23 aprile 2012 - Quando si avvicinano i periodi “caldi” per lo shopping, è necessario fare tutto il possibile affinché i siti di e-commerce siano sempre in funzione e in grado di gestire eventuali picchi di traffico. Gli IT manager americani hanno ben presente il caso del negozio online Target, il cui sito è recentemente incorso in due gravi malfunzionamenti dopo essere stato subissato da una quantità enorme di richieste in concomitanza con l’inizio della vendita di vestiti e accessori dello stilista Missoni. Le difficoltà di un’azienda diventano spesso la fortuna di un’altra e, secondo gli osservatori del settore, alcuni casi di insuccesso finiscono con il diventare paradigmatici. Basti ricordare quanto accadde a Best Buy nel 2005: il sito sperimentò a detta di molti “una vera e propria catastrofe”, con i clienti che non riuscivano a effettuare alcun acquisto. “In quello stesso anno, il concorrente Circuit City osservò un significativo aumento del traffico”, dice Dave Karow, Senior Product Manager of Web Performance and Testing presso Keynote, azienda che testa ed esegue il monitoraggio delle prestazioni online e su dispositivi mobili. Prepararsi, fare i test e ricontrollare “Il negozio online di scarpe Zappos ha effettuato test di carico all’inizio dell’autunno per garantire il funzionamento e la disponibilità del sito durante il periodo dei saldi”, dice Kris Ongbongan, Senior Manager, Technical Operations e Systems Engineering dell’azienda. Ogni anno Zappos segue la stessa procedura e cerca di effettuare una stima realistica del carico. “I nostri uffici amministrazione e pianificazione ci forniscono le previsioni di vendita, ma noi, per vedere quanto traffico siamo effettivamente in grado di gestire, eseguiamo i test su numeri multipli, tipicamente a inizio settembre”, spiega Ongbongan. Questo permette all’azienda di avere abbastanza tempo per apportare le modifiche necessarie ed eventualmente aggiungere ulteriori e[...]