Servizi di messaggistica di Google: una FAQ per capirli meglio

Capirci qualcosa nei nuovi servizi di messaggistica di Google sta diventando una vera impresa, soprattutto dopo l’annuncio che Workspace sarà disponibile per tutti.

Servizi di messaggistica di Google

L’ultima svolta “sconcertante” per Google arriva per gentile concessione di un annuncio all’inizio della settimana scorsa secondo cui Google Workspace (ex G Suite) sarà disponibile per tutti, indipendentemente dal fatto che utilizziate un account a pagamento collegato a un’azienda o un account individuale Google gratuito. Con quell’annuncio arriva anche una serie di modifiche ai servizi di comunicazione che probabilmente già conoscete e utilizzate e persino alcune modifiche all’interfaccia principale di Gmail. Per capirci qualcosa di più, ecco le principali domande (con relative risposte) che abbiamo pensato di porci di fronte a questa importante novità.

Che cos’è esattamente Google Workspace?

Google Workspace è il nome attuale di tutte le app di produttività di Google: Gmail, Documenti, Fogli e così via. Il nome, come già accennato, sta ora a indicare una serie di servizi che sarà disponibile per tutti, indipendentemente dal fatto che utilizziate un account a pagamento collegato a un’azienda o un account individuale Google gratuito. Ecco uno screenshot per illustrare cosa sta preparando Google per la “nuova” Gmail.

Questa sarebbe Gmail? Cosa sta succedendo?

ADV
Webinar IVA spese di viaggio

Resilienza del business: le priorità digitali delle medie imprese italiane nel 2021

Come si stanno muovendo i tuoi concorrenti per affrontare le sfide poste dai nuovi modelli organizzativi del lavoro? Questo white paper di IDC indica le priorità di spesa delle PMI su tre filoni: remote working, sicurezza e protezione dei dati. SCARICA IL WHITE PAPER >>

Quello che vedete nello screenshot è una conversazione nel sistema di messaggistica di gruppo di Google Chat, che un tempo si chiamava Rooms ma ora viene rinominato Spaces, in cui più persone parlano di un foglio di calcolo di Fogli e poi lavorano sul suddetto foglio di calcolo nella posta in arrivo di Gmail.

Quindi cos’è esattamente Google Chat?

Google Chat è il nuovo sistema di messaggistica connesso a Google Workspace. In precedenza era disponibile solo per i clienti paganti di Workspace, ma a partire da ora tutti potranno utilizzarlo.

Gmail non ha sempre avuto Google Chat al suo interno?

Non esattamente. Ai vecchi tempi, Gmail aveva un servizio di messaggistica di Google noto come Google Talk. Ma molte persone si riferivano a quel servizio come Google Chat o GChat, anche se tecnicamente non era il suo vero nome.

E quale servizio di messaggistica c’era in Gmail per i singoli utenti prima di questo?

La maggior parte dei singoli utenti di Gmail utilizza ancora Google Hangouts, il servizio di messaggistica universale che ha debuttato nel 2013 e aveva lo scopo di semplificare la strategia di messaggistica di Google. È stato lanciato con la promessa che sarebbe diventato “l’unica app di comunicazione” su cui tutti gli utenti di Google avrebbero fatto affidamento.

Allora, cosa sta succedendo a Hangouts?

Hangouts è in fase di eliminazione da circa 7.492 anni. Google afferma che alla fine verrà chiuso, una volta che tutti i suoi utenti saranno passati con successo a Google Chat.

Quindi Google Chat gestirà anche i messaggi di testo, proprio come Hangouts?

No. È solo per inviare messaggi ad altre persone che utilizzano anch’esse Google Chat. Per i messaggi basati su SMS, consigliamo di utilizzare il servizio Google Messagges.

Google Messagges non ha anche una funzione di messaggistica chiamata Chat?

Sì. Chat è l’opzione di messaggistica di nuova generazione disponibile in Google Messagges, che si basa sullo standard Rich Communication Services, o RCS. Consente di chattare con altri utenti di Google Messagges che hanno abilitato Chat e di godere di un’esperienza simile a un’app di messaggistica moderna, con indicatori di digitazione attivi, conferme di lettura, crittografia end-to-end e altre feature simili.

Cos’è allora Hangouts Chat?

Hangouts Chat era quello che Google originariamente chiamava il servizio Google Chat (il servizio autonomo che verrà integrato in Gmail, non la funzione di messaggistica RCS all’interno dell’app Google Messaggi) quando è stato lanciato per la prima volta nel 2017.

Non doveva essere uno strumento solo aziendale a quel punto?

Sì.

Allora, cos’è successo?

Quella configurazione apparentemente sensata non era abbastanza confusa e quindi Google ha cambiato idea a un certo punto e ha trasformato Chat in uno strumento per tutti gli usi e disponibile per tutti.

Passando invece a Spaces: di cosa si tratta?

Spaces è il nuovo nome di Rooms, la funzione di messaggistica di gruppo disponibile all’interno del sistema di Google Chat (che è ora disponibile per tutti all’interno di Gmail).

Perché Google ha cambiato nome?

Perché Google vuole assicurarsi che nessuno capisca mai appieno la sua strategia di servizio di messaggistica, quale prodotto viene utilizzato e in quale momento.

