Skype Translator, come funziona il traduttore previsto anche in Skype for Business

Skype Translator è il traduttore automatico per Skype, basato su Bing Translator. Annunciato nella versione aziendale anche per Skype for Business, ecco come funziona.

Skype Translator è il traduttore online integrato in Skype per consentire agli utenti di facilitare la comunicazione, grazie alla traduzione simultanea in 8 lingue durante le videochiamate, oltre alla possibilità di tradurre i messaggi istantanei in più di 50 lingue. Abbattere le barriere linguistiche non è l’unica feature utile, ma il traduttore di Skype si rivela un grande aiuto per chi ha problemi di udito, che potrà così capire senza problemi tramite sottotitoli quello che lo speaker sta dicendo.

Skype Translator: come funziona

Il sistema di Skype Translator si basa sull’apprendimento automatico di Bing Translator, in modo da consentire un miglioramento costante attraverso l’uso costante.
Capire come funziona è molto semplice: per utilizzare il traduttore di Skype occorre selezionare il contatto con cui parlare e successivamente cliccare sull’icona di Translator, che può essere a forma di globo o a forma di lettere e kanji, in base alla versione di Skype utilizzata. A questo punto Skype Translator è stato attivato e occorre selezionare la lingua di destinazione per la traduzione della chat o della chiamata: in quest’ultimo caso la traduzione comparirà sullo schermo in forma scritta e sarà possibile anche ascoltarla in tempo reale.

Si può utilizzare Skype Translator anche durante chiamate verso i telefoni fissi o cellulari, mentre le lingue supportate per le chiamate vocali e video ad oggi annunciate sono l’Arabo, il Francese, il Giapponese, l’Inglese, il Russo, lo Spagnolo, il Portoghese brasiliano, il Cinese mandarino e l’Italiano; i messaggi istantanei invece possono essere tradotti in oltre 50 lingue. Il servizio è disponibile su Skype per Windows desktop, Skype per il Web o Skype per Windows 10.

Skype Translator in arrivo su Skype for Business

Lo scorso anno Microsoft aveva annunciato l’arrivo del traduttore di Skype anche nella versione aziendale di Skype for Business, senza però rivelare la data precisa in cui la feature sarebbe stata lanciata e nemmeno le lingue supportate. In particolar modo la feature permetterebbe a chiunque di parlare nella propria lingua all’interno di una videoconferenza tramite Skype Meeting Broadcast, mentre gli interlocutori potrebbero vedere i sottotitoli (generati automaticamente) di ciò che lo speaker sta dicendo in quel momento.

Il traduttore porterebbe su Skype for Business una tecnologia già utilizzata nella versione consumer di Skype e tale strategia dimostra come Microsoft, di fronte alla concorrenza di servizi come Slack e Hipchat, stia cercando di spingere Skype for Business verso il maggior numero di aziende. Una simile aggiunta a Skype Meeting Broadcast potrebbe avere implicazioni molto significative per le imprese, soprattutto per quelle che puntano a raggiungere un’audience internazionale tramite videoconferenze, webinar e grandi eventi.

Aggiornamento del 28/06/2017 a cura di Valentina Colazzo