Adobe MAX 2018: tutte le novità di Creative Cloud

Tante le novità di Creative Cloud annunciate da Adobe tra il nuovo Premiere Rush CC, Photoshop CC e Project Gemini su iPad e nuove funzioni per Adobe Sensei.

Creative Cloud

Adobe ha annunciato importanti aggiornamenti alle applicazioni di Creative Cloud, tra cui Photoshop CC, Lightroom CC, Illustrator CC, InDesign CC, Premiere Pro CC e Adobe XD. Adobe ha inoltre introdotto Adobe Premiere Rush CC, la prima app di editing per i creatori di contenuti per i social media, che semplifica la realizzazione e la condivisione di video su piattaforme come YouTube e Instagram. Spazio poi alle nuove versioni per iPad di Adobe Photoshop CC e dell’app di disegno Project Gemini, che confermano l’impegno di Adobe nell’offrire soluzioni ad alte prestazioni che funzionano senza soluzione di continuità su tutti i dispositivi.

Le novità annunciate a livello desktop includono:

  • Una nuova funzionalità di Riempimento contestuale in Photoshop CC
  • Miglioramenti delle prestazioni e del flusso di lavoro in Lightroom CC e Lightroom Classic
  • Nuove capacità di progettare con sfumature fotorealistiche Freeform in Illustrator CC
  • Una potente funzionalità di Adattamento contestuale in InDesign CC
  • Maggiore velocità nel creare e animare pupazzi unici nel loro genere, utilizzando una webcam e materiale illustrativo di riferimento con il nuovo Characterizer di Character Animator
  • Un nuovo motore per i rendering per migliorare le loro anteprime in Dimension CC
  • Nuove funzionalità di ricerca potenziate da Sensei e contenuti esclusivi in Adobe Stock, inclusa una nuova collezione di clip di GoPro
  • Maggiore integrazione tra app come Animate in After Effects, Animate in Character Animator e Adobe XD in After Effects per rispondere alle esigenze dell’industria dell’animazione per flussi di lavoro sempre più fluidi.

Adobe XD, la soluzione UX/UI all-in-one per la progettazione di siti web e app mobile, ora è dotata di nuove funzionalità che fanno leva sulla tecnologia Sayspring per consentire ai web designer di prototipare esperienze e app per dispositivi a comando vocale come Amazon Echo. Le nuove capacità, inclusi i comandi vocali e la riproduzione, consentono ai designer di creare un’esperienza unica, prototipando visual e voce in un’unica applicazione. Inoltre, gli sviluppatori possono ora sfruttare le API di Adobe XD per creare plug-in e integrazioni di app in grado di aggiungere nuove funzionalità, automatizzare i flussi di lavoro e collegare XD con gli strumenti che i web designer usano quotidianamente.

Premiere Rush CC per i creatori di video per i social

Premiere Rush CC, progettato specificamente per i creatori di video online, consente in un’unica applicazione di girare il video, post-produrlo, inserire elementi grafici e pubblicarlo senza soluzione di continuità sui canali social desiderati come ad esempio Youtube o Instagram. Premiere Rush CC sfrutta la potenza di Premiere Pro CC e After Effects CC, offre un accesso integrato ai modelli di Motion Graphics professionali di Adobe Stock e dispone di una funzione di auto-duck basata su Adobe Sensei per regolare la musica e normalizzare il suono.

Vi è possibile accedere da qualunque dispositivo, permettendo agli utenti di creare progetti video convincenti su un dispositivo e pubblicare poi il contenuto da un altro device, mantenendo coerente l’esperienza utente su desktop e dispositivi mobili. Premiere Rush CC è disponibile al costo di € 9,99/al mese (IVA esclusa) e anche all’interno dei piani All Apps, Studenti e Premiere Pro CC con 100 GB di storage CC. Ulteriori opzioni di storage, fino a 10 TB, sono disponibili a pagamento. Lo Starter Plan dà accesso a tutte le funzionalità di Premiere Rush CC, all’uso delle applicazioni per desktop e mobile e alla possibilità di creare un numero illimitato di progetti e di esportarne gratuitamente fino a 3.

Photoshop CC su iPad e Project Gemini

Adobe ha inoltre presentato in anteprima due future applicazioni mobile progettate per produrre contenuti su una molteplicità di superfici attraverso flussi di lavoro che spaziano tra le applicazioni desktop di Adobe. Photoshop CC su iPad è stato ridisegnato per un’esperienza touch e offre la potenza e la precisione della sua controparte desktop, consentendo agli utenti di aprire e modificare file PSD nativi utilizzando gli strumenti di modifica standard di Photoshop, incluso il pannello dei livelli. Con Photoshop CC su più dispositivi, in arrivo per la prima volta su iPad nel 2019, è possibile iniziare per esempio a lavorare a un progetto su un iPad e completare tutte le modifiche con Photoshop CC sul desktop.

Attesa anch’essa su iPad nel 2019, Project Gemini è invece una nuova app progettata per velocizzare disegno e pittura su tutti i dispositivi. Combina grafica raster e vettoriale e nuovi pennelli dinamici in un’unica esperienza e consente agli artisti di utilizzare e sincronizzare i loro pennelli preferiti di Photoshop (funziona perfettamente con Photoshop CC).

La produttività secondo Adobe Sensei

Nella versione 2019 di Creative Cloud sono oltre 12 le funzionalità di Adobe Sensei potenziate dall’IA. Tra queste figurano:

  • Estensione della funzionalità di Riempimento contestuale in Photoshop CC in grado di offrire maggiore precisione e controllo, consentendo di risparmiare tempo nelle attività di photo-editing
  • Una nuova opzione di Adattamento contestuale in InDesign CC che rileva in modo intelligente l’immagine e la adatta automaticamente alla cornice
  • Nuove sfumature Freeform in Illustrator CC per effetti più naturali
  • Un nuovo strumento all’interno di Character Animator CC, Characterizer, che trasforma ogni figura in un personaggio animato unico

Il futuro del design immersivo in anteprima

Adobe ha presentato in anteprima anche Project Aero, un nuovo strumento di authoring per più dispositivi che consente ai creativi di progettare esperienze di realtà aumentata. Project Aero è la prima app per AR creata da designer e artisti introdotta per la prima volta alla Worldwide Developer Conference di Apple. Nel corso di Adobe MAX sono stati mostrati un negozio dotato di AR e i possibili scenari ed esperienze all’interno del punto vendita.

Maggiori integrazioni anche per i clienti enterprise

Adobe ha annunciato infine profonde integrazioni tra Creative Cloud e Adobe Experience Cloud che unificano i flussi di lavoro creativi e di marketing. Con queste integrazioni, i brand possono ora accedere facilmente alle risorse nell’ Experience Manager all’interno delle app Creative Cloud. In Experience Manager possono confluire le immagini di Adobe Stock, possono essere modificati i contenuti 3D progettati con Dimension CC e poi pubblicati come risorse di marketing.