Facebook Workplace: cambiano le tariffe e arriva il nuovo piano Enterprise

Tariffe più alte, ma costi più prevedibili e nuove opzioni per i lavoratori in prima linea. Così Facebook punta a soddisfare le esigenze delle grandi aziende

facebook workplace

Facebook ha annunciato nuove tariffe per il suo social network aziendale Workplace, a cui si aggiungono un nuovo piano per le grandi aziende e opzioni “add-on” per incoraggiare l’adozione per i lavoratori in prima linea. Lanciato alla fine del 2016, oggi Workplace ha più di 2 milioni di utenti unici paganti e vanta 150 grandi aziende che hanno distribuito l’app a più di 100mila dipendenti. Tre queste spiccano la Royal Bank of Scotland, Walmart e Nestle.

Il nuovo piano Workplace Enterprise costerà 8 dollari per utente al mese e sarà disponibile a partire dal 2 settembre di quest’anno. Progettato per le esigenze delle grandi imprese, offre una risposta di supporto più rapida, accesso anticipato a nuove funzionalità e spazio di archiviazione illimitato. Si posizionerà accanto a Workplace Advanced, un’opzione a pagamento (a 4 dollari per utente al mese) con alcune restrizioni, e Workplace Essential, una versione gratuita destinata a team e piccole imprese che vogliono testare il software.

La nuova struttura sostituirà i due livelli di Workplace esistenti introdotti all’inizio del 2018, ovvero una versione gratuita e il piano Premium completo, attualmente al prezzo di 3 dollari per utente al mese. Il nuovo piano Advanced comporta prezzi più elevati per i clienti che lo stanno utilizzando, ma se Facebook ha garantito che le modifiche dei prezzi non avranno effetto fino a ottobre 2020.

facebook workplace tariffe settembre 2019
I nuovi piani di Facebook Workplace disponibili da settembre 2019

Le modifiche dei prezzi coincidono con il passaggio a un nuovo modello di licenza che, secondo Facebook, offrirà maggiore prevedibilità dei costi. Attualmente i clienti pagano solo per gli utenti che interagiscono con Workplace su base regolare, vale a dire mensilmente. Con i nuovi piano i clienti pagheranno invece per gli utenti attivi, cioè possono scegliere il numero di licenze che vogliono pagare e modificarlo secondo le esigenze.

Julien Codorniou, vice presidente di Workplace, ha spiegato che le modifiche alle licenze porteranno Workplace in linea con gli standard del settore.

I nostri clienti ci hanno detto che tra flessibilità e prevedibilità, la prevedibilità dei costi è più importante”, ha dichiarato Codorniou. “Non vogliono avere un conto che cambia ogni mese, perché questo non aiuta il reparto finanziario a capire l’investimento che fanno in Workplace”.

Una affermazione condivisa da Angela Ashenden, analista di CCS Insight, secondo la quale la nuova struttura dei prezzi sarà probabilmente più interessante per le grandi aziende che vogliono costi prevedibili. Le imprese più piccole potrebbero invece essere più preoccupate per l’aumento dei prezzi.

Il cambiamenti dei piani tariffari indica una maturità nella strategia di Facebook con Workplace. La base clienti è sufficientemente ampia e consolidata per avere un’immagine più chiara dell’offerta e delle tariffe che soddisferanno le aspettative dei clienti”, ha aggiunto Ashenden. “Inevitabilmente ci saranno alcuni clienti non soddisfatti, ma nel complesso ritengo che le novità saranno bene accolte dal mercato”.

Opzioni aggiuntive per i lavoratori in prima linea

L’altro importante cambiamento riguarda i nuovi add-on rivolti ai dipendenti nei settori retail, ospitalità e healthcare, in cui l’accesso a un account di posta elettronica aziendale potrebbe non essere un dato di fatto.

Le nuove opzioni saranno disponibili per i piani Advanced ed Enterprise e offriranno l’accesso a Workplace al costo di 1,50 dollari per utente al mese. Con il piano Advanced i dipendenti potranno accedere alle funzionalità di Workplace dai dispositivi mobili, mentre con il piano Enterprise potranno utilizzare l’app anche sui desktop.

Puntare sui lavoratori in prima linea è una “grande opportunità per Facebook”, ha commentato Ashenden. “Si tratta di un’opzione molto interessante, perché rafforza la crescente attenzione di Facebook sui frontline worker e connette tutti gli utenti di un’azienda, non solo i dipendenti che normalmente lavorano alla scrivania e hanno a disposizione un PC”.

Secondo l’analista, inoltre, il costo ridotto delle tariffe per questi utenti – in particolare rispetto ai prezzi di Workplace Enterprise – farà riflettere le aziende sulle opportunità di raggiungere questo gruppo, in gran parte non supportato.

Gli attuali clienti di Workplace Premium saranno migrati al piano Advanced a settembre. I clienti di Workplace Standard saranno migrati al piano Essential quando verrà lanciato il prossimo anno.

Facebook ha creato una pagina di FAQ per offrire informazioni più dettagliate sui nuovi piani tariffari e su cosa comportano per le aziende.