Non esisteva già un servizio di Google chiamato Spaces?

Infatti c’era! Google Spaces era un’app introdotta nel 2016 che avrebbe dovuto semplificare la condivisione di gruppo, ma che Google ha deciso bene di chiudere circa un anno dopo il lancio.

Per le videochiamate cosa sta succedendo? Anche in Gmail è in arrivo una nuova chat video?

Sì, Google Meet, il servizio di videoconferenza di gruppo di Google. Sarà disponibile anche nella barra laterale del sito web di Gmail.

Google Meet non era originariamente pensato solo per l’uso aziendale?

Lo era, ma ora è pensato per essere usato da chiunque e da tutti.

In che modo Google Meet è diverso da Google Duo?

Google Duo consente di effettuare chiamate con un massimo di 32 persone. Google Meet consente invece di effettuare chiamate con un massimo di 100, 150 o 250 persone, a seconda del vostro piano di Google Workspace, e ha alcune opzioni di conferenza aggiuntive relative alle presentazioni e più orientate al lavoro.

Passando a Documenti e Fogli. Si useranno all’interno di Gmail?

Sì, con la nuova configurazione dell’area di lavoro, potrete aprire documenti, fogli di lavoro e presentazioni direttamente in Gmail quando qualcuno ne condivide uno con voi in una chat room di gruppo (presto nota come Space).

Ma posso ancora aprirli anche nelle solite app Documenti, Fogli e Presentazioni?

Sì.

Cos’è invece Google Voice?

Google Voice è un servizio correlato a Workspace che funge da centralino virtuale per il vostro numero di telefono, in modo da poter effettuare e ricevere chiamate e messaggi su qualsiasi numero di dispositivi.

Come si lega a tutto questo?

Non si lega. È una cosa separata.

Quindi, se utilizzo Google Voice, posso continuare a utilizzare Google Chat?

Sì. Google Chat non ha nulla a che fare con il numero di telefono, quindi i due servizi sono totalmente indipendenti.

Quali sono esattamente le funzionalità di Workspace a livello aziendale?

Secondo l’annuncio di Google, le funzionalità “pro” permetteranno a chiunque abbia una piccola azienda di “fare di più, presentarsi in modo più professionale e servire meglio i propri clienti”. Google afferma inoltre che il piano Workspace Individual consentirà agli abbonati di “gestire facilmente tutti i loro impegni personali e professionali da un’unica posizione con accesso al supporto di Google per ottenere il massimo dalla loro soluzione”. E c’è anche una funzionalità di pianificazione simile a Calendly.

Tutto questo verrà visualizzato subito in Gmail?

No. L’integrazione di Google Chat in Gmail verrà visualizzata solo se si accede alle impostazioni di Gmail sul sito Web, si fa clic sulla scheda Chat and Meet e si modifica l’impostazione “Chat” da “Classic Hangouts” a “Google Chat”.

Cosa accadrà a tutte le mie vecchie informazioni di Hangouts se lo faccio?

Tutti i messaggi inviati dopo il giugno del 2020 verranno visualizzati automaticamente lì. Tutti i messaggi inviati prima di giugno 2020 appariranno lì in una data futura non specificata.

Quindi posso parlare con qualcuno con cui chattavo su Hangouts in Google Chat?

No, si può parlare solo con altre persone che hanno Google Chat abilitato e/o installato sui loro vari dispositivi.

Al di fuori delle persone che utilizzano la chat all’interno di un’azienda, quante persone che conosco ci saranno effettivamente?

Il numero varierà in base al numero di dipendenti di Google con cui si comunica quotidianamente, ma per la maggior parte degli utenti medi, il numero sarà attualmente compreso tra zero e due.

Che dire dell’integrazione di Documenti e Fogli in Gmail? È già disponibile?

Sì! Se si passa a Google Chat, utilizzando l’impostazione di cui abbiamo parlato un secondo fa, si potranno aprire documenti, fogli di lavoro e presentazioni ogni volta che qualcuno ne condivide uno in una chat room di Google.

Se non voglio usare nessuna di queste cose e voglio solo che Gmail sia Gmail, posso evitarlo?

Puoi! Assicurati che l’opzione per “Chat” nella sezione “Chat and Meet” delle impostazioni del sito web di Gmail sia impostata su “Off” e che l’opzione per “Meet” nella stessa sezione sia impostata su “Nascondi la sezione Meet nel menù principale.”

E sul cellulare? Posso eliminare tutte le schede extra che Google ha aggiunto nella parte inferiore della mia app Gmail?

Puoi! Nell’app Gmail per Android, tocca l’icona del menu a tre righe nell’angolo in alto a sinistra, trova e seleziona “Impostazioni” dal menu che si apre, quindi tocca il nome dell’account Google che desideri modificare. Deseleziona la casella accanto a “Chat” e l’intera barra dovrebbe scomparire.

Qual è la differenza tra l’utilizzo di Chat e Meet nell’app Gmail e l’utilizzo di Chat e Meet nelle proprie app Android autonome?

Non c’è differenza.

Che fine ha fatto Google Allo?

Era solo frutto della vostra immaginazione. Google Allo non è mai esistito.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!