale a una videochiamata tramite Hangouts Meet. Quindi, proprio come Teams rappresenta una scelta naturale per i clienti Microsoft, Hangouts Chat viene incontro in modo specifico alle esigenze dei clienti G-Suite esistenti.

Un’altra sfida che Google deve affrontare è quella di convincere i partner a creare componenti aggiuntivi di terze parti. Una delle caratteristiche principali di queste nuove soluzioni di collaborazione è infatti la capacità di collegarsi ad altre applicazioni. Questo è stato un punto di forza per Slack e la scorsa settimana Atlassian ha annunciato di aver aperto la sua API Stride per consentire agli sviluppatori di creare app.

“Affinché i prodotti possano vincere sul mercato, hanno bisogno di un ecosistema, non solo di caratteristiche native” ha affermato Alan Lepofsky, vicepresidente di Constellation Research. Il servizio Hangouts Chat sarà lanciato con 25 bot già operativi per velocizzare i flussi di lavoro delle applicazioni aziendali. Zero, Egnyte, Zoom.ai, Trello, Jira e Wrike sono tra quelli disponibili al momento del lancio. Un’altra importante integrazione è quella con il software di gestione delle relazioni con i clienti di Salesforce.

Oltre alle applicazioni di terze parti, sono disponibili bot che si integrano con la suite di applicazioni di Google. Ad esempio, il bot @Drive consente agli utenti di sapere quando i file di Google Docs sono condivisi, quando vengono fatti commenti o quando ci sono richieste per accedere ai contenuti nella piattaforma di archiviazione dei documenti. Un altro bot, @Meet, si integra direttamente con l’app Calendar di Google per pianificare incontri e riunioni.

Google sta inoltre lanciando una piattaforma di creazione di bot per consentire a più aziende di terze parti di costruire le proprie integrazioni. “Le chat room non sono più solo strumenti per conversare” hanno dichiarato Mike Sorvillo, product manager di Hangouts Chat, e Wesley Chun, sviluppatore di G Suite. “Con bot intelligenti e ricchi di funzionalità, gli utenti possono automatizzare le attività e ottenere informazioni critiche con un semplice messaggio.”

WHITEPAPER GRATUITI

  • Computerworld Speciale Industria 4.0
    white paper

    Computerworld Italia – Speciale Industria 4.0

    Un PDF da scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet e avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulla trasformazione in atto nel settore manifatturiero, da più parti definita "quarta rivoluzione industriale".
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale GDPR

    Un PDF da sfogliare online o scaricare per leggerlo comodamente su pc o tablet, per avere sotto mano e in un unica soluzione le notizie, le analisi e gli approfondimenti su come le aziende devono affrontare l'arrivo del GDPR.
  • white paper

    Computerworld Italia – Speciale Data Center

    Un PDF da sfogliare o scaricare su pc o tablet per avere sotto mano le notizie, le analisi e gli approfondimenti sulle principali tendenze dei Data Center: integrazione con il Cloud, approccio software-defined, ottimizzazione delle prestazioni energetiche e molto altro