Google arricchisce G Suite con cinque nuove funzionalità

Sono cinque le novità per la G Suite di Google che vanno a migliorare la gestione del flusso di lavoro tra i vari team aziendali.

Google ha da poco annunciato cinque novità per la sua G Suite, la raccolta di applicazioni per la produttività conosciuta fino a poche settimane fa come Google Apps For Work.

La prima sfrutta il sistema di elaborazione del linguaggio naturale di Google per suggerire automaticamente (ma volendo anche manualmente) quale azione assegnare a un membro del gruppo di lavoro. Sarà così possibile digitare un comando come per esempio “Luca deve correggere una bozza tra una settimana” e G Suite inserirà questo task (Action Item) nella programmazione del workgroup.

Dopo che l’Action Item è stato assegnato, i membri del team possono riconoscere velocemente i documenti, i fogli di calcolo e le presentazioni su cui lavorare grazie a un badge su ogni file contenente nuovi compiti da portare a termine, che identifica anche tutto il lavoro eventualmente rimasto indietro.

adv

google-g-suite-2

Google ha poi potenziato le capacità di riconoscimento vocale di Documenti, in modo da poter scrivere e formattare il testo tramite la voce in modo ancora più veloce, cambiando ad esempio il colore del testo, cancellando parole o inserendo link e commenti. La terza novità riguarda invece una nuova partnership con Slack, in modo da creare e di aprire in Slack file di Drive con un semplice bottone direttamente dalla piattaforma di collaborazione basata su cloud.

Novità anche per i Moduli, introdotti da Google otto anni fa e utilizzati dal 2008 a oggi per porre agli utenti Google oltre un miliardo di domande. Sfruttando i nuovi sistemi di intelligenza artificiale a disposizione della grande G, ora i Moduli sono in grado di analizzare la tipologia di domanda e di proporre eventuali risposte preformattate facendo risparmiare circa il 25% del tempo rispetto a prima, con un layout che in automatico sceglie se proporre come metodo di risposta delle checkbox, un elenco o un campo testuale libero.

Debutta infine la funzionalità di upload dei file, che possono essere caricati da locale o da Drive per rispondere in modo davvero articolato a un sondaggio. Al momento però questa opzione è disponibile solo per gli utenti G Suite che condividono i Moduli all’interno della propria azienda.

Se questo articolo ti è stato utile, e se vuoi mantenerti sempre aggiornato su cosa succede nell’industria ICT e ai suoi protagonisti, iscriviti alle nostre newsletter:

CWI: notizie e approfondimenti per chi acquista, gestisce e utilizza la tecnologia in azienda
CIO:
approfondimenti e tendenze per chi guida la strategia e il personale IT
Channelworld: notizie e numeri per distributori, rivenditori, system integrator, software house e service provider

Iscriviti ora!

AUTOREFrancesco Destri
Francesco Destri
Collaboratore Francesco segue il mondo della tecnologia dal 1999, scrivendo per numerose testate online e cartacee. È specializzato soprattutto in tecnologia B2B, hardware e nuovi media.