Il marketplace di Microsoft per applicazioni business: AppSource

Il marketplace di Microsoft dedicato alle applicazioni business si chiama AppSource. Ecco come funziona e alcune app da provare

Il marketplace di Microsoft dedicato alle applicazioni business è stato rilasciato lo scorso anno e si chiama AppSource. Attraverso questo servizio il colosso di Redmond vuole aiutare le aziende a trovare software in grado di migliorare l’esperienza di uso di prodotti Microsoft che già utilizzano come Power BI e Dynamics AX.

AppSource è dunque un servizio per trovare offerte SaaS di Microsoft e di partner selezionati da testare gratuitamente prima di essere acquistate. Gli sviluppatori che vogliono inserire le loro app su AppSource devono sia offrire agli utenti la possibilità di provare gratuitamente le app, sia integrare le app con Azure Active Directory, il servizio cloud di Microsoft per l’identità e l’autenticazione. Una volta ricevuta l’app da uno sviluppatore, Microsoft effettuerà un processo di review per poi pubblicarla su AppSource.

Non è comunque la prima volta che il colosso di Redmond punta su servizi di questo tipo per aiutare le aziende ad acquistare applicazioni online. Si pensi solo al Windows Store for Business di Windows 10, lanciato da Microsoft proprio per proporre agli utenti business applicazioni native per Windows 10.

Le app business nel marketplace di Microsoft, AppSource

Le applicazioni nel marketplace di Microsoft possono essere selezionate in base a tre principali criteri:

  • Categoria, nel caso in cui sia già chiaro di che cosa si ha bisogno. Le categorie disponibili sono Analisi, Intelligenza artificiale, Collaborazione, Assistenza clienti, Finanza, Risorse umane, IT e amministrazione, Marketing, Operazioni e supply chain, Produttività e Vendite;
  • Settore, se invece si preferisce avere una visione più ampia sulle app disponibili per migliorare l’operatività nel settore di competenza. In questo caso la scelta è tra Agricoltura, Distribuzione, Servizi finanziari, Enti governativi, Servizi sanitari e scienze biologiche, Produzione, Servizi professionali, Vendita al dettaglio e beni di consumo, Istruzione;
  • Prodotto, ovvero con quale prodotto di Microsoft le app devono essere compatibili o devono costituirne una integrazione, e le opzioni a disposizione sono Soluzioni cloud, Dynamics 365, Power BI, Office 365.

Una volta selezionate le aree di competenza o il prodotto con cui interfacciarsi, non rimane che sfogliare il catalogo per scegliere le app che più si adattano alle esigenze dell’azienda.
Ecco alcuni esempi di app a disposizione nel marketplace di Microsoft, AppSource:

RunYourMeeting

RunYourMeeting è un servizio cloud dedicato all’organizzazione delle riunioni o dei meeting. L’app mette a disposizione alcune funzionalità come to-do list, reminders via email, la possibilità di inviare follow up o un report su tutti i meeting effettuati.

Smartsheet

Smartsheet è un servizio di project management e un tool di collaborazione che si presenta nella forma di uno spreadsheet. Attraverso questo strumento è possibile coordinare un team in un progetto utilizzando diagrammi di Gantt, template di documenti su cui collaborare e adatti ad organizzare un task management, l’organizzazione di eventi, una pianificazione vendite o una campagna d recruiting, etc.

Easy Projects

Easy Projects invece si presenta come un tool per la gestione dei progetti con una visione maggiore sull’operatività da organizzare, ponendosi come project management software studiato appositamente per le necessità dei team Marketing, IT, Operations e Professional Services. Tra i servizi a disposizione si notano i diagrammi di Gantt interattivi, la possibilità di invitare un numero illimitato di utenti ospiti, ma anche la creazione di un numero illimitato di progetti e task, oltre al time tracking, al calendario di team e una messaggistica interna.

Aggiornamento del 08/08/2017 a cura di Valentina Colazzo