Da software desktop ad app mobile? Con SmartUX è facile e veloce

La startup californiana PowWow Mobile ha rilasciato una piattaforma per trasformare applicazioni legacy in app mobile senza scrivere una sola riga di codice. Vediamo come funziona.

C’è sempre più richiesta di strumenti di sviluppo in grado di trasformare software desktop legacy in app mobile, ma solitamente questo processo costa denaro e tempo. Nei giorni scorsi però la startup PowWow Mobile ha lanciato sul mercato SmartUX, una piattaforma che grazie al machine learning promette di aiutare le aziende a trasformare le loro applicazioni Windows e web based in app mobile senza dover scrivere una sola riga di codice.

PowWow Mobile assicura che grazie a SmartUX è possibile evitare mesi necessari alla riscrittura del codice e soprattutto risparmiare fino al 70% in costi di sviluppo. Al cuore di questa piattaforma troviamo lo strumento SmartUX Studio, che sfruttando appunto il machine learning “spezza” l’applicazione legacy in tanti componenti che poi mostra in un interfaccia drag-and-drop.

Questi elementi vengono poi trasformati in versioni adatte ai dispositivi mobile, conservando però tutte le regole e le integrazioni dell’applicazione originale. A questo punto l’utente può selezionare dal menu i componenti che più interessano e assemblare così una versione mobile dell’originale software desktop.

Un’altra feature interessante di SmartUX Studio è la possibilità di aggiungere strumenti solitamente utilizzati in un’app mobile come le notifiche, funzionalità per la fotocamera, sblocco tramite impronta digitale, funzionalità NFC e altro ancora. Tramite SmartUX un’applicazione enterprise di tipo desktop può essere trasformata in app mobile anche in meno di 10 giorni e, cosa non meno importante, più applicazioni legacy possono essere sezionate e ricombinate in un’unica app mobile.

La piattaforma SmartUX, ora disponibile in beta e attesa in versione definitiva il prossimo mese, è compatibile con qualsiasi dispositivi iOS o Android ed è distribuita tramite data center o cloud, mentre le app mobile possono essere distribuite con l’utilizzo di una soluzione MDM o tramite un’app store con tanto di aggiornamenti automatici.