Workplace: Facebook punta forte su video e realtà virtuale

Facebook Workplace ha ricevuto nei giorni scorsi una varietà di nuove funzionalità progettate per rafforzare la piattaforma e aiutare gli utenti a collaborare meglio durante la pandemia in corso.

Workplace

Workplace, l’offerta di collaborazione aziendale di Facebook, ha ricevuto nei giorni scorsi una varietà di nuove funzionalità progettate per rafforzare la piattaforma e aiutare gli utenti a collaborare meglio durante la pandemia in corso. Facebook ha dichiarato che l’app ha ora più di 5 milioni di utenti pagati, con 2 milioni di questi che si sono aggiunti da ottobre 2019. Questo ritmo di crescita è in linea con i report di altre società specializzate in prodotti di collaborazione e videoconferenza, che hanno rapidamente guadagnato nuovi utenti durante l’epidemia di COVID-19.

Lanciato alla fine del 2016, Workplace offre alle aziende una piattaforma di collaborazione che rispecchia molte delle funzionalità offerte da Facebook, inclusi gruppi, un feed di notizie e funzionalità di video in diretta, riproposte per soddisfare le esigenze degli utenti aziendali. I recenti annunci si sono concentrati sul miglioramento del modo in cui gli utenti possono collaborare tramite video attraverso integrazioni con il portale di Facebook e le funzionalità di Oculus.

È probabile che la crescita di strumenti collaborativi continuerà secondo Angela Ashenden, principale analista di CCS Insight. Anche se alcuni lavoratori stanno tornando e torneranno in ufficio, il distanziamento sociale rimarrà una priorità assoluta, richiedendo a molti di continuare a lavorare da casa. “Questa sarà probabilmente il quadro operativo per i prossimi due anni e quindi il lavoro a distanza rimarrà una parte importante della vita lavorativa”, ha detto la Ashenden.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

Julien Codorniou, vicepresidente di Workplace, ha affermato che mentre la pandemia COVID-19 ha aumentato in modo esponenziale la domanda di piattaforme di lavoro collaborativo, è rimasto sorpreso dal numero di aziende che sono state colte alla sprovvista. Come la Ashenden, Codorniou ha affermato che le aziende hanno ora riconosciuto l’importanza di mantenere i propri dipendenti “connessi, informati, coinvolti e produttivi”.

Riflettendo questa posizione internamente, Mark Zuckerberg ha annunciato che Facebook abbraccerà in modo permanente il lavoro a distanza, anche dopo la revoca degli attuali blocchi. Ha detto ai dipendenti di Facebook che la società “aprirà in modo aggressivo alle assunzioni remote” e si aspetta che circa la metà della forza lavoro lavorerà in remoto nei prossimi 5-10 anni. I dipendenti di Facebook hanno tempo fino al primo gennaio 2021 per decidere la loro nuova sede di lavoro.

L’importanza della videoconferenza

Per aiutare a sostenere un mercato affollato che include già Microsoft Teams, Zoom, Slack, Google Meet e altri, Workplace sta spingendo verso una videoconferenza più efficiente e più facile da usare. La Ashenden ha affermato che le nuove funzionalità di Workplace riflettono il successo riscontrato dai suoi concorrenti. “Segna un importante perno per Workplace … e sarà interessante tenere traccia di quanto velocemente questo diventerà un fattore primario per gli investimenti sul posto di lavoro”, ha detto.

Gli utenti possono ora configurare Workplace Rooms, essenzialmente una versione aziendale delle Messenger Room di Facebook lanciate il mese scorso. In queste nuove sale virtuali i team possono ospitare videochiamate pianificate e spontanee tramite l’app desktop o mobile di Workplace (o anche sullo smart-screen Portalc di Facebook). Gli utenti possono invitare a queste chiamate persone senza account Workplace, utilizzare Portal TV per le videochiamate sul posto di lavoro, impostare Workplace Room su Portal e utilizzare Workplace Live su Portal.

Facebook ha inoltre rafforzato l’offerta di Workplace Live, offrendo agli utenti un miglioramento dei valori di produzione, controlli e interattività. Una caratteristica notevole è la possibilità di attivare sottotitoli e trascrizioni in tempo reale, un servizio che al momento funziona in inglese, francese, tedesco, italiano, portoghese e spagnolo.

Con molte aziende che hanno dipendenti in diversi Paesi e che parlano lingue diverse, la nuova funzionalità dovrebbe consentire ai dipendenti che lavorano insieme ma non parlano la stessa lingua di collaborare meglio portando a una maggiore produttività.

Funzionalità VR

Le modifiche a Workplace includono anche nuove funzionalità di VR costruite intorno alla divisione di realtà virtuale di Facebook, Oculus. Sebbene sia partito in gran parte come un prodotto di stampo consumer, la realtà virtuale è sempre più utilizzata dalle aziende per la formazione e l’istruzione. Attualmente su Workplace esistono più di 400 app aziendali Oculus che possono essere integrate con la piattaforma.

La Ashenden ritiene che la più grande apertura per l’adozione della realtà virtuale sia ora nella sfera aziendale. “Questo mercato sta davvero guidando lo sviluppo e la direzione di questi dispositivi, molto più che, diciamo, i videogiochi e altri contenuti per utenti consumer”. Microsoft ha avuto un certo successo con il suo HoloLens, rendendo logico per Workplace offrire agli utenti l’opportunità di utilizzare più facilmente Oculus.

“Se andate da Walmart, vedrete dispositivi Oculus in ogni negozio negli Stati Uniti per insegnare ai dipendenti come organizzare la visualizzazione degli scaffali e anche per eseguire sessioni di formazione sulla sicurezza o di emergenza”, ha detto Codorniou. “In aziende farmaceutiche o aziende come Johnson & Johnson usano Oculus per la simulazione 3D, per la progettazione di nuovi prodotti e per insegnare ai medici come operare.”

Tornando a un discorso più generale, “i progressi nella collaborazione e negli strumenti di videoconferenza sono qui per rimanere”, conclude la Ashenden. “Questo è il modo in cui il lavoro sarà ora, è ciò che le persone si aspetteranno da un datore di lavoro e sarà anche visto come una componente fondamentale nel fornire continuità aziendale in futuro”.