Gli utenti di Microsoft Teams possono ora accedere agli aggiornamenti dei newsfeed nel social network aziendale Workplace di Meta (ex Facebook) senza cambiare schermata, grazie a una nuova integrazione annunciata dalle due società mercoledì. E sono in lavorazione anche i piani per abilitare lo streaming delle videochiamate di Teams direttamente da Workplace.

Queste sono le prime integrazioni tra lo strumento di collaborazione del flusso di lavoro di Microsoft e la piattaforma di Meta, che ha più di 7 milioni di abbonati a pagamento. Esistono già invece integrazioni di Workplace con le app di Office 365, tra cui Microsoft SharePoint e OneDrive, con in più il supporto per Teams sul dispositivo video Portal di Meta previsto per il mese prossimo.

Le nuove integrazioni forniscono due funzioni. Innanzitutto, un’app Workplace per Teams può essere aggiunta alla barra di navigazione laterale di Teams o aggiunta come scheda per fornire l’accesso al newsfeed di Workplace all’interno dell’app. Il contenuto di Workplace può essere contrassegnato come “importante” dagli amministratori di Teams per attirare l’attenzione degli utenti su determinate informazioni. I singoli utenti saranno anche in grado di estrarre contenuti da un gruppo di Workplace in un canale di Teams per evidenziarli ai colleghi, nonché di reagire ai post di Workplace direttamente da Teams.

L’integrazione video, prevista per l’inizio del 2022, consentirà agli utenti di visualizzare una videochiamata di Teams da Workplace e commentare in tempo reale. I relatori in Teams saranno in grado di monitorare il coinvolgimento delle visualizzazioni e le reazioni in entrambe le app contemporaneamente.

workplace

Sebbene le due società competano in vari modi (Viva Connections di Microsoft, ad esempio, fornisce anche funzionalità di social network ed entrambe hanno svelato recentemente visioni concorrenti per la collaborazione immersiva), l’annuncio di mercoledì è un riconoscimento che molti clienti ora fanno affidamento su una gamma di strumenti per supportare la collaborazione dei dipendenti.

L’integrazione con Teams “renderà più facile per le persone che utilizzano entrambi gli strumenti per il lavoro tenersi aggiornate con le informazioni e creare ancora più opportunità di coinvolgimento a livello aziendale”, ha affermato Ujjwal Singh, responsabile del prodotto presso Meta. Singh, che all’inizio di quest’anno ha affermato che era in corso un’integrazione di Teams indicando i clienti comuni che hanno già provato le integrazioni, ovvero Vodafone e Flight Center.

In un’altra dichiarazione, Jeff Teper, CVP di Microsoft Teams, ha affermato che “aveva senso per noi unirci a Meta per aiutare i nostri clienti comuni a sbloccare la collaborazione e ad abbattere i silos all’interno delle loro organizzazioni”.

Le integrazioni dovrebbero essere di particolare beneficio per i clienti di Workplace che vedono l’app come la loro soluzione di comunicazione centrale per i dipendenti, ma utilizzano Teams per la produttività quotidiana, ha affermato Angela Ashenden, analista di CCS Insight. Questo è comune nelle grandi organizzazioni in cui i team di comunicazione e risorse umane si affidano a Workplace, mentre l’IT è responsabile di Teams come piattaforma di collaborazione e produttività.

Le integrazioni hanno molto senso per Meta, poiché aiutano a trasferire le informazioni da Workplace agli utenti dove tendono a trascorrere la maggior parte del loro tempo. “Facendo emergere il newsfeed in Teams, Workplace può continuare a raggiungere quei dipendenti, consentendo allo stesso tempo ai responsabili delle comunicazioni e delle risorse umane di mantenere il controllo sulla strategia della piattaforma di comunicazione e coinvolgimento dei dipendenti”, ha affermato la Ashenden.

La Ashenden, tuttavia, ha anche notato che mentre le integrazioni aiutano a connettere le due piattaforme, gli utenti di Teams e Workplace devono ancora affrontare delle sfide, in particolare a causa della sovrapposizione tra le rispettive funzioni di chat (Teams Chat e Workplace Chat), che possono creare confusione per i dipendenti.