Se solo gli alti dirigenti IT avessero una sfera di cristallo, potrebbero capire di quale software aver bisogno e di conseguenza di come pianificare una strategia e di quanto budget stanziare. Invece i dirigenti che devono prendere queste decisioni sono costretti a basarsi sulle previsioni per il futuro riportate da fornitori, venditori e analisti. E se è vero che nessuno è in grado di prevedere esattamente quali saranno i trend dominanti del software aziendale nel 2015, alcuni esperti di BI, CRM, ERP sono convinti che questi otto trend debbano essere presi in seria considerazione.

1. Il cloud ibrido potrebbe diventare mainstream. “Nel 2014 abbiamo notato un picco nell’adozione di strategie multi-cloud e questa tendenza continuerà anche nel 2015”, afferma Chris Wolf, CTO di VMware America. “I CIO continueranno a cercare la flessibilità offerta dal cloud ibrido e gli alti dirigenti IT investiranno in architetture di cloud ibrido per garantire il futuro dei loro servizi e delle loro applicazioni”.

“Il cloud è stato un tema caldo per diversi anni, con diverse aziende che hanno spostato le proprie applicazioni sul cloud ottenendo in cambio costi minori, più velocità di esecuzione, un più elevato livello di servizio di preservazione del capitale”, aggiunge Marc Malizia, CTO del fornitore di soluzioni cloud RKON Technologies. “Con il passare dei mesi, nel 2015 vedremo sempre più aziende passare al cloud. La maggior parte di esse adotterà un modello di cloud ibrido, mischiando cioè i servizi di un cloud provider con la loro piattaforma cloud interna”.

2. Il modello di abbonamento per il software aziendale. “La ricerca del massimo rendimento e la competizione spingeranno sempre più il software aziendale verso modelli di abbonamento”, prevede Engin Kirda, cofondatore della compagnia Lastline esperta in protezione contro i malware. “Invece di una grande somma forfettaria o costosi precarichi su hardware proprietario, il prezzo del software aziendale si baserà sempre più su una base annuale o su un singolo utente. Saranno interessate da questo modello di prezzo le applicazioni incentrate sull’utente finale, ma anche altri software e servizi aziendali, come ad esempio la gestione dei data center e la scoperta di violazioni nei sistemi di sicurezza, adotteranno questo modello scalabile”.

3. Il CRM mobile e altre app aziendali prenderanno il volo. “Le forze vendite hanno preparato il terreno per questo trend nel 2014, investendo in app mobile e spingendo i loro partner a utilizzarle”, dice Mark Seeman, CEO dell’azienda di software e comunicazioni cloud Synety. “Nel 2015 il mobile continuerà a essere un campo di battaglia cruciale per i principali player della gestione delle relazioni coi clienti, che continueranno a portare le funzionalità delle loro app mobile sempre più vicine al livello dei loro prodotti principali basati sul web”.

“Con i dipendenti che trascorrono sempre meno tempo in ufficio, sarà essenziale disporre di soluzioni (CRM, BPM ecc.) che si adattino nel migliore dei modi al mobile” afferma Michael DeFranco, fondatore e CEO di LUA, compagnia esperta in messaggistica sicura per le aziende. “Per avere successo a livello aziendale, le soluzioni devono mettere al primo posto per la loro strategia i bisogni dei lavoratori in ambito mobile, in modo che questi possano essere connessi ovunque e possano collaborare e comunicare con i loro colleghi in ufficio”.

4. Le soluzioni in-memory diventeranno l’elemento distintivo principale nell’ERP. “Gli approcci del calcolo in-memory come SAP HANA e Oracle In-Memory Applications diventeranno il terreno di scontro principale per la differenziazione dei prodotti ERP, in modo particolare nelle grandi aziende” prevede Glenn Johnson, senior vice president per l’America di Magic Software Enterprises, società che fornisce soluzioni d’integrazione aziendali in mobilità e piattaforme applicative. “Mentre si continua a parlare di Big Data, i brand ERP che non sono in grado di offrire soluzioni di calcolo in-memory sono destinati a scomparire di fronte ai leader di questo settore”.

5. Un’integrazione ERP più profonda. “L’ERP sta diventando più versatile, offrendo una più profonda integrazione con risorse umane, finanziamenti e software per l’assistenza ai clienti” afferma Michael Golz, senior vice president e CIO di SAP Americas. “SAP ha compiuto alcune acquisizioni strategiche (recentemente con Concur), per aiutare i clienti che devono interagire con nuovi settori a espandere il valore del loro sistema ERP”. Questa accresciuta e più profonda integrazione continuerà a rendere sempre più sfumati i confini tra i sistemi di software aziendale e ad aiutare le aziende a ottenere un più grande valore dai loro investimenti IT.