Zoom sceglie Oracle Cloud per il suo servizio di meeting online

Zoom ha scelto l’infrastruttura Oracle Cloud (OCI) per supportare la sua crescita e le mutevoli esigenze aziendali. A Pesare sulla decisione sicurezza, prestazioni e livello di assistenza.

zoom

Oracle ha annunciato che Zoom Video Communications ha deciso di adottare l’infrastruttura Oracle Cloud (OCI) per supportare la sua crescita e le mutevoli esigenze aziendali. Il fornitore di servizi di videocomunicazione aziendali continua infatti a innovare e a fornire un servizio essenziale alla sua vasta base di clientela.

“Di recente abbiamo sperimentato la crescita più significativa nella storia della nostra azienda, che ha richiesto un enorme aumento della nostra capacità di servizio. Abbiamo preso in considerazione molteplici piattaforme e Oracle Cloud si è dimostrata una soluzione determinante nell’aiutarci a incrementare la nostra capacità e a soddisfare le esigenze dei nostri nuovi utenti” ha affermato Eric S. Yuan, CEO di Zoom. “Abbiamo scelto Oracle Cloud per la sua avanzata sicurezza, le prestazioni e il livello di assistenza”.

Per soddisfare il rapido aumento nella richiesta dei suoi servizi, incluso un improvviso picco di 300 milioni di utenti giornalieri, Zoom aveva bisogno di capacità cloud aggiuntiva immediata. Ha così scelto Oracle Cloud Infrastructure per i benefici offerti in termini di prestazioni, scalabilità, affidabilità e sicurezza avanzata. Nel giro di poche ore dall’implementazione, Oracle Cloud ha supportato centinaia di migliaia di partecipanti in contemporanea.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Una volta entrata in piena produzione, la piattaforma Zoom è in grado di supportare la partecipazione simultanea di milioni di partecipanti su Oracle Cloud. Il cloud di Oracle di seconda generazione permetterà a Zoom di continuare a fornire un servizio impeccabile alla sua clientela, di adattarsi alle mutevoli esigenze e di guidare il settore delle comunicazioni video.

Zoom trasferisce già oltre sette petabyte al giorno attraverso i server Oracle Cloud, equivalenti a circa 93 anni di video HD. L’infrastruttura cloud di seconda generazione di Oracle, unita alle sue competenze in materia di sicurezza, permetterà a Zoom di garantire un’avanzata esperienza di videocomunicazione per le aziende.