Slack integra strumenti EMM per la sicurezza aziendale

Gli amministratori aziendali potranno integrare in Slack 21 piattaforme software per la gestione della mobilità aziendale

slack

Slack ha abilitato l’integrazione di diverse piattaforme per la gestione della mobilità aziendale (EMM) per offrire funzioni di sicurezza e gestione delle policy alla sua applicazione di messaggistica. Il provider ha collaborato con AppConfig, gruppo open standard, per integrare un set di API di 21 fornitori EMM. Slack ha affermato inoltre che ha lavorato in modo più stretto con tre fornitori EMM – VMware Airwatch, MobileIron e Blackberry Good – “per garantire un’esperienza coerente ai nostri clienti comuni”.

L’aggiunta dell’EMM è critica per il set di funzionalità di sicurezza di livello enterprise offerte da Slack, che include anche la crittografia dei dati in transito e a riposo”, ha dichiarato Slack.

Slack aveva già integrato le proprie funzionalità di crittografia, ma ora può offrire la stessa sicurezza basandosi sulle tecnologie dei fornitori EMM. L’integrazione abilita Slack SCIM (un’API aperta per la gestione delle identità), funzionalità di firma singola basata su SAML, autenticazione a due fattori e funzionalità di cancellazione remota dei dispositivi.

slack profili
Slack ha introdotto la funzione “Profili” per la gestione delle informazioni degli utenti

La nuova funzionalità “Profili”consente agli amministratori di abbinare le foto dei profili ai nomi e fornire informazioni di background sulle persone di ogni team aziendale utilizzando la piattaforma di messaggistica. Se un’azienda utilizza già un provider di identità o una directory interna, può sincronizzare tali informazioni nei Profili utilizzando l’API SCIM, che permette agli amministratori di consolidare la gestione delle identità e realizzare una directory facilmente accessibile dai team in Slack.

Slack dichiara di avere 6,8 milioni di utenti attivi alla settimana e più di 1,5 milioni di utenti che hanno sottoscritto un abbonamento. Come per molte giovani aziende, Slack deve stabilire quali funzionalità sviluppare internamente – come le funzionalità di condivisione di file e di gestione dei progetti – e quali integrare attraverso partnership. “Questo annuncio è una chiara indicazione che il miglioramento della sicurezza arriverà attraverso le partnership”, ha commentato Alan Lepofsky, vice presidente e analista di Constellation Research. “Consapevole che non è la sua competenza primaria, Slack vuole assicurarsi di poter giocare in questo spazio”.

Leposfky ha aggiunto che la mancanza di integrazione EMM è stata un elemento di differenziatore con concorrenti quali Microsoft Team, IBM Connections, Cisco Spark e Google, con i suoi nuovi Hangouts Chat.

Nel 2015 Slack ha rivelato di essere stata attaccata e che alcuni dati utente erano stati compromessi, cosa che ha spinto l’azienda ad aggiungere la crittografia e l’autenticazione a due fattori.

Le nuove partnership di Slack aumentano la sua credibilità per gli utenti aziendali e, secondo Leposfky, la piattaforma di messaggistica dovrebbe continuare a elaborare strategie di partnership, piuttosto che di sviluppo interno, in settori quali la condivisione di file, l’unified communication, nonché la creazione di contenuti tramite Microsoft Office 365 e gli strumenti di cloud computing della Google G Suite.

 

AUTORELucas Mearian
FONTEComputerworld
CWI.it
Con 12 milioni di lettori in 47 paesi, Computerworld è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, implementano o utilizzano la tecnologia in azienda.