Slack: nuove e metriche per tracciare l’utilizzo nelle grandi aziende

Una serie di aggiornamenti di Slack punta a facilitare la gestione dell'app di collaborazione per i clienti dei piani Slack Plus ed Enterprise Grid.

slack

Slack ha aggiunto nuove funzionalità di analisi e metriche per consentire di monitorare meglio l’utilizzo della popolare app di collaborazione all’interno della propria organizzazione. Tra una serie di aggiornamenti per i clienti più grandi annunciati oggi ci sono le metriche sull’attività dei messaggi, che forniscono informazioni sulla portata dei post nei canali pubblici.

Le metriche, disponibili per le aziende che hanno sottoscritto i piani a pagamento Slack Plus ed Enterprise Grid, sono accessibili nei canali pubblici con oltre 50 membri e forniscono ai team di comunicazione aziendale una visione più dettagliata della portata dei post. Ciò include informazioni sulle percentuali di lettura e di click-through, una ripartizione dei dispositivi utilizzati per visualizzare un post, dati sui quali le risposte ricevono il maggior numero di reazioni e il numero di viewer suddiviso per dipartimento.

È inoltre disponibile un set di API per consentire ai clienti di Enterprise Grid di incanalare i dati degli utenti Slack in strumenti di business intelligence di terze parti come Tableau. Mentre Slack ha avuto la propria dashboard per un po’ di tempo, le API renderanno più semplice per i grandi clienti la combinazione di dati Slack con altre fonti di dati, come l’uso della VPN o le informazioni sulle risorse umane.

adv
Cloud Communication Business

Nell’era digitale il centralino va in Cloud

La telefonia di nuova generazione è in software-as-a-service: non richiede di installare centralini hardware, gestisce fisso e mobile, e consente di attivare nuove linee o filiali con un clic, abilitando Smart Working e Unified Communication. SCOPRI DI PIÙ >>

“Slack sta accelerando nel fare ciò che la posta elettronica non può: misurare i risultati di contenuti e conversazioni” ha dichiarato Wayne Kurtzman, direttore della ricerca presso IDC. “La loro nuova API di analisi consente di misurare le attività dei messaggi e il coinvolgimento, elementi che a differenza della posta elettronica possono ora essere misurati e correlati con altri dati basati sui risultati. Ciò crea anche le basi per alcune metriche digitali nuove e innovative nel prossimo futuro, alcune delle quali possono essere specifiche per ogni azienda.”

Slack ha anche reso più semplice incoraggiare gli utenti a lavorare con integrazioni con i calendari di Google e Outlook. Gli amministratori possono ora autenticare automaticamente le app di calendario per tutti gli utenti, anziché richiedere a ciascun dipendente di autenticare il proprio account. “Normalmente, una volta installate le app in Slack, l’utente deve eseguire l’autenticazione con tale applicazione, ma questo è un passaggio in più per ogni dipendente. Ora siamo in grado di autenticare automaticamente i dipendenti” ha affermato Ilan Frank, vicepresidente di Slack. “Ciò fa risparmiare un sacco di tempo e aumenta l’adozione; ogni passaggio aggiuntivo, ogni clic, è infatti qualcosa che può ostacolare l’adozione di massa.”

slack

L’autenticazione automatica è stata indirizzata per ora alle app di calendario in quanto sono due delle app di terze parti più installate in Slack. Un’altra parte della strategia di supporto di Slack per gli admin è l’introduzione di una dashboard per la gestione centralizzata dei canali. Ciò semplifica la modifica dei dettagli sui canali all’interno di una distribuzione di Enterprise Grid, offrendo la possibilità di rinominare, archiviare e modificare le autorizzazioni da una singola schermata.

Anche l’onboarding di un gran numero di nuovi utenti diventa più semplice. Collegandosi a strumenti di fornitori identità come Okta, il personale può essere aggiunto automaticamente ai canali pertinenti in base al reparto aziendale a cui aderiscono. “Se qualcuno entra a far parte dell’ufficio vendite di New York, potrebbe essere aggiunto automaticamente a un gruppo di canali di uffici locali di New York o diversi canali di vendita che sarebbero specifici per quel ruolo e quella posizione”, continua Frank.

Infine, Slack ha aggiunto una versione online del suo programma Slack Certified per gli amministratori, rendendo più semplice ottenere la certificazione durante la pandemia e allargando l’accesso in generale. Fino ad ora, il processo di certificazione è stato svolto solo di persona.

“Il corso online è progettato per soddisfare la crescente domanda di certificazione”, ha affermato Frank. “Stiamo assistendo a un aumento della domanda da parte delle aziende che desiderano assumere specificamente questo ruolo. Vogliamo aiutare i dipendenti che hanno deciso di fare la propria carriera e offrire loro la certificazione. Offriremo anche borse di studio in modo che questa sia gratuita”.

“La formazione degli utenti è fondamentale per qualsiasi prodotto, ma soprattutto per un tipo di prodotto relativamente nuovo, come nel caso di Slack”, ha affermato Kurtzman. “Il programma Slack Certified può diventare la chiave per una maggiore adozione e portare a una differenziazione della carriera per amministratori e utenti. Potrebbe essere necessario che questo programma si espanda rapidamente”.

Sempre riguardo a Slack, la scorsa settimana la società ha annunciato l’acquisizione della startup Rimeto, una rivale di Active Directory di Microsoft. Rimeto consente ai clienti di creare profili dettagliati dei dipendenti con informazioni su aree di competenza rilevanti, consentendo a Slack di espandere la sua funzione di ricerca esistente, che consente agli utenti di cercare per nome, team e ruolo professionale.