Gartner: la trasformazione digitale traina il mercato dei software RPA

Secondo Gartner il mercato mondiale della Robotic Process Automation (RPA) è cresciuto del 63% nel 2018

robotic processes automation rpa

Negli ultimi anni l’uso di software di Robotic Process Automation (RPA) si è diffuso in tutti i settori industriali e ha registrato un vero e proprio boom. Secondo Gartner, nel 2018 il mercato dei software RPA ha generato un volume d’affari di 846 milioni di dollari, pari a un aumento del 63,1%, diventando il segmento in più rapida crescita del mercato globale dei software aziendali.

La società di ricerca prevede che il mercato dei software RPA raggiungerà 1,3 miliardi di dollari nel 2019.

Il mercato RPA è cresciuto rispetto alle nostre ultime previsioni, trainato dalle esigenze del business digitale”, ha dichiarato Fabrizio Biscotti, vicepresidente di ricerca di Gartner. “La competizione è intensa e nella classifica dei dieci principali vendor ci sono continue oscillazioni”.

Lo scorso anni i primi cinque fornitori di RPA hanno controllato il 47% del mercato, mentre i vendor al sesto e settimo posto hanno raggiunto una crescita del fatturato a tre cifre. “Questo rende molto instabili le prime cinque posizioni della classifica”, ha sottolineato Biscotti.

La trasformazione digitale delle aziende è il driver dell’RPA

I software RPA vengono impiegati in tutti i settori industriale, ma i principali utilizzatori sono banche, compagnie assicurative, società di telecomunicazioni e utility. Queste aziende hanno tradizionalmente molti sistemi legacy e scelgono soluzioni RPA per garantire l’integrazione delle funzionalità.

La capacità di integrare i sistemi legacy è il driver chiave per i progetti RPA”, ha spiegato l’analista di Gartner. “Utilizzando queste tecnologie, le aziende possono accelerare le loro iniziative di trasformazione digitale, sbloccando il valore associato agli investimenti tecnologici effettuati nel passato”.

A livello geografico è il Nord America il mercato principale del software RPA, con una quota del 51% nel 2018, ma un leggero calo di 2 punti percentuali su base annua. Al secondo posto si trova l’Europa occidentale con una quota del 23%. A seguire c’è il Giappone, che nel 2018 ha registrato una crescita del 124% nell’adozione di queste tecnologie.

Questo dimostra che il software RPA è attraente per le aziende di tutto il mondo”, ha confermato Biscotti, “grazie a cicli di implementazione più rapidi rispetto ad altre opzioni, come le piattaforme di gestione dei processi aziendali e l’outsourcing dei processi aziendali”.

Un mercato in rapido mutamento

Secondo le previsioni di Gartner, il mercato del software RPA sarà soggetti a diversi cambiamenti nei prossimi tre anni. Le grandi società come IBM, Microsoft e SAP, stanno collaborando con o acquisendo altri fornitori di software RPA, e questo indica che nelle loro considerevoli basi di clienti stanno aumentando la consapevolezza e la trazione del software RPA.

Allo stesso tempo, i nuovi fornitori stanno cogliendo l’opportunità di adattare le tradizionali funzionalità RPA per le esigenze del business digitale, come l’elaborazione del flusso di eventi e analytics in tempo reale.

Questo è un momento di grande crescita per i fornitori RPA”, ha concluso Biscotti. “Gli attuali leader del settore dovranno affrontare una crescente competizione, perché continueranno ad arrivare nuovi player in un mercato la cui rapida evoluzione sta rendendo confuse le linee che distinguono RPA da altre tecnologie di automazione, come il riconoscimento ottico dei caratteri e l’intelligenza artificiale”.