Microsoft ha da poco rilasciato una versione preview a 64 bit di Office 2016 per OS X, dando così l’opportunità agli utenti più “avventurosi” di superare finalmente i limiti dei 32 bit e di raggiungere così un traguardo che gli utenti Windows hanno toccato già da tempo. Al tempo stesso Microsoft ha rilasciato aggiornamenti per le applicazioni di Office 2016 (Excel, Outlook, PowerPoint, Word) agli utenti registrati al programma Insider, che come succede per il piano Windows 10 Insider permette di provare prima degli altri gli aggiornamenti.

Tutti gli utenti di Office 2016 per Mac possono entrare a far parte del programma Insider e, per coloro che hanno scelto la corsia preferenziale Insider Fast, l’aggiornamento 15.25 ha trasformato le applicazioni di Office 2016 da 32 a 64 bit. A dire il vero Apple aveva già fatto pressione agli sviluppatori perché questi rilasciassero le versioni a 64 bit delle loro applicazioni, ma finora Microsoft non aveva accolto l’invito di Cupertino.

office-for-mac-64-bit-2-100670699-large.idge

OS X tra l’altro supporta solo processori Intel a 64 bit fin dall’uscita OS X Lion nel 2011, sebbene su questa e sulle successive versioni di OS X (macOS Sierra compreso) possano funzionare senza problemi anche applicazioni a 32 bit. È inutile però sottolineare come molti utenti preferiscano utilizzare applicazioni a 64 bit, grazie principalmente alla possibilità di sfruttare più RAM che incide positivamente sulle prestazioni quando si ha a che fare con documenti di grandi dimensioni o carichi di lavoro particolarmente esosi.

Microsoft non ha ancora rivelato quando l’aggiornamento di Office 2016 ai 64 bit sarà rilasciato in versione definitiva a tutti gli utenti Mac, ma se già volete testare l’aggiornamento tramite il programma Office Insider, qui trovate tutte le spiegazioni su come fare.