MaxParallel per SQL Server migliora l’ottimizzazione dei database

MaxParallel per Microsoft SQL Server di DataCore Software riduce il tempo necessario a gestire transazioni, generare report e analizzare trend.

In occasione del Microsoft Ignite 2017 in scena in questi giorni a Orlando (Florida), DataCore Software ha lanciato il primo prodotto della sua nuova linea di soluzioni per l’ottimizzazione dei database pensate per l’elaborazione delle transazioni a elevata velocità e per le analisi in tempo reale. MaxParallel per SQL Server è già disponibile sull’Azure Marketplace e tramite i partner autorizzati DataCore di tutto il mondo. Questo prodotto “plug-and-play” supporta SQL Server 2016, 2014, 2012 e 2008 installati on-premise e nella cloud.

Applicazioni come e-Commerce, ERP, trading ad alta frequenza, ottimizzazione dell’inventario e identificazione di guasti/minacce, così come i carichi di lavoro più recenti legati a iniziative digitali come l’IoT, sono quelle che indubbiamente traggono i maggiori benefici dalla nuova offerta di DataCore.

Quando vengono bombardate da numerose richieste simultanee da parte di consumatori e di processi software in tempo reale, queste applicazioni che sfruttano intensivamente i database vanno spesso in crisi. MaxParallel per SQL Server punta a risolvere le dispute per le risorse chiave nei server multi-core, consentendo a Online Transaction Processing (OLTP) e Online Analytical Processing (OLAP) di diventare più produttivi e reattivi anche in presenza di picchi di carico. E per ottenere questa migliore esperienza utente, non sono necessari né nuovo hardware né operazioni di riprogrammazione.

MaxParallel per SQL Server

I primi utenti di MaxParallel che hanno a che fare con carichi di lavoro con molte transazioni hanno registrato tempi di risposta da 1,2 a 3 volte più veloci, dal 20 al 60% di transazioni completate in più e tempi per la generazione dei report da 1,5 a 2 volte più rapidi.

“Per analizzare il problema, siamo inizialmente partiti dal lato storage, ma abbiamo scoperto che c’erano alcune strozzature importanti all’interno dell’host ben prima che si arrivasse all’elemento storage. È diventato rapidamente evidente che la nostra tecnologia Parallel I/O avrebbe potuto risolvere i problemi di contenzioso sulle risorse responsabili dell’accesso seriale al database, anche quando il database stesso fa un buon lavoro di parallelizzazione delle richieste” ha dichiarato Roni Putra, CTO di DataCore.

Le edizioni Standard ed Enterprise di MaxParallel per SQL Server costano circa il 15% del prezzo di vendita suggerito delle corrispondenti edizioni di Microsoft SQL Server. La licenza software può essere ottenuta in abbonamento (orario) o su base perpetua secondo il numero di core del processore installato sull’host server SQL. La lista delle tariffe orarie è disponibile sul Marketplace Azure.